Negli abissi con una pinna Czyz, impresa da record

Pubblicato sabato, 16 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

Scenderà negli abissi dove nessuna persona con disabilità aveva osato arrivare. Là nelle profondità del mare dove la luce si fa sempre più fioca e il buio avvolge nella sua stretta. Wojtek Czyz, ex atleta paralimpico pluripremiato nel salto in lungo e nella corsa - con un palmares di 12 ori, 2 argenti e 2 bronzi - il 27 e il 28 aprile prossimi, a Tahiti, tenterà due record mondiali per atleti disabili: apnea in assetto costante e apnea dinamica. Accanto a lui Herbert Nitsch, una leggenda della disciplina con 33 record del mondo in apnea e detentore del primato No Limits con -214 metri sotto il livello del mare. Rispetto ai cosiddetti normodotati il 38enne tedesco potrà utilizzare una sola pinna per immergersi. Wojtek infatti ha subito un’amputazione all’età di 21 anni quando giocava da calciatore professionista nella squadra Fc Fortuna Koln di Colonia. Nel settembre del 2001 durante una partita ha subito un fallo che lo ha messo fuorigioco. Nonostante l’intervento dei medici la situazione si è complicata tanto da arrivare all’amputazione transfemorale alla gamba sinistra. Wojtek fatica a ripartire: "Dopo l’incidente la mia vita era finita e non avevo nessuna motivazione per guardare avanti. Per fortuna sono stato circondato dalle persone giuste che mi hanno aperto gli occhi e nuove prospettive come lo sport paralimpico". Cosa l’ha spinta a ripartire? "Da quando ho iniziato a camminare, ho desiderato diventare un calciatore. Dopo l’incidente ho visto il mio sogno infrangersi. La possibilità di essere di nuovo uno sportivo professionista mi ha dato la forza per continuare. Ho scoperto il mio nuovo amore, l’atletica". La sua vicenda ricorda, con le debite differenze, quella di Manuel Bortuzzo. Che idea si è fatto del giovane atleta? "Manuel è già un eroe per molte persone. Con la sua scelta di andare avanti, sta mostrando di essere un uomo dal forte carattere. È lo stesso uomo di prima dell’incidente e se continuerà ad allenarsi, sono certo che diventerà un grande ambasciatore per lo sport paralimpico italiano e fonte di ispirazione per molte altre persone".
Come si sta preparando al record?
"Sono stato atleta professionista per circa 12 anni ed insieme a mia moglie Elena Brambilla, ex campionessa italiana di salto in alto, siamo abituati ad allenarci in modo intenso. Per questo motivo abbiamo invitato a bordo del nostro catamarano Imagine uno dei migliori freediver al mondo, Herbert Nitsch, anche conosciuto come 'The deepest man on earth', per aiutarci a preparare questo evento unico. Con Herbert mi alleno quotidianamente e intensamente alternando oceano e piscina. C’è qualche differenza tra l’allenamento di un normodotato e quello di una persona con disabilità? "Nel programma di allenamento non ci sono differenze. La tecnica invece è diversa ed è dovuta al fatto che ho solo una pinna e dobbiamo adattare il tutto in funzione di questo". Avete già un’idea della profondità raggiungibile?"La profondità non è ancora stata stabilita, visto che l’allenamento con il mio mentore e coach Herbert Nitsch è iniziato da poco". Immagino serva anche un materiale tecnico particolare..."Ho solo una pinna. La collaborazione con O.ME.R e Umberto Pellizzari mi ha permesso di avere materiale di altissima qualità e confezionato specificatamente per le mie esigenze. L’azienda mi ha confezionato una muta disegnata per il mio corpo e per il mio lato amputato. La pinna Up2 è in carbonio e verrà utilizzata sia per l’apnea in assetto dinamico che per l’apnea costante. La stresserò molto: dovrà sempre stare in “spinta” essendo l’unica fonte di propulsione a mia disposizione. È a dieta?"Mia moglie Elena è incaricata della dieta. Mi prepara cibi sani, leggeri e di facile digestione così da permettermi di allenarmi nelle condizioni migliori". Dopo aver abbandonato l’agonismo, con sua moglie avete fondato Sailing4handicaps. Cos’è?"È un’associazione no profit (www.sailing4handicaps.de, il sito è anche in lingua italiana) con lo scopo di aiutare persone amputate alla gambe nei paesi meno ricchi del mondo ad ottenere una protesi che altrimenti non potrebbero permettersi per gli elevati costi. Io e Elena stiamo facendo il giro del mondo a bordo del nostro catamarano. Con l’aiuto di un ortopedico meccanico, costruiamo protesi che poi doniamo gratuitamente a disabili che incontriamo durante il viaggio. Io insegno loro a camminare (data la mia esperienza personale) ed Elena si cura della parte di riabilitazione". Quante protesi avete donato? "Ad oggi abbiamo costruito e donato 39 protesi tra Marocco, Santa Lucia, Saint Vincent, Grenada e Galapagos". Com'è possibile costruire le protesi sul catamarano?"Abbiamo allestito sul catamarano una piccola officina meccanica. Quando arriviamo in una nazione prestabilita, un ortopedico meccanico ci raggiunge a bordo e rimane con noi 2 settimane, il tempo necessario per costruire e donare circa 10 protesi". C’è una storia che le è rimasta più nel cuore? "Nell’isola di Santa Lucia abbiamo aiutato una ragazza di poco più di vent’anni, madre di un piccolo di un anno, che aveva perso la gamba in seguito a un colpo di arma da fuoco sparatole da un uomo geloso. Non poteva lavorare o prendersi cura del bambino. Dopo aver ricevuto la protesi ha aperto subito un piccolo negozietto, ha potuto accudire il suo bambino e sentirsi una donna completa e appagata".

