Perché l'influenza ci mette al tappeto?

Pubblicato domenica, 06 gennaio 2019 ‐ Focus.it

I virus che causano l'influenza - un'infezione stagionale acuta che comprende febbre alta improvvisa, sintomi respiratori e dolori muscolari, da non confondere con le più lievi sindromi parainfluenzali - entrano nell'organismo per inalazione o attraverso il contatto di mani infette con le mucose di bocca, naso e occhi. Viaggiano fino al tratto respiratorio e si legano con le cellule che ne rivestono l'epitelio, iniziando a sfruttarne la "macchina proteica" per generare particelle virali e invadere le cellule adiacenti.

 

Reazione violenta. Questo attacco produce una piccola parte di danno polmonare, ma non è l'azione dei virus a causare il pesante malessere che si accompagna all'influenza stagionale. Febbre, mal di testa, tosse e dolori muscolari sono per lo più dovuti alla risposta del sistema immunitario, necessaria per arginare l'azione dei patogeni.

 

Il primo livello di guardia che i virus incontrano coinvolge le cellule del sistema immunitario innato, come macrofagi e neutrofili. Queste cellule sono dotate di recettori che avvertono la presenza degli intrusi e sono capaci di produrre molecole specializzate nel chiamare i rinforzi, le citochine e le chemochine. Le prime organizzano l'azione di altre cellule immunitarie più specializzate (come i linfociti T), le seconde le dirigono nell'area dell'organismo interessata dall'infezione.

 

Mal di gola. Quando i linfociti T (o cellule natural killer) riconoscono le particelle virali, preparano l'attacco iniziando a proliferare nei linfonodi che circondano gola e polmoni, che per questa ragione si gonfiano e diventano doloranti. Nei giorni seguenti, i linfociti T invadono le vie respiratorie per neutralizzare le tracce virali. In questa fase si produce un danno simile a quello di una bronchite: si possono avvertire difficoltà respiratorie, l'infezione può causare un accumulo di muco e un riflesso ad espellerlo attraverso la tosse.

 

Nelle persone sane, questi sintomi sono reversibili. Se però a contrarre l'influenza è un paziente già debilitato, le conseguenze possono risultare più serie. Negli anziani, i linfociti T non sono altrettanto efficienti, e i tempi necessari a debellare il virus si possono pericolosamente prolungare.


Che cosa aspettarsi dalla stagione influenzale 2018-2019



Febbre da cavallo. Per sconfiggere l'influenza, le citochine e le chemochine prodotte dalle cellule immunitarie nelle vie respiratorie agiscono in modo sistemico: entrano nel circolo sanguigno e producono sintomi che coinvolgono l'intero organismo, come stanchezza, dolori muscolari, febbre, emicrania. Un tipo di citochina fondamentale per la risposta dei linfociti T, l'interleuchina-1, agisce anche sull'ipotalamo, una struttura cerebrale che regola la temperatura corporea: da qui l'origine di febbre e mal di testa.

 

L'effetto "ossa rotte". Un'altra citochina dalle proprietà antivirali, il fattore di necrosi tumorale alfa, causa però anche affaticamento e perdita di appetito, altri due comuni sintomi influenzali. E i dolori muscolari? Studi su modelli animali dimostrano che l'influenza porta a un incremento nell'espressione di geni che degradano il tessuto muscolare, e a una diminuzione di quelli che ricostruiscono i muscoli scheletrici. Questo potrebbe spiegare sia l'indolenzimento di braccia e gambe che precede l'influenza, sia i problemi a deambulare che a volte si accompagnano a questa infezione, nelle persone più anziane. 

 

20 bugie sulla salute che molti credono vere


Vai alla gallery (20 foto)

Tag: #Scienza

Altri articoli pubblicati da Focus.it

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Focus.it

Quando si dice che una foto vale più di mille parole: Steffen Olsen, climatologo e glaciologo del Danish Meteorological Institute, ha realizzato questo scatto la scorsa settimana, durante una spedizione di recupero di equipaggiamento scientifico da una...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Focus.it

La strada tracciata dall'Amministrazione americana sembra avere buone possibilità di essere percorsa con successo e fino in fondo: nel 2024 l'uomo tornerà sulla Luna, affermano gli Usa, o anche solo molto vicino o attorno alla Luna. Procedono i piani...

