Volontari tra spiagge e bar per la fase 2: chi sono gli assistenti civici volontari in arrivo Parte il reclutamento per 60 mila persone

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Nei parchi, nelle spiagge libere e nelle zone della movida: un esercito di sessantamila volontari sta per essere schierato a vigilare «con gentilezza» nelle zone più a rischio assembramenti di città e luoghi di vacanza e sostenere la parte più debole della popolazione nella Fase 2. Ma la attorno alla figura degli «assistenti civici» — che saranno reclutati con un bando della Protezione civile — si stanno già addensando numerosi interrogativi. Saranno più simili ai gendarmi o avranno una funzione di educatori civici? Potranno fare le multe? E sopratutto, come li riconosceremo? Ecco qualche chiarimento in base alle informazioni rese note.

Con la Fase 2 dell’emergenza coronavirus - che vede le città incamminarsi verso una nuova normalità - arriva una nuova figura professionale a tempo: l’«assistente civico». Saranno tutti volontari, che offriranno ai Comuni e agli enti locali la possibilità di potenziare i controlli nelle strade, nelle spiagge e nei luoghi della movida. Potranno poi essere utilizzati per potenziare l’assistenza alle categorie più fragili, dagli anziani ai bambini.



In settimana sarà lanciato il nuovo bando per 60mila assistenti civici. Proprio come per il bando per i medici e poi quello per gli operatori sanitari — che ha raccolto migliaia di adesioni nella battaglia contro il Covid -19 nel momento maggiore emergenza negli ospedali italiani — il reclutamento sarà coordinato dalla Protezione Civile che indicherà alle Regioni le disponibilità su tutto il territorio nazionale. L’accordo per il bando è stato raggiunto tra il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia e il presidente dell’Anci Antonio Decaro, sindaco di Bari.«È il momento di reclutare tutti quei cittadini che hanno voglia di dare una mano al Paese, dando dimostrazione di grande senso civico» spiega Boccia.
I volontari e verranno impiegati dai sindaci per le attività sociali e per collaborare al rispetto del distanziamento sociale: li potremo vedere al mare a regolare l’accesso alle spiagge libere o davanti ai parchi e ai mercati a contare gli accessi. Daranno sostegno poi alla parte più debole della popolazione consegnando spesa e pacchi di prima necessità. «I Comuni, attraverso l’Anci, potranno avvalersi del contributo degli assistenti civici per far rispettare tutte le misure messe in atto per contrastare e contenere il diffondersi del virus, a partire dal distanziamento sociale» ha spiegato il ministro Boccia.
Il bando è rivolto «a inoccupati, a chi non ha vincoli lavorativi, anche percettori di reddito di cittadinanza o chi usufruisce di ammortizzatori sociali». Alla selezione possono partecipare « tutti i soggetti maggiorenni e residenti o domiciliati in Italia». Non è richiesto alcun titolo di studio. I partecipanti dovranno avere «dimora abituale» nel Comune dove intendono prestare supporto e questo garantisce una maggiore conoscenza del territorio.
Gli «assistenti civici» non riceveranno alcun compenso. I volontari presteranno il loro «supporto» a titolo gratuito sino ad un massimo di tre giorni a settimana, e per non più di 16 ore settimanali, sulla base delle indicazioni fornite da ciascun Comune nel quale operano. Saranno «coperti» dall’Inail in caso di infortuni e avranno una polizza assicurativa di responsabilità civile verso terzi in caso di eventi che lo richiedano.
I Comuni. A loro spetterà la « pianificazione, organizzazione, formazione ( ove necessaria), coordinamento e monitoraggio delle attività svolte dagli assistenti civici». Saranno sempre i comuni a comunicare alla Protezione civile di quanti volontari hanno bisogno e ad attivare poi le necessarie assicurazioni (Inail e responsabilità civile verso terzi). Funzioni che però richiedono risorse economiche e di personale.
I volontari saranno poi ben riconoscibili dai cittadini perché indosseranno una casacca o un fratino con dietro la scritta «assistente civico» e davanti il logo della Protezione civile nazionale, dell’Anci e del Comune in cui prestano il servizio.
No. Gli assistenti civici non sono vigili e nemmeno «ronde di controllo». Sono volontari «distributori di buona educazione» spiega il presidente Decaro. Il ministro Boccia aggiunge: «Ci ricorderanno, con gentilezza, nei luoghi di assembramento che occorre ancora qualche sacrificio per tutelare i nostri cari e non vanificare gli sforzi fatti fin qui».

