Le colate piroclastiche sono più veloci di quanto dovrebbero

Pubblicato mercoledì, 17 aprile 2019 ‐ Focus.it

I flussi piroclastici sono le valanghe di cenere, gas e rocce che possono precipitare a valle da alcuni vulcani durante un'eruzione, così velocemente che sembrano violare le leggi della fisica. I materiali di cui sono composti dovrebbero fare attrito, invece non rallentano neppure in presenza di ostacoli come alberi e rocce. I vulcanologi hanno scoperto il meccanismo che rende possibile questo comportamento: un cuscinetto d'aria tra la colata piroclastica e il terreno.

 

Il killer micidiale. Non le ceneri, né la lava: sono i flussi piroclastici il fenomeno vulcanico più letale. Sono responsabili di più del 50% delle vittime delle eruzioni: una delle prime memorie storiche che abbiamo di questi eventi risale all'eruzione che ha decimato la popolazione di Pompei e di Ercolano. Ad uccidere sono il calore e la velocità distruttiva, che a volte supera i 700 km/h.




VIDEO - Indonesia, l'eruzione del 21 gennaio 2014 dello stratovulcano Sinabung: la colata piroclastica, solo in apparenza lenta, è tanto affascinante quanto letale. Capire come si comportano questi flussi di particelle roventi può aiutare a salvare le 500 milioni di persone che si trovano nelle aree a rischio.




 

Dov'è l'attrito? Il problema fisico della velocità delle colate piroclastiche non è semplicemente un puzzle scientifico, ma uno studio che può salvare molte vite. I ricercatori dell'Università di Massey, in Nuova Zelanda, hanno creato un modello fisico per simulare il flusso piroclastico:




VIDEO - Dal secondo 0:21 è visibile l'esperimento. Il materiale usato è la polvere vulcanica dell'ultima eruzione del Taupo (Nuova Zelanda), datata al III secolo d.C. I vulcanologi hanno scaldato la polvere a 130 °C per poi liberarla su una pista lunga 12 metri: con le simulazioni, ognuna condotta con almeno 1.000 kg di polvere, i vulcanologi hanno potuto analizzare il comportamento fluidodinamico del materiale vulcanico. | Gert Lube et al, via NPG Press/Youtube




 

Effetto Hovercraft. Si è scoperto che la colata piroclastica supera l'attrito grazie a un cuscinetto d'aria che si forma fra la colata e il terreno, e che permette al flusso caldo di avanzare veloce anche su superfici frastagliate o quasi pianeggianti.

 



L'eruzione del Pinatubo del 1991 raffreddò l'atmosfera del pianeta di circa un grado centigrado.


 

«Una volta avviato, e ci impiega solo qualche millisecondo,» spiega al Guardian Gert Lube, primo firmatario dello studio pubblicato su Nature, «il cuscinetto d'aria lubrifica la colata piroclastica allo stesso modo in cui il gas che esce dai piccoli fori dei tavoli di air-hockey lubrifica il dischetto.»

 

Attenti all'aria. Dopo aver raccolto i dati, i vulcanologi li hanno inseriti in modelli computerizzati di flussi piroclastici: i risultati promettono di modificare profondamente le mappe delle aree a rischio - e con una migliore conoscenza dei segnali precursori potrebbero salvare molte vite, almeno per alcune tipologie di vulcani e di eruzioni.

 



Un'impressionante dimostrazione di potenza dello stratovulcano Calbuco, in Cile. | Francisco Negron / EPSON International Pano Awards


 

I ricercatori propongono di applicare i criteri del loro studio anche ad altri campi: nell'articolo scientifico si legge infatti che i risultati degli esperimenti suggeriscono che l'effetto "cuscinetto d'aria" sia presente anche in altri fenomeni, come frane e valanghe.

 

Sorprendenti creazioni vulcaniche


Vai alla gallery (14 foto)

Tag: #Ambiente

Altri articoli pubblicati da Focus.it

Pubblicato domenica, 26 maggio 2019 ‐ Focus.it

Sui libri di scuola il mantello terrestre è quell'involucro dalle tonalità giallo-arancio che separa il nucleo e la crosta. Ma la sua raffigurazione come uno strato omogeneo e uniforme è molto lontana dalla realtà: bisogna invece...