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Focus.it

Che le condizioni ambientali e lo stile di vita possano favorire l'insorgere di diabete di tipo 2 è noto da tempo: obesità, sedentarietà, smog e alimentazione inadeguata possono favorire fenomeni di insulino-resistenza, ossia la bassa ...

Pubblicato lunedì, 17 giugno 2019 ‐ Focus.it

Prima del Gran Finale e dello schianto su Saturno il 15 settembre 2017, la sonda Cassini ha sorvolato l'alta atmosfera del pianeta con gli anelli, tracciando 22 orbite nello spazio tra la sua superficie e gli anelli. I dati raccolti durante quei...

Pubblicato lunedì, 17 giugno 2019 ‐ Focus.it

Attorno al luogo di impatto di un gigantesco asteroide che piombò sulla Terra 1,2 miliardi di anni fa si è scatenata una vera "caccia al tesoro": il masso di 1-2 km di diametro impattò al largo della Scozia nord-occidentale, ma del cratere non si era...

Pubblicato lunedì, 17 giugno 2019 ‐ Focus.it

Avete paura prima di una iniezione? Quando l’ago sta per entrare, fate un colpo di tosse; il segreto per sentire meno dolore dal dentista? Prima di salire sulla poltrona, ascoltate la vostra msucia preferita. Questi...

Pubblicato lunedì, 17 giugno 2019 ‐ Focus.it

Perché i nostri lontanissimi progenitori hanno deciso di scendere dagli alberi e camminare in posizione eretta? Ammesso e non concesso che abbiano mai deciso di scendere da un qualche albero, secondo uno studio recente, sarebbe successo a causa ...

Pubblicato domenica, 16 giugno 2019 ‐ Focus.it

Ciascuno di noi potrebbe ingerire in media 5 grammi di frammenti di plastica ogni settimana: messi sul palmo della mano peserebbero circa quanto una carta di credito.   Lo dice l'analisi No Plastic in Nature: Assessing Plastic Ingestion from...

Pubblicato domenica, 16 giugno 2019 ‐ Focus.it

Astenersi dal mangiarle faceva parte del percorso di purificazione perseguito da Pitagora (filosofo greco vissuto alla fine del VI secolo a.C.) e dai suoi discepoli.   Simbolismi. All’origine del divieto ci potrebbero essere...

Pubblicato domenica, 16 giugno 2019 ‐ Focus.it

Due ore di immersione settimanale nella natura sono un toccasana per il benessere psicofisico e la qualità della vita, a prescindere da come si passi questo tempo. Che la vicinanza ad aree verdi o al mare sia un balsamo per la salute è un fatto noto,...

Pubblicato sabato, 15 giugno 2019 ‐ Focus.it

Dopo anni in cui sembrava essere passato di moda, il pianeta Venere sta tornando a destare l'interesse degli scienziati. La prima esplorazione in programma è quella dell'ISRO (l’Agenzia Spaziale Indiana) che, nel 2023, con una sonda dovrebbe entrare...

Pubblicato sabato, 15 giugno 2019 ‐ Focus.it

L’accusa di cannibalismo è sempre stata utilizzata per screditare gli avversari. Così, in tempi di guerra fredda si diffuse la diceria secondo cui “i comunisti mangiano i bambini”.   Nasceva probabilmente dal fatto che in Russia, nel...

Pubblicato sabato, 15 giugno 2019 ‐ Focus.it

Il Giro d'Italia, l'Ironman, gli Ultra trail... alcune competizioni spingono ai limiti della resistenza anche gli atleti più allenati. Ma esiste un tetto oltre al quale non è possibile arrivare? Esiste, e non è solo nella mente, come alcuni...

Pubblicato venerdì, 14 giugno 2019 ‐ Focus.it

La radioterapia è uno strumento potente e necessario per neutralizzare le cellule tumorali, ma in alcuni casi finisce per danneggiare, insieme ai tessuti malati, anche quelli sani che li circondano. Ora un...

Pubblicato venerdì, 14 giugno 2019 ‐ Focus.it

L’esame di maturità è alle porte e Studenti.it, da più di 20 anni a fianco dei ragazzi come supporto allo studio, presenta in esclusiva assoluta il nuovo brano di Lorenzo Baglioni, Maturandi.   Disponibile da oggi su tutti gli store...