Com'è nata la tradizione delle uova di Pasqua?

Pubblicato martedì, 16 aprile 2019 ‐ Focus.it

Le origini dell’uovo di cioccolato sono da ricondurre al re Sole, Luigi XIV. Fu lui che per primo, a inizio Settecento, fece realizzare un uovo di crema di cacao al suo chocolatier di corte. L'usanza di regalare le uova a Pasqua però è più antica e si perde nel lontano Medioevo.


Leggi anche: Perché la Pasqua 2019 non era il 24 marzo?



La scelta di regalare un proprio uovo non è casuale. Fin dall'antichità questo alimento ha ricoperto un valore simbolico enorme. In alcune culture Terra e Cielo, unendosi, formavano proprio un uovo, simbolo di vita. Per gli antichi Egizi l'uovo era invece l'origine di tutto e il fulcro dei quattro elementi (aria, acqua, terra e fuoco). Siccome in Primavera la natura risorge, i Persiani amavano poi regalarsi proprio delle uova, simbolo di nuova vita.

 



Resurrezione, un affresco di Pietro della Francesca. | WikiMedia


Rito cristiano. Il cristianesimo affianca queste tradizioni e le reinterpreta alla luce delle Nuove Scritture. L'uovo diventa così il simbolo che meglio coglie il significato del miracolo della Resurrezione di Cristo.

 

L'usanza di regalarsi uova si diffonde a partire dal Medioevo, in Germania. Qui tra la gente comune la consuetudine era distribuire uova bollite, avvolte in foglie e fiori in modo che si colorassero naturalmente. Tra i nobili e gli aristocratici invece si diffuse l'abitudine di fabbricarne alcune di argento, platino o oro, decorate.

 



Alta gioielleria a corte degli zar di Russia: l'uovo dell'orafo Fabergé. Grazie anche a questi oggetti, Fabergé divenne la più grande gioielleria della Russia. Oltre alla sede di San Pietroburgo, Fabergé aveva altri distaccamenti a Mosca, Odessa, Kiev e Londra. | WikiMedia


Uovo matrioska? Questa tradizione è arrivata fino al XIX secolo e nella Russia degli zar l'arte della loro fabbricazione ha raggiunto vette ineguagliabili. Merito dell'orafo di corte Peter Carl Fabergé (1846-1920), incaricato dallo zar Alessandro III di preparare per la zarina delle meravigliose uova decorate (la collezione imperiale vanta 52 esemplari stupefacenti). Il primo uovo realizzato era in platino smaltato di bianco.

 

Al suo interno conteneva un altro uovo, questa volta in oro, il quale conteneva altri due doni: una riproduzione della corona imperiale e un pulcino d'orato. La produzione di Fabergé fu enorme: si interruppe solo nel 1918 quando la Casa Fabergé venne nazionalizzata dai bolscevichi: l'orafo non si riprese mai dallo shock della Rivoluzione Russa e morì due anni dopo.

 

E il regalo? Se oggi nell'uovo di Pasqua troviamo una sorpresa è insomma meritò di Fabergé. Ma non tutti su questo, concordano. C'è chi ricorda come già nel Settecento dalle parti di Torino c'era infatti l'usanza di inserire un piccolo dono dentro le uova di cioccolato.

 

Secondo quest'altra interpretazione potrebbero essere stati quindi proprio i Piemontesi, maestri nell'arte del cioccolato, i primi a lanciare la moda delle uova pasquali con sorpresa.

Tag: #Cultura

Altri articoli pubblicati da Focus.it

Pubblicato domenica, 26 maggio 2019 ‐ Focus.it

Sui libri di scuola il mantello terrestre è quell'involucro dalle tonalità giallo-arancio che separa il nucleo e la crosta. Ma la sua raffigurazione come uno strato omogeneo e uniforme è molto lontana dalla realtà: bisogna invece...

Pubblicato domenica, 26 maggio 2019 ‐ Focus.it

Per la prima volta è stata constatata una variazione secolare del campo magnetico di un altro pianeta, Giove: «una scoperta a cui siamo arrivati solamente grazie agli strumenti della sonda Juno, attorno a Giove dal 2016, proprio per...