Tag: #SportVari

Altri articoli pubblicati da Gazzetta.it

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

"L'intera partita è stata troppo, è stata "sopraffacente" - dice un entusiasta Jurgen Klopp, dopo il ribaltone del suo Liverpool per 4-0 al Barcellona - Abbiamo giocato contro quella che è forse la miglior squadra al mondo. Vincere è difficile, ma...

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

I protagonisti che non ti aspetti, Georginio Wijnaldum e Divock Origi. Prima di stasera, messi assieme, avevano segnato un solo gol in Champions League, quello dell’olandese nella semifinale di ritorno un anno fa contro la Roma. Poi stasera il mondo...

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

È successo ancora. Non è logico, non è sensato. Ma è successo ancora. Come la Roma 2017-2018, così il Liverpool 2018-2019. Il Barcellona si fa rimontare di nuovo e nel modo più incredibile. Dopo il 3-0 del Camp Nou, i Reds di Klopp asfaltano i...

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

È successo per davvero. Senza Firmino e Salah, ribaltando il 3-0 rimediato a Barcellona, il Liverpool va in finale di Champions League. Per Anfield un sogno a occhi aperti, quando tutto sembrava perso, quando tutte le speranze sembravano sepolte dopo i...

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

Riscatto Ragusa. Che allunga la serie. La Passalacqua di Gianni Recupido batte il Famila (67-62) e si porta sul 2-1. Ma giovedì avrà ancora una chance in casa per portarsi sul 2-2 e tentare il tutto per tutto a Schio domenica, come già le è successo...

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

Esposito-Panada, l’Italia Under 17 c’è. E conquista la seconda vittoria su altrettante partite agli Europei di Irlanda: gli Azzurrini sono aritmeticamente ai quarti di finale con un turno d’anticipo. I ragazzi di mister Nunziata superano...

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

Prima punture di spillo, poi le bordate e ora timidi segnali di pace, con tanto di invito a cena. È l'evoluzione della querelle tra il vicepremier, ministro dell'Interno e tifoso rossonero Matteo Salvini e il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso. Una...

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

Italia – Cina Under 23 3-2 (17-25, 25-20, 25-19, 22-25, 15-7) — Il proverbiale ghiaccio è stato rotto per la nazionale italiana femminile. La prima delle due amichevoli contro la Cina Under 23 (la seconda si giocherà domani,...

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

King Roger torna sulla terra con una vittoria quasi troppo facile contro Gasquet 6-2 6-3 al Master 1000 di Madrid. Inizia con un break l’atteso rientro di Roger Federer sulla terra contro Gasquet che parte contratto. In un attimo lo svizzero è sul...

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

Ennesimo capitolo della comunicazione social di Mauro Icardi e Wanda Nara. E potrebbe trattarsi della fine degli scatti “hot” che stanno invadendo da giorni le bacheche dei follower del duo argentino. I due hanno pubblicato la nona foto della serie,...

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

Ultimo giorno di riposo alla Continassa prima della ripresa dei lavori: dopo i quattro giorni di pausa concessi da Massimiliano Allegri, la Juventus ricomincerà ad allenarsi per preparare la gara di domenica prossima (alle 20,30) con la Roma. Si...

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

Biglia, Paquetà e naturalmente Bakayoko. Un trio di centrocampo del Milan che non vedremo sabato prossimo al Franchi contro la Fiorentina: con la Champions ancora in ballo e una sfida da vincere a tutti i costi, Rino Gattuso dovrà fare i conti con...

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

Milinkovic e Radu verso la finale di Coppa Italia. Superati gli ultimi controlli, oggi pomeriggio il centrocampista e il difensore sono tornati a lavorare sul campo, alla ripresa degli allenamenti della Lazio a Formello. Anzi, il difensore, fermatosi il...

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

Non potrà mettere piede nello stadio della Juventus per cinque anni il tifoso ripreso sabato sera nel derby mentre mimava il volo di un aereo, gesto offensivo verso il Grande Torino alla vigilia del settantesimo anniversario della tragedia di Superga....

Pubblicato martedì, 07 maggio 2019 ‐ Gazzetta.it

Un largo sorriso illumina il volto di Walter Mazzarri quando vede comparire Iago Falque sul prato del Filadelfia per l’allenamento pomeridiano che inaugura la preparazione in vista del Sassuolo. Lo spagnolo, non accusando più dolore al ginocchio...