Torino torna in piazza per il Sì alla Tav. Conte: Lega? Nessun problema

Pubblicato venerdì, 11 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

«Non è un problema che scenda in piazza la Lega, o il Movimento o i cittadini», dice sulla Tav il presidente del consiglio Giuseppe Conte, assicurando che il «governo si esprimerà» con una «valutazione trasparente». Ma la manifestazione in programma stamattina a Torino diventa una prova generale dell’eventuale referendum sul completamento dell’Alta velocità ferroviaria con Lione proposto dal presidente del Piemonte, Sergio Chiamparino.
Un test che arriva in un momento di grandi scintille tra i due azionisti del governo, Lega e Movimento 5 Stelle, anche sulle trivelle con Matteo Salvini che bacchetta gli alleati: «Non si può dire sempre no». Il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli dice che l’analisi sulla Tav verrà «completata entro fine gennaio», ma il Movimento 5 Stelle conferma la sua contrarietà. Mentre in Piazza Castello la Lega ci sarà. A guidare la delegazione sarà Riccardo Molinari, capogruppo alla Camera e segretario del Carroccio piemontese. Con lui ci saranno i parlamentari locali ma non i big nazionali. Una scelta dettata dalla volontà di non portare materialmente in piazza la spaccatura nella maggioranza. Accompagnata dalla precisazione, un po’ acrobatica, che si tratta di una presenza «non politica» ma solo di una conferma della linea sempre sostenuta. Del resto i governatori leghisti di Lombardia e Veneto, Attilio Fontana e Luca Zaia, hanno già dato il loro ok all’ipotesi del referendum.


La spaccatura è chiara e il leader del partito Matteo Salvini la ricorda ancora una volta: «Io voglio un’Italia del sì che vada avanti e non indietro». Anche se poi lascia la porta aperta alla mediazione aggiungendo che «nessuno pretende che il progetto non si tocchi». Tradotto: lo stop ai lavori non è un’opzione possibile per la Lega tanto più in un momento in cui si moltiplicano i segnali di rallentamento dell’economia. Ma qualche aggiustamento è possibile, magari da validare poi con il referendum sul quale lo stesso Salvini ha già dato parere favorevole.
La manifestazione di oggi è organizzata dalle sette madamin del comitato «Sì Torino va avanti», insieme all’ex sottosegretario ai Trasporti del governo Berlusconi Mino Giachino, gli stessi promotori della protesta che lo scorso 10 novembre ha raccolto 40 mila persone. L’iniziativa — tecnicamente un flash mob — non ha un marchio politico. Circa un centinaio i Comuni che hanno dato la loro adesione. La stragrande maggioranza (79) sono del Piemonte, compresi alcuni della Val di Susa, attraversata dalla linea ferroviaria, tra i quali Chiomonte, Giaglione e Sant’Antonino. Quattro i comuni lombardi, Milano, Varese, Lecco e Bergamo, che sarà rappresentata direttamente dal sindaco Giorgio Gori. Quattro i comuni anche della Liguria, Genova compresa. E quattro pure dal Veneto, dove per Venezia a scendere in piazza sarà il sindaco Luigi Brugnaro, eletto nel 2015 per il centrodestra.
Il sindaco più a Sud è quello di Ascoli Piceno, nelle Marche. Città lontana dalla Torino—Lione anche se il primo cittadino, Guido Castelli (Forza Italia) ne fa una questione di principio sulle sviluppo del Paese, oltre ad essere tra i possibili candidati alle elezioni regionali del prossimo anno. Spigolature a parte, per Forza Italia ci saranno anche il presidente della Liguria, Giovanni Toti, e le due capogruppo alla Camera e al Senato, Mariastella Gelmini e Anna Maria Bernini. Per Fratelli d’Italia ci dovrebbe essere il piemontese Guido Crosetto. Mentre dal Pd si annuncia la presenza del candidato alla segreteria Maurizio Martina.

