River-Boca, cresce l’allarme In arrivo 500 ultrà violenti

Pubblicato venerdì, 07 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

Allerta massima a Madrid, ma la paura cresce con il passare delle ore. A due giorni dal Superclásico trasferito oltreoceano dopo gli incidenti verificatisi a Buenos Aires, nella capitale spagnola è allarme per la probabile presenza di centinaia di “barrabravas”. Nonostante il massiccio impiego di agenti (circa 5 mila) e i rigidi controlli disposti nelle vie di accesso alla capitale per impedire l’arrivo di malintenzionati, il ministero della Sicurezza e le forze dell’ordine hanno ammesso la possibilità di dover far fronte a qualche centinaia di ultrà che potrebbero causare disordini. Nel frattempo, dall’Argentina avvisano: i capi ultrà del Boca manderanno in Spagna un nutrito gruppo di seguaci in possesso di regolare tagliando.
l’allarme delle autorità
A mettere le mani avanti, ammettendo l’elevato livello di rischio, è stato José Manuel Rodriguez Uribes, rappresentante governativo: “Ci saranno tra 400 e 500 violenti, ma ci stiamo impegnando per ridurre al massimo il rischio di disordini. Si monitorano aeroporti, strade, stazioni e metropolitane, perché c’è il timore che qualche violento scelga percorsi alternativi per sfuggire ai controlli e raggiungere Madrid”. Il pericolo di dover far fronte a scene di guerriglia urbana come quelle verificatesi lo scorso 24 novembre a Buenos Aires resta dunque altissimo, perché con ogni probabilità ci saranno dei violenti in grado di dribblare il rigido sistema di controlli predisposto dalla polizia.
ultrà allo stadio
Le autorità spagnole stanno monitorando l’arrivo dei tifosi in base alla lista di 3.500 violenti fornita dalle forze dell’ordine argentine e dai due club. La polizia ha inoltre avvisato che l’esistenza di precedenti penali fa scattare l’immediata deportazione, esattamente come accaduto nelle ultime 36 ore a due capi ultrà del Boca rispediti in patria. Ma in Argentina garantiscono che tutto ciò non basterà a scongiurare la presenza degli irriducibili della “12”, la temuta tifoseria organizzata xeneize. Se gli altri capi ultrà hanno deciso di non viaggiare perché pluripregiudicati, su tutti Di Zeo e Mauro Martin, ci sono infatti un centinaio di seguaci pronti a sbarcare a Madrid per rappresentare il braccio violento della tifoseria xeneize. Si tratta di individui con la fedina penale ancora intonsa, quindi non segnalati alle autorità spagnole, e in possesso di regolare biglietto. La loro presenza è data per scontata e non è escluso che lo stesso accada per qualche ultrà del River.
mine vaganti
Il timore è dunque legato a individui non identificabili, schegge impazzite come nel caso di Matias Firpo, il primo tifoso del River incriminato per l’assalto al pullman del Boca e gli incidenti dello scorso 24 novembre fuori dal Monumental. Firpo non risultava appartenere alla barrabrava, non aveva precedenti penali e figurava tra i soci del club dal diversi anni. “Ho agito in preda a un impulso, non so cosa mi sia accaduto, ma mi pento per quanto accaduto”, ha dichiarato Firpo, nel frattempo condannato a 2 anni e 4 mesi lontano dagli stadi. Ma a Madrid temono proprio il verificarsi di altri casi simili.

Tag: #Estero

Altri articoli pubblicati da Gazzetta.it

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

Il sogno-Champions del Napoli evapora nella notte di Anfield. Non è arrivata quella ciliegina che si augurava Carlo Ancelotti, arrivato nella tana del Liverpool con due risultati su tre a disposizione ma piegato da un avversario che è stato capace di...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

È un Luciano Spalletti calmo ma rammaricato, amaro ma lucido. La sua Inter è da poco uscita dalla Champions, pareggiando 1-1 col Psv. L'analisi del tecnico a caldo: "Non siamo riusciti a mantenere la tranquillità, dopo il loro gol ci siamo...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

Amarissimo Anfield per il Napoli, ma l’eliminazione maturata nell’unica sconfitta, di misura, subita non significa che sia tutto da buttare. il top — La squadra ha saputo lasciare da parte timori reverenziali e paure e a...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

Nona sconfitta in Eurocup per la Fiat Torino. I gialloblù, già eliminati, non riescono ad avere la meglio su Vilnius, nonostante un grandissimo quarto periodo che illude i tifosi e allunga la partita fino all’overtime. Torino parte bene colpendo...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

Inter delusa dopo il pari col Psv che condanna i nerazzurri alla “retrocessione” in Europa League. Ecco top e flop della sfida contro gli olandesi. Top icardi — Letale e decisivo, come sempre. Quarto centro in Champions in sei...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

Il Psg sbanca il Maracanà di Belgrado battendo 4-1 la Stella Rossa e si prende la vetta del gruppo C. I francesi aprono e chiudono la prima frazione con due reti: al 9’ passano con Cavani, che da pochi metri appoggia in rete l’assist perfetto...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

Il Napoli ci mette tutto il cuore e l'intensità che chiedeva Ancelotti, ma non basta. Il Liverpool vince 1-0, con un gol del solito Salah: un verdetto crudele, che lancia i Reds agli ottavi di Champions e condanna il Napoli all'eliminazione e alla...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

L'Inter pareggia 1-1 col Psv e getta al vento la qualificazione. Lo stesso punteggio a Barcellona promuove il Tottenham. La squadra di Spalletti va così in Europa League. I nerazzurri iniziano forte: Perisic di testa su invito di Icardi colpisce il palo ...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

Al Camp Nou si materializzano gli incubi dei tifosi interisti, che temevano un Barcellona con il freno a mano tirato a causa della qualificazione già assicurata. Dopo un gran primo tempo, i blaugrana cedono terreno nella ripresa e si fanno mettere sotto ...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

È il Borussia Dortmund a sorridere all’ultima giornata del Gruppo A di Champions League. I tedeschi piegano 2-0 il deludente Monaco e raggiungono a 13 punti l’Atletico Madrid, rimasto impantanato 0-0 in Belgio sul campo del Bruges. Saranno gli...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

Girandola di emozioni nelle ultime due partite del Gruppo D di Champions League, dove già erano sicure le prime due qualificate agli ottavi di finale, Porto e Schalke 04. In palio dunque c’era il terzo posto nel girone per l’accesso ai sedicesimi di ...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

Tragedia in Inghilterra. Un ragazzo di 14 anni di origini italiane, Luca Campanaro, ha perso la vita dopo uno scontro di gioco. Il giovane, orfano della madre, era il portiere della squadra giovanile del Bedgrove Dynamos di Aylesbury, nel...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

"L'avversario è molto impegnativo, non ha mai perso, anzi, le ha vinte tutte tranne una ma noi andremo a giocarcela alla grande, al meglio e poi vedremo". Urbano Cairo è già in atmosfera derby. Sabato si affrontano Torino e Juventus e il presidente...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

Non sono giorni belli, qui di Eusebio Di Francesco, ma la grinta non manca. Il Viktoria Plzen è avvisato. “Ho poche parole, i momenti di crisi fanno parte del nostro lavoro. Che io sia qui è perché c’è dall’altra parte la consapevolezza che qui ...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

Roma nell'occhio del ciclone: i risultati e l'atteggiamento in campo della squadra hanno aperto alla contestazione dei tifosi giallorossi, ma Monchi sembra tenere il polso della situazione: è stato lui a decidere il secondo ritiro stagionale per la...