Pubblicato sabato, 25 maggio 2019 ‐ Focus.it

Sono giorni difficili (o così si direbbe) per i possessori di smartphone Huawei: il divorzio tra il gigante cinese della tecnologia e Google, imposto dalla Casa Bianca lo scorso 16 maggio, sta suscitando preoccupazioni in milioni di utenti ...

Pubblicato sabato, 25 maggio 2019 ‐ Focus.it

Alito cattivo? Poco importa se mangiare aglio può aiutarci a migliorare la memoria. I ricercatori dell’Università di Louisville (Usa) affermano che consumare abitualmente aglio non solo migliora la memoria, ma...

Pubblicato sabato, 25 maggio 2019 ‐ Focus.it

Più in profondità vive una creatura acquatica, più primitivo sarà il suo sistema visivo: finora questo era uno dei pochi punti fermi di chi studia i pesci abissali, che sono impossibili da prelevare dal loro habitat naturale ...

Pubblicato venerdì, 24 maggio 2019 ‐ Focus.it

La Foresta Rossa, una zona boschiva un tempo costituita da due chilometri di pini silvestri, comincia a soli 500 metri dall'ex complesso nucleare di Chernobyl. Dopo il disastro del 1986, fu una delle aree più colpite dalla ricaduta di...

Pubblicato venerdì, 24 maggio 2019 ‐ Focus.it

Il 24 maggio 1819, duecento anni fa, nacque a Londra Sua Maestà Vittoria, regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda e imperatrice d'India. Il suo lunghissimo regno - durato 63 anni, 7 mesi e due giorni, il secondo più lungo della storia del...

Pubblicato venerdì, 24 maggio 2019 ‐ Focus.it

Che cos'è il populismo? La risposta cambia a seconda che si rivolga la domanda a uno storico o a un politologo, mentre i politici, a seconda di quanto si sentano gratificati o insultati dall'essere chiamati "populisti",...

Pubblicato venerdì, 24 maggio 2019 ‐ Focus.it

Un gruppo di scienziati alimentari che stava studiando il genoma batterico di un ceppo di Salmonella ha individuato in esso un gene che promuove la resistenza alla colistina, un antibiotico di importanza mondiale, perché...

Pubblicato venerdì, 24 maggio 2019 ‐ Focus.it

«Certo che Paperino leggerebbe una rivista scientifica! Così potrebbe vivere avventure fantastiche e straordinarie. Anche con la partecipazione di due scienziati come Archimede e Pico De...

Pubblicato giovedì, 23 maggio 2019 ‐ Focus.it

Venerdì 24 maggio 2019 gli studenti di tutto il mondo scenderanno in piazza per il secondo Global Climate Strike For Future, una manifestazione mondiale per "richiamare" gli adulti, perché siano applicate le disposizioni per arginare il...

Pubblicato giovedì, 23 maggio 2019 ‐ Focus.it

Dopo tre rinvii, si spera che questa sia la volta buona: per le 4:30 (ora italiana) del 24 maggio è previsto il lancio del razzo Falcon 9 di Space X che depositerà su un'orbita a 440 chilometri di altezza (dunque poche decine di chilometri sopra la...

Pubblicato giovedì, 23 maggio 2019 ‐ Focus.it

La prima traccia di un documento che consente di circolare su strada con un autoveicolo (dunque un... antenato della patente B!) si trova in un antico regolamento della circolazione “degli automobili” (allora la parola era di genere maschile,...

Pubblicato giovedì, 23 maggio 2019 ‐ Focus.it

In questo periodo, astrofili di ogni parte del mondo seguono con attenzione l'evoluzione della Grande Macchia Rossa di Giove: sembra che la gigantesca tempesta, in atto da almeno 350 anni, descritta con...

Pubblicato giovedì, 23 maggio 2019 ‐ Focus.it

Poter bloccare immediatamente le emorragie è essenziale nella medicina di emergenza e negli interventi chirurgici. Nella maggior parte dei casi, il sanguinamento incontrollato deriva dalla rottura di un'arteria o dalla lesione di un organo...