Perisic, la Juve per rialzarsi In passato spesso decisivo

Pubblicato venerdì, 07 dicembre 2018 ‐ Gazzetta.it

La settimana più buia, nel periodo più difficile. E ora, la Juventus. Una squadra contro la quale Ivan Perisic ha in passato fornito prestazioni esaltanti, entrando nel cuore di quei tifosi interisti che negli ultimi mesi non lo sopportano più. Se il croato cerca un modo per farsi perdonare per le performance sottotono degli ultimi tre mesi, occasione migliore non c’è. Tornare a fare il Perisic - la febbrile ala sinistra che salta l’uomo in attacco e lo insegue fino alla sua area nell’altra - contro la Juventus. Tutto potrebbe venir dimenticato, comprese le dichiarazioni rilasciate al magazine inglese FourFourTwo: “Ho ancora il desiderio di mettermi alla prova in altri tornei, come quello spagnolo o inglese”, ha detto.
EPIFANIA DI COPPA
Già, la Juve. Contro i bianconeri ha giocato 5 volte e segnato 2 gol. Il primo, nella sua stagione d’esordio e quindi di adattamento al campionato italiano, l’ha realizzato a San Siro in una partita di Coppa Italia. A Torino era finita 3-0 per la Juve, ma nel ritorno, il 2 marzo 2016, la squadra di Mancini riuscì a rimontare, salvo perdere ai rigori. È forse stata la prima partita in cui si è compreso tutto il potenziale del croato, preludio delle due successive stagioni finite in doppia cifra di gol. Dopo aver segnato la rete del 2-0, bruciando sullo scatto Cuadrado e chiudendo sul secondo palo il traversone basso di Eder, Perisic si procurò anche il rigore del 3-0, sgusciando a Rugani con uno scatto prepotente e facendosi atterrare in area.
ILLUSIONI
Nella stagione successiva l’Inter ripartì da De Boer e dal suo 4-3-3 che faceva grande affidamento sulle ali, a partire da Perisic e dal nuovo acquisto Candreva. L’avventura dell’allenatore olandese fu fallimentare, tranne che per un pomeriggio, tanto spettacolare quanto episodico. Il 18 settembre 2016, a San Siro, l’Inter subì lo 0-1 della Juve al 66': gol di Lichtsteiner. Dopo due minuti arrivò il pareggio di Icardi su corner. Perisic, entrato in campo subito dopo, fissò il punteggio sul 2-1 svettando su Barzagli e impattando di testa il cross del numero 9 dell’Inter. Una gioia effimera, visto l'esito di quel campionato, come breve fu la gioia vissuta dai nerazzurri nell’ultimo confronto con la Juve. Nella scorsa stagione, dopo lo 0-0 dell'andata allo Stadium, i nerazzurri, in 10 uomini per l’espulsione di Vecino, riuscirono a rimontare il gol di Douglas Costa, ancora grazie a Icardi e Perisic, che quella volta fece impazzire Cuadrado e mise dentro un tiro-cross deviato in porta da Barzagli. Poi, però subirono il ritorno juventino, timbrato dall'autogol di Skrinar e da Higuain. Oggi, il nuovo capitolo: chissà che Perisic non scelga ancora la Juve per ricordarsi, e ricordare ai suoi tifosi, quello che può fare su un campo da calcio.

Tag: #Calcio

Altri articoli pubblicati da Gazzetta.it

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

perugia-dinamo mosca 3-0 (25-21, 25-16, 25-17) — Una Sir Safety Perugia completamente diversa da quella vista una settimana fa a Reims passa, travolgendo lo Chaumont di Prandi, in semifinale di Champions League dove trova, di nuovo,...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

Un piccolo miracolo sportivo: nel riminese c’è una società, la CVM Utensiltecnica, che sta esaltando le bocce dell’Emilia Romagna. Montegridolfo, paesino di mille abitanti, sogna in grande. Dopo avere conquistato lo scudetto nel 2010, con una...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

Sembra fantascienza, ma per lo scienziato Arcadi Navarro non lo è: "Con le tecniche attuali, Leo Messi può essere clonato". L'esperto di genetica spagnolo, intervenuto sulla radio Cadena SER, si è detto sicuro: "Potremmo ottenere un essere umano molto ...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

Cristiano Ronaldo scatena strani fenomeni. Domenica ha riposato contro il Genoa e molti tifosi rossoblu, invece di sorridere, hanno protestato. Cagliari, dove la Juventus giocherà il 2 aprile, si fa la stessa domanda: Cristiano ci sarà? Per i tifosi...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

“Costruire lo stadio è un nostro diritto”. A Sky, dopo una giornata intensa che ha visto un nuovo terremoto abbattersi sul Campidoglio e sul progetto Stadio della Roma, arriva la voce ufficiale della società giallorossa. A parlare è il vice...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

Novanta giorni all’Europeo e due partite per schiarirsi forse definitivamente le idee. Gigi Di Biagio arriva con la spedizione dell’Under 21 poco prima dell’ora di cena a Trieste, dove domani alle 18.30 gli azzurrini affrontano l’Austria. Nome...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

L’Arezzo al fianco dell’"Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti". Far vivere le emozioni di una partita di calcio a chi in realtà una partita non l’ha mai vista e mai la potrà vedere con i propri occhi. Una radiolina per far capire tramite la...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

Aydin bbsk-saugella monza 0-3 (15-25, 23-25, 17-25) — La Saugella Monza domina la finale d’andata di Coppa Challenge sul campo dell’Aydin BBSK. In Turchia Ortolani e compagne soffrono esclusivamente nella prima parte del secondo...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

In vista del via della stagione 2019 di F.2 (partenza in Bahrain nel week end del 30 marzo), dove debutta portando in dote il titolo dell'Euro F.3, Mick Schumacher analizza prospettive, ambizioni e sensazioni del suo passaggio al piano superiore, dove...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

Annunciati gli iscritti alla 110ª Milano-Sanremo di sabato, che vedrà al via molti campioni del pedale a partire dal vincitore della passata edizione, Vincenzo Nibali. Tra i nomi di spicco l’iridato Alejandro Valverde, i vincitori delle passate...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

Giovani. Parola magica e anche molto ripetuta negli ultimi anni. Soprattutto se si abbina all’aggettivo “italiano” o anche “italiana”. Quanto giocano i giovani italiani/e e ancora quando li vedremo all’opera. Quanti sono quelli che giocano in ...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

Il sole ha accolto i protagonisti della tappa conclusiva di Coppa del mondo sulla celebre collina di Holmenkollen. La squadra azzurra ci arriva sulla scorta delle magnifiche cinque medaglie dei Mondiali di Oestersund e di un bottino impressionante di...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

C’è un tempo da recuperare ed è quello che gli è stato necessario per riprendersi, completamente, dall’infortunio patito nella scorsa estate, con la rottura del tendine di Achille. E’ breve la storia napoletana di Amin Younes, 26 anni da...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

Un nuovo Toro grazie all'Inter, parola di Lautaro. L'attaccante originario di Bahia Blanca si gode il felice momento in maglia nerazzurra e, dal ritiro della nazionale argentina a Madrid (dove l'Albiceleste affronterà in amichevole il Venezuela)...

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

“L’addio di Monchi ci ha sorpreso, non ce lo aspettavamo. E l’arrivo di Ranieri, anche se ci è dispiaciuto per Di Francesco, servirà a provare a mettere a posto le cose e a sistemare un po’ l’ambiente”. Patrik Schick è il primo giocatore...