Dove e come svanisce il metano di Marte

Pubblicato lunedì, 15 luglio 2019 ‐ Focus.it

Da una quindicina di anni a questa parte la questione della possibile presenza di una qualche forma di vita su Marte è al centro di molte discussioni, da quando sul Pianeta Rosso è stato rilevato il metano - un gas che può anche essere il prodotto di reazioni chimiche inorganiche, come la serpentinizzazione di alcune rocce, un processo (geologico) di interazione tra acqua, anidride carbonica e minerali come l'olivina.

 

Il metano, però, può anche essere di origine organica: un sottoprodotto della vita, grande o piccola che sia.

 

La ricerca del metano marziano, però, ha dato risultati contrastanti. I dati della sonda Mars Express e di Curiosity, ad esempio, hanno dimostrato la sua esistenza, tant'è che si è dedotto che avrebbe cicli stagionali, passando da circa 0,24 ppb (part per billions, parti per miliardo) nell'emisfero settentrionale durante l'inverno, a circa 0,65 ppb durante l'estate. Per contro, l'ExoMars Trace Gas Orbiter (il modulo principale della missione ExoMars dell'Esa) ha dimostrato il contrario: a poche centinaia di metri di quota non c'è traccia del gas. Com'è possibile?


Metano nell'atmosfera di Marte: c'è o non c'è?



Due mezze risposte. Da una parte c'è chi ritiene che la scomparsa del metano avvenga per degradazione fotochimica, ossia per la frantumazione della molecola di metano ad opera delle radiazioni ultraviolette provenienti dal Sole, in un processo che porta alla formazione di anidride carbonica, formaldeide e metanolo. In effetti è un'ipotesi realistica, e tuttavia... non dovrebbe essere così rapida da far scomparire tutto il metano, come mostrano i dati di ExoMars.

 



Fonti di metano. Per approfondire: materia organica complessa su Marte? | Nasa / Elab.: Luigi Bignami


 

D'altra parte, secondo i ricercatori dell'Università di Aarhus (Danimarca), non sarebbe solamente una questione di degradazione fotochimica: a disgregare le molecole di metano contribuirebbe anche l'azione del vento solare, capace di trasformarle in metile, metilene e carbyne. Elementi che possono reagire con alcuni minerali presenti nelle rocce marziane, una volta che sono stati ossidati dall'atmosfera del pianeta; inoltre, gli atomi di silicio (presenti in quantità nel plagioclasio) si possono facilmente legare con gli atomi di carbonio che forma il metile derivato dal metano. Questo processo porta a una veloce degradazione del metano, e spiegherebbe perché non lo si rileva a quote di poche centinaia di metri.


Una guida per la ricerca dei marziani



Le due mezze risposte, insieme, sembrano portare a una precisa conclusione: è quasi impossibile che esista una qualunque forma di vita sulla superficie del Pianeta Rosso, perché le reazioni tra i derivati del metano e le rocce producono perossidi, superossidi e altre sostanze chimiche estremamente tossiche per gli organismi viventi, batteri compresi. L'ultima parola la diranno, in ogni caso, le prossime missioni della Nasa e dell'Esa, che l'anno prossimo porteranno su Marte nuovi rover con sofisticati sistemi di analisi chimiche.

Tag: #Scienza

Altri articoli pubblicati da Focus.it

Pubblicato sabato, 24 agosto 2019 ‐ Focus.it

Grande sorpresa per chi, il 18 agosto, si trovava sulla spiaggia Eloro-Pizzuta di Noto (Siracusa). I bagnanti hanno assistito a un fenomeno davvero inusuale, la nascita di un centinaio di tartarughe comuni (Caretta caretta): inusuale perché...

Pubblicato sabato, 24 agosto 2019 ‐ Focus.it

Lo stress è contagioso e l'osmosi emozionale (cioè la "trasmissione di emozioni") positiva, ma anche negativa, fra individui della stessa specie è dimostrata da numerose ricerche: il topolino di campagna mostra elevati livelli di stress se il suo...

