Dalla Luna ai Simpson: 10 anniversari da celebrare nel 2019

Pubblicato sabato, 12 gennaio 2019 ‐ Focus.it

Sarà un 2019 pieno di anniversari. Leonardo Da Vinci, Internet, la Ferrari, il crollo di Wall Street, il primo Gay pride, Woodstock, i Simpson, Barbie: sembra che un bel pezzo di immaginario collettivo si sia dato appuntamento per festeggiare un anniversario, più o meno lontano, proprio nei prossimi mesi. Storie diversissime, che però - c’è da giurarci - ci appassioneranno tutti. Eccoi la nostra top 10.

 

I 40 anni del CD. È l’8 marzo 1979 quando la Philips invita la stampa internazionale per mostrare in anteprima un disco ottico da 11,5 cm e un lettore di compact disc audio. Lo scopo? Dimostrare come sia possibile utilizzare la registrazione e la riproduzione digitale per riprodurre segnali audio con una qualità stereo suberba, impensabile fino ad allora. Attraverso la collaborazione con Sony, il diametro finale del CD diventerà di 12 cm e la risoluzione inizialmente proposta di 14 bit aumenterà a 16 bit.

 



A proposito di Barbie: le sue misure sono tutt'altro che realistiche.
Se fosse una donna in carne e ossa avrebbe più di un problema anatomico... | Nickolay Lamm of MyDeals.com


I 60 anni di Barbie. Il 9 marzo 1959 fa il suo debutto alla fiera internazionale dei giocattoli di New York una bambola le cui fattezze ricordano quelle di una pin-up. L’idea è venuta a Ruth Handler, co-fondatrice di Mattel, osservando sua figlia Barbara giocare con le bambole di carta per ore. Perché non crearne una 3D? Solo nel primo anno ne verranno vendute 350 mila.

 

5 secoli senza Leonardo. Il 2 maggio 1519, Leonardo da Vinci muore ad Amboise in Francia, dove si era trasferito due anni prima su invito di re Francesco I, per cui progettò il palazzo reale di Romorantin nella valle della Loira. Leonardo portò con sé in Francia anche la Gioconda, che il re Francesco I pagò 4 mila scudi d’oro (due anni dello stipendio di Leonardo). Dunque non è vero che fu rubata.

 

Mezzo secolo di Luna. 20 luglio 1969, alle 22:18 e 4 secondi (ora italiana), la navicella Apollo 11 si posa sulla Luna. A bordo Neil Armstrong e Buzz Aldrin, che poche ore dopo passeggiano (prima volta nella storia dell'uomo) per circa due ore e mezza sul nostro satellite. Come normali turisti, i due cominciano a scattare foto: la maggior parte ritrae Aldrin, perché Armstrong aveva il ruolo ufficiale di fotografo.

 



Un momento del celeberrimo festival di Woodstock. | shutterstock


50 anni di Woodstock. Il 15 agosto 1969 il Woodstock Music Festival apre i battenti a White Lake, un villaggio nella parte settentrionale della città di Bethel (New York). I promotori John Roberts, Joel Rosenman, Artie Kornfield e Michael Lang hanno concepito il festival come un modo per raccogliere fondi per costruire uno studio di registrazione e un ritiro rock-and-roll vicino alla città di Woodstock, New York. Tra gli altri, durante la 3 giorni, partecipano: Jefferson Airplane, Who, il Grateful Dead, Sly and the Family Stone, Janis Joplin, Jimi Hendrix, Creedence Clearwater Revival che ne fanno il più importante festival musicale della storia.

 

E pensare che l'evento stava per saltare, che dopo che sia Woodstock sia la vicina città di Wallkill avevano negato il permesso di organizzarlo. Poi l’allevatore Max Yasgur venne in soccorso all'ultimo minuto, offrendo l'accesso ai suoi 600 acri di terra a Bethel. Fu un successo: erano previsti 50.000 spettatori, ne arrivarono 500 mila.

