Milano si illude a Madrid Poi il Real rimonta: 92-89

Pubblicato mercoledì, 20 marzo 2019 ‐ Gazzetta.it

REAL MADRID-MILANO 92-89
Milano perde la dodicesima gara di fila contro il Real Madrid ma la sua è una serata di altissimo livello perché per i primi 20’ dà spettacolo, subendo poi la rimonta degli spagnoli ma restando in partita fino al termine: finisce 92-89. L’Olimpia parte con le marce elevate e gioca per larghi tratti in maniera fantascientifica: i ritmi sono alti, non si difende con le mani addosso e quindi Mike James può dare via al suo show. Che è una roba pazzesca: tira e segna con irritante facilità, smazza assist, fa alzare in piedi il pubblico di Madrid quando fa canestro con un’entrata in sottomano dalla parabola altissima. I due falli fischiati a Tarczewski preoccupano, ma il play dell’AX prosegue la sua serata magica, portando Milano (che comincia tirando con 12/14 dal campo…) a un sorprendente +14 (19-33) con cifre irreali: 4/4 da due, 2/2 da tre, 3/3 nei liberi, 3 rimbalzi e 2 assist. In totale 17 punti che diventano 19 all’inizio della seconda frazione: il tabellone segna 19-35, quindi 19-37 col canestro successivo di Nunnally. Così, Milano si trova avanti di 18 punti sul campo dei campioni d’Eurolega. Sul 22-40 (tripla di Nedovic), il 7-0 madrileno fa capire che la squadra di Laso non ha intenzione di continuare a fare una figuraccia in casa. Sale di tono Ayon, Fernandez segna la tripla del -10 (34-44) anche se Nedovic replica prima di beccarsi tecnico per essersi messo le mani nei capelli dopo un fischio arbitrale: secondo e terzo fallo in un amen quando mancano meno di 5 minuti alla fine della frazione. L’AX soffre tremendamente sotto i tabelloni, i rimbalzi offensivi sono il vero problema per i ragazzi di Pianigiani che, nonostante un buon Kuzminskas, tengono botta e vanno al riposo lungo sul +6 (50-56) con James fermatosi (si fa per dire) a quota 21.
SOFFERENZA
Al rientro l’infrazione di 24” di Milano fa intuire che sarà un quarto di sofferenza. Così sarà, anche perché James fa qualche errore di troppo, le percentuali calano di brutto mentre tra i madrileni Lull conduce la rimonta. Una tripla di Taylor fa rimettere il muso avanti ai suoi: 62-60 a -5’39”, quindi un’altra tripla di Llull porta il +8 (73-65). Milano non crolla, anzi reagisce ancora con le nuove fiammate di James (tocca quota 30) finendo avanti anche al termine della frazione: 74-75. Gli ultimi 10’ vedono il Real sempre al comando, l’AX ha il fiatone e si trova a giocare ultimi 5’ sotto di 6: 86-80. Anche stavolta ci pensa James a mettere pressione al Real. Una sua entrata (per il 35° punto personale) a -1’39” vale il -3, 92-89, a -1’10” Brooks tira una mattonata da tre per il possibile pareggio, ma dall’altra parte si inceppa l’attacco e quindi tocca a Nunnally tentare la tripla del possibile overtime: non va, come non va nemmeno un’altra scriteriata tripla di Nedovic (che si lamenta di un fallo subito) a -3’3” dalla sirena finale. Fine dei sogni, è 92-89.
Real: Llull 14, Randolph 13, Ayon 11
Milano: James 35, Nunnally e Nedovic 16

Tag: #Eurolega

Altri articoli pubblicati da Gazzetta.it

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Il sorteggio ha deciso l’ordine dei match del fine settimana quando l’Italia a Mosca affronterà la Russia per non retrocedere nei Gruppi Zonali di Fed Cup. Saranno Anastasia Potapova e Martina Trevisan ad aprire sabato alle 13.30 italiane la sfida...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

