Lo stress del padrone contagia anche il cane

Pubblicato sabato, 24 agosto 2019 ‐ Focus.it

Lo stress è contagioso e l'osmosi emozionale (cioè la "trasmissione di emozioni") positiva, ma anche negativa, fra individui della stessa specie è dimostrata da numerose ricerche: il topolino di campagna mostra elevati livelli di stress se il suo partner è stressato; studenti che hanno un insegnante in condizione di forte agitazione mostrano maggiori livelli di cortisolo, l'ormone dello stress; la stessa cosa succede tra mamme e figli. Passato il momento "caldo", la situazione torna alla normalità.  Ma cosa accade se la condizione stressante permane e si cronicizza? E che cosa succede se a viverla sono un essere umano e il suo cane? È possibile che lo stress si trasferisca da una specie all'altra? La risposta è sì.

 

PIcchi di stress.Come ha dimostrato uno studio della Linköping University, in Svezia, tra un padrone cronicamente stressato e il proprio cane è facile che si verifichi quella che gli scienziati chiamano "sincronizzazione interspecifica", che innalza i livelli di cortisolo anche nell'animale. Lo stress benefico, o eustress, è una condizione che tutti sperimentiamo nella vita: quando dobbiamo sostenere un esame, prima di un avvenimento importante o durante una gara sportiva. La prova biochimica è data da un picco temporaneo nella saliva e nel sangue dei livelli di cortisolo , un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali, che induce aumento della gittata cardiaca e che serve, in quel dato momento, a far fronte a una situazione anomala (risposte del tipo fight or flight, combatti o fuggi).


11 cose che fai e che al tuo cane non piacciono



Se però gli eventi "stressanti" durano troppo, la situazione si cronicizza e un esame del capello - dove il cortisolo in eccesso si accumula - può metterlo in evidenza. Nello studio svedese sono stati esaminati 58 coppie uomo-cane che condividevano la vita quotidiana. Siccome i cani erano border collie e shetland sheepdog, due razze da lavoro, i ricercatori hanno prima escluso che ci fosse un legame fra l'attività normalmente richiesta loro e l'accumulo di cortisolo nel pelo.

 

Nulla di strano! Poi hanno suddiviso i padroni in tre categorie comportamentali: nevrotici, aperti e consapevoli e hanno valutato le concentrazioni di cortisolo nelle coppie. Indovinate un po'? I padroni più nevrotici avevano cani con livelli più alti di cortisolo. La sincronizzazione era influenzata anche dal sesso: a parità di altre condizioni, le cagnoline mostravano un maggiore livello di risposte emozionali. Lo stesso accade anche fra gli scimpanzé, i ratti e gli esseri umani. In quest'ultimo caso, ipotizzano i ricercatori, il motivo sarebbe legato al diverso ruolo sociale che le femmine rivestono rispetto ai maschi. Ma perché meravigliarsi di questa sincronizzazione emozionale? Dopo tutto uomo e cane, entrambe specie altamente sociali, vivono in stretta associazione da oltre 15 mila anni (se non di più...)!

 

100 anni di evoluzione dei cani


Vai alla gallery (8 foto)


 

Tag: #Ambiente

Altri articoli pubblicati da Focus.it

Pubblicato domenica, 20 ottobre 2019 ‐ Focus.it

Si è conclusa la tappa di Trento di Focus Live 2019 al Muse: in tre giorni, da venerdì a domenica sera, abbiamo accompagnato oltre 6.000 visitatori alla scoperta e alle meraviglie della scienza. Dopo la giornata di venerdì, dedicata soprattutto alle...

Pubblicato domenica, 20 ottobre 2019 ‐ Focus.it

Il sesso è sempre stato materia di conversazione e di dibattiti, oggi diventa spesso argomento di studio per i ricercatori - basti pensare che la celeberrima università americana di Harvard, dove studiarono anche Mark Zuckerberg e...

Pubblicato domenica, 20 ottobre 2019 ‐ Focus.it

Vi è mai capitato di tornare a casa dopo un pranzo in famiglia tenendovi la pancia dolorante e maledicendovi perché avete mangiato troppo? Be', la colpa non è della cucina della nonna ma della nostra storia evolutiva. È la conclusione a cui...