 

50 anni di internet. Il 29 ottobre 1969, nelle viscere del dipartimento di informatica dell'UCLA, davanti a uno schermo monocromatico verde, un giovane studente, Charley Kline prende il telefono e chiama il laboratorio informatico di Stanford. Si sta preparando a inviare, affiancato da un suo professore, Leonard Kleimrock, il primo messaggio tramite una connessione Internet. Dall’altro capo c’è Bill Duvall: entrambi lavorano per ARPANET (Advanced Research Agency Network), una rete finanziata dal Dipartimento della Difesa statunitense che collega 4 terminali indipendenti installati presso UCLA, Stanford, Università della California e Università dello Utah. Kline tenta di inviare la parola "login" ma riesce a inviare solo "L" e "O" prima che la connessione tra i terminali si interrompe. Qualche ora dopo però l’esperimento riesce e si manifesta la prima, rudimentale, forma di internet.

 

 



Il modello LaFerrari prodotto dalla casa del Cavallino Rampante dal 2013 al 2016. | shutterstock


90 anni di Ferrari. Il 16 novembre 1929 Enzo Ferrari, pilota e rappresentante Alfa Romeo per l’Emila e le Marche, fonda a Modena la società “Scuderia Ferrari”: l’idea è di fornire auto ed "esternalizzare" l'assistenza ai clienti Alfa Romeo che vogliano cimentarsi nelle corse.

 

Il debutto avverrà qualche mese dopo (il 15 gennaio 1930) durante la IV Mille Miglia con le auto Alfa Romeo 6C 1750.

 

Il primo pirata informatico. È il 28 novembre 1999 quando Jeffrey Gerard Levy, studente 22enne dell’Università dell’Oregon (Usa) viene condannato da un tribunale americano a rinunciare per due anni a internet e al masterizzatore CD come punizione per la distribuzione illegale online di MP3 e altro materiale protetto da copyright. Levy si è dichiarato colpevole in agosto, diventando - senza saperlo - la prima persona condannata ai sensi del No Electronic Theft Act del 1997, la legge antipirateria federale americana. E gli va di lusso. Come spiegherà il procuratore, se le autorità fossero state in grado di valutare con maggiore precisione quanto materiale aveva distribuito, avrebbero potuto condannarlo a 3 anni prigione e comminargli una multa di 250.000 dollari.

 

30 anni di Simpson. Il 17 dicembre 1989 Fox Network trasmette il primo episodio della serie animata TheSimpsons, intitolato Roasting on an Open Fire (Un Natale da cani), che riceve ben due nomination agli Emmy, gli Oscar della tv americana. In seguito la serie di Matt Groening entrerà più volte nel guinness dei primati guadagnando titoli strampalati come i suoi protagonisti. Dal record per "Più celebrità partecipanti ad una serie animata" a quello di Lee Weir, cittadino di Auckland (Nuova Zelanda), con i suoi 41 tattoo che ritraggono Homer Simpson in ogni possibile smorfia e situazione.

 


Test! Quante ne sai sui Simpson?



 

150 anni di chewing gum. Il 28 dicembre 1869 il dentista statunitense William Semple brevetta la prima formula della gomma da masticare moderna. La “ricetta” di Semple consiste nello sciogliere gomme vegetali in nafta e alcol fino a raggiungere la consistenza della gelatina. Poi si mescolano gesso in polvere, radice di liquirizia in polvere e altri materiali per fornire consistenza e sapore. Infine, si lasciano evaporare i solventi - nafta e alcol - in modo che il materiale gelatinoso si asciughi e si indurisca. Semple era sicuro che la gente avrebbe comprato la gomma non solo per masticare per divertimento, ma anche per mantenere i denti puliti e l’alito fresco.

 

Le grandi invenzioni che non hanno fruttato nulla ai loro creatori


Vai alla gallery (8 foto)


 

 

Tag: #Cultura

Altri articoli pubblicati da Focus.it

Pubblicato lunedì, 18 marzo 2019 ‐ Focus.it

Nuova Via della Seta è l'espressione coniata dalla stampa italiana per raccontare la Belt and Road Initiative (BRI), un ambizioso programma del governo cinese che vuole finanziare con oltre 1.000 miliardi di...

Pubblicato lunedì, 18 marzo 2019 ‐ Focus.it

Un piccolo studio preliminare compiuto dai ricercatori dell'Imperial College London fornisce nuovi indizi sul perché un trattamento usato per lenire i sintomi del Parkinson su pazienti che non trovano giovamento dai farmaci sia somministrato, con buoni...

