La nostra nuova rappresentazione della Via Lattea

Pubblicato lunedì, 11 febbraio 2019 ‐ Focus.it

Nell'immaginario collettivo la galassia che ci ospita, la Via Lattea, è vista come una specie di disco abbastanza regolare e piuttosto piatto (per quanto, un migliaio di anni luce di spessore non siano proprio "piatto"), composto da qualcosa come 200-300 miliardi di stelle (ed è solamente una stima), con un rigonfiamento al nucleo, attorno al quale ruota tutto il resto (alla velocità stimata di 828.000 km/h: la regione del Sistema Solare fa un giro completo in circa 230 milioni di anni).

 

Se però verrà confermata l'ipotesi avanzata dagli astronomi dell'Accademia cinese delle Scienze bisognerà rivedere questa rappresentazione: per gli scienziati dell'Osservatorio astronomico nazionale cinese (NAOC) la Via Lattea non è un disco ma un piatto deformato, distorto quanto più ci si allontana dal suo centro.

 



Illustrazione schematica: le dimensioni della Via Lattea e la posizione del Sole rispetto al centro galattico. | Luigi Bignami


 

La causa della distorsione sarebbe dovuta all'indebolimento della forza di gravità a mano a mano che ci si allontana dal cuore della Galassia, mentre progressivamente si fanno sentire con maggiore intensità le "forze di contorsione" del disco, col risultato che la vera forma della Via Lattea sarebbe appunto quella di un piatto deformato, quasi una "esse".

 

Xiaodian Chen, coordinatore dello studio (pubblicato su Nature Astronomy), afferma che «gli astronomi sanno bene quanto sia complesso misurare le distanze delle stelle rispetto al Sole nelle parti più esterne della Via Lattea, ma ora, grazie a un nuovo catalogo di stelle che variano la loro luminosità - le cefeidi - e per le quali è possibile determinare la distanza con un margine di errore del 5 per cento, siamo in grado di determinare la forma tridimensionale della Galassia fino alle sue regioni più periferiche».

 



Schema tridimensionale della posizione delle stelle cefeidi, che ha permesso di ottenere un quadro più preciso della morfologia della Via Lattea. Vedi: Che cosa sono le stelle cefeidi? | NAOC


Le cefeidi sono stelle di breve durata, con massa da quattro a venti volte quella del nostro Sole: sono anche 100.000 volte più luminose della nostra stella e variano di luminosità con ritmi ben precisi. Gli astronomi hanno scoperto che c'è una stretta relazione tra il periodo di variabilità e la luminosità assoluta dell'astro, e grazie a queste caratteristiche è possibile risalire con buona precisione alla loro distanza dal Sole.

 

Non è l'unica. Dal catalogo delle cefeidi, alla loro distanza e posizione relativa, alla forma della Via Lattea... Richard de Grijs, uno dei coautori dello studio, aggiunge: «Questo lavoro ha permesso di scoprire che le 1.339 stelle cefeidi studiate si dispongono nella Galassia proprio come il gas che la permea e che nelle regioni esterne della Via Lattea il disco stellare a forma di "esse" è deformato in una spirale che diventa progressivamente più contorta».

Curiosità - Le galassie sono come orologi svizzeri: grandi o piccole che siano, il "bordo" più esterno fa un giro completo attorno al centro in circa un miliardo di anni, anno più, anno meno

La "nuova" struttura della Via Lattea riporta ad alcune precedenti osservazioni di una dozzina di altre galassie che mostrano simili modelli a spirale progressivamente contorti, e fornisce una mappa fondamentale per gli studi sui moti stellari e sulle origini del disco della Via Lattea.

 

12 galassie lontane lontane


Vai alla gallery (12 foto)

Tag: #Scienza

Altri articoli pubblicati da Focus.it

Pubblicato sabato, 16 febbraio 2019 ‐ Focus.it

Negli ambienti bui e isolati delle caverne si incontrano le più curiose e tenaci forme di vita, ma quella di recente scoperta in un paio di grotte carsiche canadesi sembra batterle tutte, quanto a resilienza. L'animale, un piccolo artropode del tutto...

Pubblicato sabato, 16 febbraio 2019 ‐ Focus.it

Ammettiamolo: se c’è una cosa a cui proprio non diamo valore sono... le feci. E non a caso nel linguaggio parlato diventano spesso metafora di cose o persone di nessun valore. Siccome anche le feci non sfuggono al postulato di...