Pubblicato sabato, 19 ottobre 2019 ‐ Focus.it

Quando si parla di commercio degli animali il pensiero va subito a pochi, eclatanti casi di specie portate sull'orlo dell'estinzione dal bracconaggio, per esempio gli elefanti africani e i rinoceronti. Ma la tratta di specie selvatiche è un'industria...

Pubblicato sabato, 19 ottobre 2019 ‐ Focus.it

La megattera è una delle balene più grandi, e per molti anni una delle più minacciate: nel 1966 la popolazione mondiale di Megaptera novaeangliae si era ridotta del 90%, e solo negli ultimi cinquant'anni i loro numeri sono...

Pubblicato sabato, 19 ottobre 2019 ‐ Focus.it

Uno studio da poco commissionato dall'OMS non lascia spazio a dubbi: il mondo non è pronto per fronteggiare una pandemia. Che la minaccia arrivi da un virus influenzale aggressivo come quello della Spagnola, da un patogeno subdolo e letale come Ebola,...

Pubblicato sabato, 19 ottobre 2019 ‐ Focus.it

Corallo di fuoco avvelenato... non è l'ultima maledizione di Harry Potter ma il nome comune di un fungo mortale (il Podostroma cornu-damae) che di corallo ha solo l'aspetto. Già noto agli esperti, fa notizia il luogo del suo ultimo...

Pubblicato venerdì, 18 ottobre 2019 ‐ Focus.it

Oggi nella splendida cornice del Muse di Trento ha aperto i battenti FocusLive, il nostro festival della divulgazione scientifica che, in questa tappa, si pone un obiettivo davvero ambizioso: approfondire con conferenze, spettacoli ed esperienze...

Pubblicato venerdì, 18 ottobre 2019 ‐ Focus.it

Un problema tecnico a bordo della Stazione Spaziale Internazionale ha scombinato la scaletta delle attività extraveicolari già fissate, stabilendo che il 18 ottobre 2019 sarà il giorno della prima EVA eseguita - all'esterno - soltanto da astronaute...

Pubblicato venerdì, 18 ottobre 2019 ‐ Focus.it

Di tanto in tanto sbucano fuori nuove idee per tentare di accelerare i voli spaziali fino a velocità prossime a quella della luce: questo perché siamo troppo lenti per poter raggiungere le stelle in tempi umani. Purtroppo fino a oggi tutti i progetti...

Pubblicato venerdì, 18 ottobre 2019 ‐ Focus.it

Il benessere soggettivo, ossia il grado di soddisfazione espresso da ciascuno per la propria esistenza e per le prospettive future, è legato a una migliore qualità di vita, a minori problemi di salute e a una maggiore produttività: anche per queste...

Pubblicato venerdì, 18 ottobre 2019 ‐ Focus.it

Continuano le operazioni per contenere e riparare i danni del tifone Hagibis, il più forte di quest'anno; sale il numero di vittime causate dall'alluvione e dai forti venti, che hanno raggiunto i 155 km/h sulle città. Le piogge...

Pubblicato giovedì, 17 ottobre 2019 ‐ Focus.it

«Bisogna trasformare l'informazione in conoscenza, e trasformare la conoscenza in coscienza», ha affermato il Premio Nobel per la pace Elie Wiesel, anche scrittore e saggista. Non importa quali siano i mezzi usati, è importante che ciò accada. Il...

Pubblicato giovedì, 17 ottobre 2019 ‐ Focus.it

Pulire un pavimento, asciugare una tazza, prendere un bicchiere da un armadio... Operazioni semplici ma che possono risultare impossibili a persone anziane, ammalate o disabili.   In un futuro non lontano queste categorie di persone potrebbero...

Pubblicato giovedì, 17 ottobre 2019 ‐ Focus.it

La data di consegna segnata in Agenda è il 2030. Ma sul raggiungimento dei Sustainable Development Goals (SDG), ossia i 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile che dettano il programma di lavoro ufficiale delle Nazioni Unite...