Pubblicato lunedì, 18 marzo 2019 ‐ Focus.it

I batteri pericolosi che popolano gli scarichi fognari e i liquami di allevamento e agricoltura possono "scroccare" un passaggio sulle innumerevoli microplastiche che ormai abitano i nostri mari, e portarsi così da un capo all'altro della...

Pubblicato lunedì, 18 marzo 2019 ‐ Focus.it

Il Sole ci investe con un flusso continuo di particelle, un flusso talvolta molto energetico. Tra le conseguenze più spettacolari, le aurore polari sono fenomeni innocui, che tuttavia possono "accompagnarsi" a problemi più seri quando...

Pubblicato domenica, 17 marzo 2019 ‐ Focus.it

Che cosa succede nel nostro cervello quando vediamo un'opera d'arte, o quando ci appassioniamo a un argomento? È possibile “manipolare” la nostra mente per convincerci a fare qualcosa? E come cambiano i nostri comportamenti quando ci sono di mezzo i ...

Pubblicato domenica, 17 marzo 2019 ‐ Focus.it

Da uno studio da poco pubblicato su Review of Economic Studies, che ci tocca da vicino e che ci vede tra i protagonisti, emerge che gli Stati USA che storicamente hanno accolto più migranti europei ci hanno guadagnato in innovazione,...

Pubblicato domenica, 17 marzo 2019 ‐ Focus.it

L’ultima in ordine di tempo è la scoperta, qualche giorno fa, di 1.500 tartarughe legate con lo scotch e stipate in 4 valigie: partite dall’aeroporto di Hong Kong sono arrivate fino a Manila, nelle Filippine, dove qualcuno le ha poi ...

Pubblicato domenica, 17 marzo 2019 ‐ Focus.it

Non esistono tecnologie né metodi che permettano di prevedere i terremoti: è meglio chiarirlo subito e, finché non cambierà qualcosa, tutte le volte che se ne parla. Ci sono però delle novità: l'evoluzione dei sistemi di...

Pubblicato sabato, 16 marzo 2019 ‐ Focus.it

In uno studio preliminare su un numero piuttosto ristretto di pazienti, i ricercatori dell'Imperial College London hanno analizzato gli spermatozoi di un gruppo di 50 uomini, le cui partner avevano vissuto tre o più aborti spontanei consecutivi....

Pubblicato sabato, 16 marzo 2019 ‐ Focus.it

Prima o poi sarebbe dovuto accadere. E così è stato: alcuni emoji col passare del tempo hanno assunto loro malgrado un significato equivoco. Succede con le parole e i gesti da sempre. Già Cicerone nelle sue lettere stigmatizzava la...

Pubblicato sabato, 16 marzo 2019 ‐ Focus.it

Che cosa succede quando due galassie si scontrano? La Via Lattea, la nostra galassia, e quella di Andromeda, per esempio, sono in rotta di collisione e tra 2-3 miliardi di anni si incontreranno in un abbraccio totale. Possiamo farci un'idea di quello che ...

Pubblicato venerdì, 15 marzo 2019 ‐ Focus.it

Greta Thunberg, la 16enne svedese che con i suoi sit-in davanti al Parlamento svedese ha dato vita al movimento dei #FridaysForFuture, sfociato nello sciopero mondiale per il clima di venerdì 15 marzo, è stata candidata al Nobel per la Pace. La...

Pubblicato venerdì, 15 marzo 2019 ‐ Focus.it

Ringiovanire anziché invecchiare. Riaggiustare un uovo scivolato dalle mani. Spingere indietro la lava eruttata da un vulcano. Il tornare indietro o, più in generale, i processi che permettono di tornare da un sistema caotico a uno ordinato, sono...

Pubblicato venerdì, 15 marzo 2019 ‐ Focus.it

Negli ultimi decenni abbiamo scoperto quasi 4.000 esopianeti: corpi più o meno grandi che orbitano attorno a stelle lontane. Sappiamo però che ci sono anche pianeti che vagano solitari nel cosmo, i pianeti interstellari: se ne...

Pubblicato venerdì, 15 marzo 2019 ‐ Focus.it

Nell'agosto 2018, Greta Thunberg, una ragazza svedese di 15 anni, cominciò una protesta solitaria per il clima davanti al Parlamento a Stoccolma: ogni venerdì si preparava per andare a scuola, ma poi sedeva in strada accanto a un cartello che chiedeva...