Pubblicato sabato, 16 febbraio 2019 ‐ Focus.it

Negli anni della Guerra Fredda l'arcipelago russo di Novaya Zemlya, nel Mare Glaciale Artico oltre il Circolo polare, fu usato per compiere numerosi esperimenti atomici (inclusa l'esplosione, nel 1961, della Bomba Zar, il più potente ordigno atomico mai ...

Pubblicato venerdì, 15 febbraio 2019 ‐ Focus.it

Sono stati pubblicati i risultati preliminari di un esperimento sociale durato due anni, condotto in Finlandia, con l'obiettivo di valutare nuove forme di contrasto alla disoccupazione. La Social Insurance Institution (FSII) del Paese ha reso noti gli...

Pubblicato venerdì, 15 febbraio 2019 ‐ Focus.it

Anzianotti e conservatori: è questo, in estrema sintesi, il profilo tipico del pubblicatore seriale di fake news che ha seminato zizzania sui social durante la campagna elettorale per le elezioni presidenziali americane del 2016. È quanto emerge da uno ...

Pubblicato venerdì, 15 febbraio 2019 ‐ Focus.it

È stato un saluto commovente, anche se atteso, quello dedicato dai ricercatori della NASA al rover Opportunity, prima investito e poi messo fuori uso dalla più violenta tempesta di sabbia mai documentata sul Pianeta Rosso. L'amarezza...

Pubblicato giovedì, 14 febbraio 2019 ‐ Focus.it

Nato a Pisa il 15 febbraio 1564 da famiglia di antiche origini ma mezzi modesti, Galileo Galilei era il maggiore dei sette figli di Vincenzo Galilei e Giulia Ammannati, il padre fiorentino della borghesia decaduta, la madre con due porpore cardinalizie...

Pubblicato giovedì, 14 febbraio 2019 ‐ Focus.it

Immigrazione, Europa, terrorismo e populismo. Sono quattro questioni spinose che stanno caratterizzando questo inizio del 2019. Focus Storia ne ha parlato con Stefano Polli, vicedirettore dell’Ansa. A partire dalla sfida epocale che riguarda i...

Pubblicato giovedì, 14 febbraio 2019 ‐ Focus.it

Difficile che in ambito scientifico si parli di amore senza citare a stretto giro l'ormone che sembra regolare ogni tipo di relazione affettiva: sull'ossitocina, negli ultimi 10-15 anni, si è scritto molto (spesso con enfasi...

Pubblicato giovedì, 14 febbraio 2019 ‐ Focus.it

La tradizione di San Valentino quale protettore degli innamorati risale  all'epoca romana,  nel 496 d. C., quando l’allora papa Gelasio I volle porre fine ai lupercalia, gli antichi riti pagani dedicati al dio della fertilità...

Pubblicato giovedì, 14 febbraio 2019 ‐ Focus.it

Come molte loro simili, le api del Capo (Apis mellifera capensis), una sottospecie di ape mellifera sudafricana, vivono in colonie in cui l'unico individuo fertile è la regina, che ritorna dai suoi voli d'amore per deporre le uova da cui...

Pubblicato giovedì, 14 febbraio 2019 ‐ Focus.it

Il Sistema Solare è soltanto un piccolo mucchio di polvere rapportato all'intero Universo, ma incredibilmente vasto rapportato a noi o anche all'intero pianeta Terra. Con il glossario degli oggetti del Sistema Solare abbiamo raccontato di meteore,...

Pubblicato mercoledì, 13 febbraio 2019 ‐ Focus.it

La ricerca farmacologica è divisa tra le due opposte esigenze di trovare nuovi composti per la cura di nuove e vecchie malattie, e investire in prodotti che garantiscano ricavi più o meno sicuri: capita spesso, quindi, che i farmaci appena approdati...

Pubblicato mercoledì, 13 febbraio 2019 ‐ Focus.it

Al primo posto le Filippine, al secondo il Brasile e terza la Thailandia. Solo 22° posto per l’Italia che si piazza tra Hong Kong e la Polonia. È la sintesi del Global Digital Report 2019, il...

Pubblicato mercoledì, 13 febbraio 2019 ‐ Focus.it

Il sito neolitico di Stonehenge è l'esempio più famoso di uno stile architettonico - la disposizione più o meno ragionata di grosse pietre erette, i megaliti - che si ritrova in altre 35 mila località d'Europa, dalla Sardegna alla...