I volontari sono a «tempo»: non potranno operare, infatti, oltre il termine dello stato di emergenza dichiarato dal Consiglio dei ministri. Il termine, salvo proroghe, è quello del 31 luglio.

Tag: #Cronache

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Dalla setta australiana detta «Chiesa della Salute», finita in un’inchiesta per avere venduto come «Miracolosa soluzione minerale» anti-Covid una bibita a base di candeggina; alla Corea del Sud, dove i seguaci del culto Shincheonji, 300 mila...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

La wagon del Leone sta vivendo (bene) l’ultima parte di carriera: il prossimo anno dovrebbe essere presentata la nuova generazione, molto probabilmente con il debutto dell’ibrido. Intanto continua a riscuotere successo per la linea piacevole e un...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Un bambino di tre anni è caduto, intorno alle 10 di lunedì, dal balcone di casa, al quinto piano. È accaduto in una palazzina di via Cavallotti, a Casalpusterlengo, nel Lodigiano. Lo ha reso noto l’Areu, spiegando che il piccolo è stato soccorso in ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il Coronavirus ha dato una forte spallata a tutti i settori economici, ma l'alimentare è quello che si è maggiormente trovato coinvolto nel cambiamento repentino delle abitudini dei cittadini, anche per via delle restrizioni e delle misure di sicurezza ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

L’11 maggio era un lunedì. «Fine del lockdown per noi professionisti. Sono risalito in sella a Ciconicco, frazione di Fagagna, Udine, dove mi ero chiuso a casa della mia fidanzata Elena (Cecchini, ndr). Qualche pedalata, una sensazione stranissima,...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

«È chiaro che io vorrei evitare chiusure a tutela di chi sta lavorando, però è altrettanto chiaro che questo weekend non è stato “sereno” e che non possiamo immaginarne un altro così». Beppe Sala tra poche ore incontrerà il prefetto di Milano ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Si parla molto di assembramenti e luoghi a rischio contagio e non a torto si citano casi di focolai originatisi in chiese, palestre, ristorantie, in genere, luoghi chiusi e affollati dove si rimane per un certo periodo di tempo. Un gruppo di casi di...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il libro Poter capire, voler spiegare. Walter Tobagi quarant’anni dopo, dedicato al giornalista ucciso dai terroristi il 28 maggio 1980, viene presentato in anteprima lunedì 25 maggio a Milano (ore 17) con un incontro, presso la Sala Buzzati, tramesso ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Potrebbe essere un’incredibile storia di guerra. Oppure un’avvincente spy story, un intrigo internazionale. O forse il racconto di una sopravvivenza in condizioni al limite dell’impossibile. Di certo Saturn, alligatore di 84 anni morto l’altro...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Gli alunni che hanno frequentato quest’anno ormai giunto alle fasi finali sono dunque ammessi alla classe successiva, ha sancito l’ordinanza ministeriale del 16 maggio, anche quelli con insufficienze più o meno numerose o gravi, per i quali i...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il test di Medicina quest’anno si farà sotto casa:«Stiamo mettendo a punto un sistema per cui gli studenti iscritti alla prova di ingresso possano svolgere il test nelle università della propria regione di residenza senza doversi spostare». Lo...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Un pollo è un pollo, qualcuno potrebbe pensarla semplicemente così. Ma per molte persone assume invece grande importanza il modo con cui è stato allevato. E per tanti motivi: etici, compassionevoli, salutistici o per la tutela dell'ambiente. Per...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il rombo cupo e ritmato come il battito cardiaco non c’è più. Soppiantato da un ronzio più simile a un sibilo. L’Harley Davidson del futuro è silenziosa come un oggetto tecno a batteria. Si chiama LiveWire, ha un motore a magneti permanenti che...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Attualmente, in italia, abbiamo tre situazioni pensionistiche: con la riforma Dini, chi alla fine del 1995 aveva almeno 18 anni di contributi è rientrato nel sistema retributivo e, per la riforma Fornero, ha il calcolo della pensione contributiva solo a ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

«Scherzando, dicevo a Elena che era come una bollicina di champagne: spinge sempre per uscire. Ecco, anche stavolta è andata così». Laforza di Graziella Viviano è questa invincibile capacità di trovare un senso anche nelle disgrazie e trasformarlo...