Pubblicato domenica, 26 maggio 2019 ‐ Focus.it

Per la prima volta è stata constatata una variazione secolare del campo magnetico di un altro pianeta, Giove: «una scoperta a cui siamo arrivati solamente grazie agli strumenti della sonda Juno, attorno a Giove dal 2016, proprio per...

Pubblicato sabato, 25 maggio 2019 ‐ Focus.it

Sono giorni difficili (o così si direbbe) per i possessori di smartphone Huawei: il divorzio tra il gigante cinese della tecnologia e Google, imposto dalla Casa Bianca lo scorso 16 maggio, sta suscitando preoccupazioni in milioni di utenti ...

Pubblicato sabato, 25 maggio 2019 ‐ Focus.it

Alito cattivo? Poco importa se mangiare aglio può aiutarci a migliorare la memoria. I ricercatori dell’Università di Louisville (Usa) affermano che consumare abitualmente aglio non solo migliora la memoria, ma...

Pubblicato sabato, 25 maggio 2019 ‐ Focus.it

Più in profondità vive una creatura acquatica, più primitivo sarà il suo sistema visivo: finora questo era uno dei pochi punti fermi di chi studia i pesci abissali, che sono impossibili da prelevare dal loro habitat naturale ...

Pubblicato venerdì, 24 maggio 2019 ‐ Focus.it

La Foresta Rossa, una zona boschiva un tempo costituita da due chilometri di pini silvestri, comincia a soli 500 metri dall'ex complesso nucleare di Chernobyl. Dopo il disastro del 1986, fu una delle aree più colpite dalla ricaduta di...

Pubblicato venerdì, 24 maggio 2019 ‐ Focus.it

Il 24 maggio 1819, duecento anni fa, nacque a Londra Sua Maestà Vittoria, regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda e imperatrice d'India. Il suo lunghissimo regno - durato 63 anni, 7 mesi e due giorni, il secondo più lungo della storia del...

Pubblicato venerdì, 24 maggio 2019 ‐ Focus.it

Che cos'è il populismo? La risposta cambia a seconda che si rivolga la domanda a uno storico o a un politologo, mentre i politici, a seconda di quanto si sentano gratificati o insultati dall'essere chiamati "populisti",...

Pubblicato venerdì, 24 maggio 2019 ‐ Focus.it

Un gruppo di scienziati alimentari che stava studiando il genoma batterico di un ceppo di Salmonella ha individuato in esso un gene che promuove la resistenza alla colistina, un antibiotico di importanza mondiale, perché...

Pubblicato venerdì, 24 maggio 2019 ‐ Focus.it

«Certo che Paperino leggerebbe una rivista scientifica! Così potrebbe vivere avventure fantastiche e straordinarie. Anche con la partecipazione di due scienziati come Archimede e Pico De...

Pubblicato giovedì, 23 maggio 2019 ‐ Focus.it

Venerdì 24 maggio 2019 gli studenti di tutto il mondo scenderanno in piazza per il secondo Global Climate Strike For Future, una manifestazione mondiale per "richiamare" gli adulti, perché siano applicate le disposizioni per arginare il...

Pubblicato giovedì, 23 maggio 2019 ‐ Focus.it

Dopo tre rinvii, si spera che questa sia la volta buona: per le 4:30 (ora italiana) del 24 maggio è previsto il lancio del razzo Falcon 9 di Space X che depositerà su un'orbita a 440 chilometri di altezza (dunque poche decine di chilometri sopra la...

Pubblicato giovedì, 23 maggio 2019 ‐ Focus.it

La prima traccia di un documento che consente di circolare su strada con un autoveicolo (dunque un... antenato della patente B!) si trova in un antico regolamento della circolazione “degli automobili” (allora la parola era di genere maschile,...

Pubblicato giovedì, 23 maggio 2019 ‐ Focus.it

In questo periodo, astrofili di ogni parte del mondo seguono con attenzione l'evoluzione della Grande Macchia Rossa di Giove: sembra che la gigantesca tempesta, in atto da almeno 350 anni, descritta con...

Pubblicato giovedì, 23 maggio 2019 ‐ Focus.it

Poter bloccare immediatamente le emorragie è essenziale nella medicina di emergenza e negli interventi chirurgici. Nella maggior parte dei casi, il sanguinamento incontrollato deriva dalla rottura di un'arteria o dalla lesione di un organo...