Tag: #Politica

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Corsa contro il tempo per l’apertura di Matera 2019 Open Future. Turni rinforzati per concludere i lavori e prove in piazza per la serata evento di Raiuno, in diretta a partire dalle 18.55, nella quale il presidente della Repubblica Sergio Mattarella,...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

«Atteggiamento spocchioso», «Parole disarmanti», «Frase stupida», «C’è tutto il fallimento del Pd», «Si calpestano gli italiani», «Non sa che cosa vuol dire povertà e disperazione». Sono alcuni dei 2.270 commenti che su Twitter Maria...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Sarà Roberto Tomasi, già direttore generale, il nuovo amministratore delegato di Autostrade per l’Italia (Aspi), al posto di Giovanni Castellucci, dimissionario, dopo la catastrofe del crollo del Ponte Morando di Genova. Alla nomina procederà il...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

«Siamo europei. Il destino dell’ Europa è il destino dell’Italia». Così si apre il «Manifesto per la costituzione di una lista unica delle forze politiche e civiche europeiste alle elezioni europee» di Carlo Calenda. Con il sottotitolo-slogan:...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Alvaro Lojacono, uno dei due brigatisti rossi condannati per la strage di via Fani e l’omicidio Moro fino a oggi sfuggiti alla giustizia italiana (l’altro è Alessio Casimirri) rompe il suo silenzio: lo fa con un’intervista esclusiva pubblicata dal ...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Il corpo carbonizzato di una donna è stato trovato venerdì pomeriggio nella campagne di Erbusco, paese bresciano della Franciacorta, terra di pregiati vitigni. È stato un uomo che faceva jogging lungo via Lovere a lanciare l’allarme dopo aver...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Kalidou Koulibaly resta squalificato: respinto il ricorso dopo l’espulsione di San Siro. Il difensore del Napoli, che salterà il confronto di domenica sera con la Lazio, aveva perso la testa, a suo dire, per i cori razzisti subiti a San Siro durante...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Prima di tutto occorre sfatare il preconcetto che gli hotel di fascia alta siano immuni dai micro-organismi e che se si paga di più per una stanza, si ha la certezza di averla più pulita. «In realtà i reporter investigativi hanno scoperto che non è...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Il settore degli smartwatch non è mai realmente esploso. Però ci sono delle compagnie, come Fossil, che con la tecnologia al polso sono riuscite a diversificare la produzione. Il lavoro della texana è andato talmente avanti che un big dell’hi-tech...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Un uomo di 55 anni si è dato fuoco a Praga in piazza San Venceslao. Secondo alcuni testimoni, si è cosparso di un liquido infiammabile e poi ha acceso il rogo. Le fiamme sono state spente dai passanti. L’uomo è stato soccorso e portato in ospedale, ...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Sono stati condannati a pene comprese tra i 5 e i 9 anni di carcere i quattro giovani imputati per l’aggressione a coltellate, calci e pugni ai danni di Niccolò Bettarini, dello scorso 1° luglio davanti alla discoteca «Old Fashion» di Milano. Lo ha ...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Un decreto che scontenta tutti, al netto dei tassisti. Si tratta della riforma della disciplina degli «autoservizi pubblici non di linea» immaginata dal governo. Impone una serie di vincoli al noleggio con conducente che penalizza la concorrenza,...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Per i genitori di Mario, che non hanno mai creduto alla tesi del suicidio, è la notizia più attesa. Svolta nel caso della morte di Mario Biondo, il cameraman italiano trovato impiccato a Madrid nel maggio del 2013. Sarà indagato il medico legale che...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

LIVORNO – Sarà giudicata il 1 marzo Fausta Bonino, l’infermiera accusata di aver ucciso con iniezioni di eparina dieci pazienti ricoverati all’ospedale di Piombino. E’ stata l‘avvocato della Bonino, Cesarina Barghini, a chiedere e ottenere al...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Vedendo la foto sui social, in molti hanno pensato che il 71enne Arnold Schwarzenegger avesse deciso di accettare la #10YearsChallenge, postando un'immagine di se stesso in versione bodybuilder. Un errore del tutto comprensibile, visto che la posa e i...