Pubblicato sabato, 24 agosto 2019 ‐ Focus.it

Nell'estate del 2018, dopo un viaggio di 300 milioni di chilometri durato 1.302 giorni, la sonda Hayabusa-2 ha raggiunto l'asteroide Ryugu, un piccolo oggetto di 850 metri circa di diametro: da allora, la sonda...

Pubblicato venerdì, 23 agosto 2019 ‐ Focus.it

L'Amazzonia brucia, e diversamente dagli incendi che hanno interessato diversi Paesi artici nelle ultime settimane, non si tratta di roghi spontanei. L'abbondanza di incendi che nel mese di agosto ha investito la più grande foresta...

Pubblicato venerdì, 23 agosto 2019 ‐ Focus.it

Tra i resti fossili di un piccolo dinosauro con quattro ali vissuto attorno a 125 milioni di anni fa, un Microraptor zhaoianus, poco più grande di un corvo, sono stati rivenuti i resti non ancora digeriti del suo ultimo pasto, una nuova specie...

Pubblicato venerdì, 23 agosto 2019 ‐ Focus.it

È opinione comune che molti asteroidi siano una miniera di metalli preziosi, utili e rari, tanto che l'estrazione spaziale potrebbe diventare in futuro un business al pari dell'odierna estrazione petrolifera. Per aprire la strada verso questa...

Pubblicato venerdì, 23 agosto 2019 ‐ Focus.it

Le immagini del NASA Earth Observatory mostrano impietosamente le conseguenze più evidenti dell’aumento delle temperature nelle aree più a nord del Pianeta: l'immagine simbolo è quella della totale scomparsa di un grande ghiacciaio islandese,...

Pubblicato giovedì, 22 agosto 2019 ‐ Focus.it

A scanso di equivoci: l'immagine qui sopra non è una fotografia del pianeta LHS 3844b, ma una ricostruzione affidabile e verosimile della superficie come non era mai stato fatto, con questa precisione, per nessun pianeta extrasolare di...

Pubblicato giovedì, 22 agosto 2019 ‐ Focus.it

Gli esperti della NASA stanno offrendo consulenze gratuite alle space company, le agenzie spaziali private che stanno sviluppando le tecnologie per raggiungere e superare la Luna. Così facendo, l'agenzia americana getta benzina sul fuoco della...

Pubblicato giovedì, 22 agosto 2019 ‐ Focus.it

Se lo dice il dottore... Il presupposto della maggior parte delle persone che si rivolgono a un medico è che i consigli e i farmaci prescritti, le cure e trattamenti ricevuti siano, se non certezze granitiche, almeno il frutto della migliore...

Pubblicato giovedì, 22 agosto 2019 ‐ Focus.it

Nel 2018 il numero di persone senza cibo a sufficienza è salito a 820 milioni, pari al 10,8% della popolazione mondiale. Nel 2017, erano 811 milioni: per il terzo anno di seguito i numeri della malnutrizione risultano in crescita - una...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Focus.it

Piuttosto basso, sanguigno, eccelso suonatore di mandolino. Vincenzo Peruggia, ventinovenne stuccatore e decoratore originario di Dumenza, in provincia di Varese, risponde a parecchi degli stereotipi sugli immigrati.   La mattina di lunedì 21...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Focus.it

Il lago Roopkund è una piccola perla d'acqua incastonata tra le montagne dell’Himalaya, a 5.029 metri sul livello del mare: piccola, perché è più una pozza che un lago, con i suoi 40 metri appena di diametro. Con una brutta fama,...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Focus.it

Il primo viaggio di andata e ritorno a Marte vedrà impegnata anche l’Europa, impegnata a riportare a Terra campioni di suolo marziano. Sarà un passo decisivo per verificare se sul Pianeta Rosso siano mai esistite la vita o le condizioni per...

Pubblicato mercoledì, 21 agosto 2019 ‐ Focus.it

Da alcuni anni un gruppo di scienziati dell'Università di Harvard si prepara a lanciare un pallone atmosferico a 20 km dalla superficie terrestre con l'obiettivo di rilasciare aerosol riflettenti che possano rispedire al mittente parte della...