C’è il pullman rossonero parcheggiato all’ingresso del centro sportivo di Milanello: il Milan è pronto alla partenza per Parma, altro snodo cruciale nella corsa Champions. Ma prima c’è la conferenza stampa di Rino Gattuso: “All’andata non...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

La Toyota e l’operatore giapponese delle telecomunicazioni SoftBank, assieme all’azienda di componenti auto Denso, investiranno un miliardo di dollari in Uber per incrementare la collaborazione nel settore avanzato della guida autonoma, e nei servizi ...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

È l’uomo più cercato da mezza Europa. Da ieri ad Alessandro Cattelan arrivano messaggi da Milano, Roma, Torino, Parigi e Monaco di Baviera, tutti con la stessa domanda: “Ma dove va Conte?”. Mentre parla al telefono con la “Gazzetta” lo cerca, ...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

"Martedì abbiamo giocato meglio che ad Amsterdam, l'Ajax ha vinto per le quattro palle cha abbiamo perso da polli, ma noi abbiamo giocato meglio di una settimana prima, non è stato l'Ajax straordinario, hanno giocato meglio in Olanda" dice l'allenatore ...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

“La Roma è una delle società più importanti d’Italia e non cerco altro. Poi ci sono delle dinamiche che non sei l’unico a gestire, ma restare mi renderebbe orgoglioso. E vogliamo vincere contro l’Inter per arrivare in Champions”. Dal...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

La caduta degli dei. Real Madrid, Manchester City, Psg, Juventus: squadre ambiziose, capaci di grandi investimenti, eppure fuori dalla Champions League 2019. Proprio nel momento in cui si discute di una Super Champions più elitaria, con vista sul 2024,...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Lo aveva annunciato e ha mantenuto fede ai suoi piani. Roger Federer ha ripreso ad allenarsi sulla terra battuta dopo tre anni. Atmosfera da primo giorno di scuola per il Magnifico, che ha documentato via Instagram l’atterraggio sul rosso. Dopo aver...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Il car sharing è un successo di proporzioni mondiali. Ma non ha la capacità di attecchire in tutte le città. Come ad esempio è accaduto a Catania: Enjoy ha deciso di lasciare la città siciliana a partire dalla fine maggio a causa dei troppi furti,...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

“Da che parte sto? Voglio tanto bene a entrambe, ma se avessi un desiderio da esprimere sceglierei la salvezza del Bologna. Loro sì, hanno bisogno di un aiuto”. Risposta bella, che ci può stare. D’altronde 124 centri in 291 presenze ufficiali...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Fuori dall’Europa League di fronte alla rimontona dell’Eintracht, ma comunque in vetrina per tutte le grandi del Continente. Joao Felix, gioiellino del Benfica eliminato giovedì sera a Francoforte, resta l’uomo del momento e non solo per la...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

La stanchezza del Masters, dove ha chiuso al quinto posto dietro Tiger Woods dopo essere stato in testa fino a poche buche dalla fine, si è fatta sentire per Francesco Molinari. Il torinese numero 7 al mondo ha girato tre colpi sopra il par (74) nella...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Ci sono quattro inglesi, due spagnoli, un tedesco, un olandese e purtroppo non è una barzelletta. Per noi italiani, d’altronde, c’è ben poco da ridere. Escluso dalle semifinali europee, il nostro calcio deve porsi delle domande partendo dal...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Un’occasione da non farsi sfuggire. Per giocarsi un finale di stagione da protagonista. Milan Badelj rincorre la ribalta nella Lazio che domani affronta il Chievo. Il 30enne croato è candidato a sostituire lo squalificato Leiva in cabina di regia. Gli ...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Gazzetta.it

Il declino del calcio italiano, fuori dalla fase clou delle coppe europee, va oltre i risultati sportivi. Nell’era della trasformazione del gioco in un business planetario la Serie A è rimasta ferma. L’interesse del pubblico è cresciuto ovunque,...