Terna dice stop alle bottigliette: la battaglia contro la plastica si combatte anche in azienda

Pubblicato sabato, 12 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Numeri da paura, ma nel senso green: 125 mila bottiglie d’acqua e altrettanti bicchieri di plastica. Che, messi insieme, fanno qualcosa come quattro tonnellate di rifiuti all’anno, e circa 13.500 chilogrammi di CO2 che non verranno immessi in atmosfera. Sono i numeri-obiettivo di Terna, società che gestisce la rete elettrica nazionale, la quale ha recentemente dichiarato guerra all’utilizzo della plastica monouso, con il progetto “Plastic free”. Un obiettivo nato all’inizio di dicembre scorso ed in perfetta sintonia (ma anche in netto anticipo) con ciò che sta accadendo nel resto dell’Europa, dove, piatti, forchette, bicchieri e cannucce di plastica monouso saranno vietati. Tutto molto bello certo, ma rispetto a Terna, soltanto a partire dal 2021.
Nel resto del mondo? In Giappone, con una Olimpiade quasi alle porte (2020), la potentissima signora Koike, governatrice di Tokyo, soltanto pochi giorni fa ha iniziato una vera e propria campagna contro la plastica nelle caffetterie. Messa subito al bando. Via. Troppo inquinante. Così come a New York, i ristoratori e gli esercizi commerciali avranno tempo fino al 30 giugno per adeguarsi al «Foam Ban», il decreto che cancellerà dai tavoli vassoi e bicchieri realizzati in polistirene espanso e schiuma. Lo stesso nostro ministero dell’Ambiente, ad ottobre scorso, ha dichiarato di liberarsi definitivamente dalla plastica, invitando enti, comuni ed istituti scolastici a fare altrettanto. 


E dalle grandi alle piccole città, un po’ in tutta Italia, in molti hanno risposto positivamente all’appello del ministero. Milano, già a novembre scorso ha approvato all’unanimità un ordine del giorno all’insegna del plastic free. Stessa cosa, da febbraio prossimo, anche a Siracusa. Mentre in Toscana, a Castiglione della Pescaia, esercenti, attività commerciali, artigianali e di somministrazione di alimenti e bevande, non potranno più distribuire ai clienti materiali plastici usa e getta. Spostandoci in Puglia, nel Tarantino, sia il capoluogo, sia Grottaglie, città celebre per la sua ceramica artistica, hanno deciso di dichiarare guerra alla plastica monouso. 
C’era già stato chi aveva iniziato a muoversi, diciamo, in solitudine — perché i tempi non erano ancora maturi — intorno ad una idea di utilizzo della plastica riciclata o riciclabile. «Re-drink», per esempio, una start up modenese, ha trovato il modo di allungare la vita dei bicchieri di plastica in ufficio. In che modo? Grazie a un copri bicchiere al quale agganciare il bicchiere in plastica per proteggerne il contenuto e permetterne il riutilizzo. Un’altra azienda, invece, «Spin-Pet», nata come spin-off all’Università di Pisa, è da anni impegnata nella ricerca e nella progettazione di materiali plastici da riciclo e rinnovabili. Recentemente, all’interno del progetto europeo «Supertex», ha progettato un tessuto con materiali plastici di scarto, costituito di fibre di alta qualità e a bassa infiammabilità. 
Ma torniamo a Roma, in via Galbani, quartiere generale di Terna, dove, dallo scorso 7 dicembre, settecento persone, mentre bevono il caffè, fanno pausa pranzo a mensa e si dissetano, stanno anche dando una mano all’ambiente. Niente più bicchieri e bottiglie di plastica monouso, al loro posto posate bicchieri in carta compostabile e posate d’acciaio. Tra le utili novità, la borraccia in acciaio inossidabile al posto delle bottigliette d’acqua in plastica. Dagli erogatori di acqua, naturale o minerale, calda o fredda, si possono, infatti, riempire le settecento borracce, contrassegnate dalle iniziali dei dipendenti. 
La visione «Plastic free» di Terna non si ferma qui. Presto saranno coinvolte nel progetto, le altre sedi del Gruppo, raggiungendo e coinvolgendo 4 mila persone. Inoltre, l’attenzione alla sostenibilità («che per noi vuol dire attuare comportamenti e azioni concrete», ricorda Luca Torchia, responsabile relazioni esterne e Sostenibilità della società che gestisce la rete elettrica nazionale) è rappresentata anche dalla raccolta differenziata: i cestini per la carta sono stati sostituiti da un unico raccoglitore posizionato all’interno degli uffici. Inoltre, sono stati organizzati punti di raccolta in tutti i piani dell’edificio di via Galbani per i residui rifiuti di plastica, carta, umido e indifferenziato. 
E se non si può parlare di sostenibilità «senza una visione da umanesimo rinascimentale delle cose: dalle diverse declinazioni di welfare per i dipendenti all’apertura e all’incontro con il territorio nel quale Terna si trova ad operare» — spiega Torchia — di fatto, la rivoluzione plastic free si potrebbe dire che è decollata. Basterebbe chiederlo ad Hi-Fly, la compagnia aerea portoghese che, lo scorso 26 dicembre, ha inaugurato il primo volo plastic free: da Lisbona a Natal, in Brasile. I passeggeri non credevano ai loro occhi: dalle posate ai bicchieri, dalla saliera fino allo spazzolino da denti, non c’era traccia di plastica. Solo biodegradabilità in alta quota. Non è stato un esperimento. Continueranno. I polimeri sono avvisati, plastic free ha preso il volo.

Tag: #Corriere

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

È morto domenica 20 gennaio, a 78 anni, in seguito alle complicazioni legate al morbo di Parkinson, l’ex agente della Cia Tony Mendez, protagonista della vera operazione «Argo» («Canadian Caper»), da cui aveva preso spunto Ben Affleck per il film ...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Gli unici ad agire concretamente in dissenso rispetto alla linea sui migranti dei 5 Stelle, allineata a quella della Lega, sono i senatori Elena Fattori, Paola Nugnes e Gregorio De Falco (quest’ultimo ex, dopo l’espulsione). Nei giorni scorsi hanno...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Eugenio FumagalliArrestato il 26enne che ha causato l’incidente sulla Milano-Meda ed è fuggito subito dopo, lasciando due giovani fidanzati intrappolati nella loro Fiat Seicento. La Polizia Stradale ha arrestato Davide Provenzale per fuga ed omissione ...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Politiche attive addio. E pensare che sembravano l’unico obiettivo in grado di mettere d’accordo i diversi partiti del lavoro. L’assegno di ricollocazione è la “dote” da spendere in formazione e orientamento, presso il collocamento pubblico o...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

I colori del mare, lo scintillio del sole al tramonto, le divise... ops, costumi rossi dei protagonisti come non li abbiamo mai visti. Torna in tv la squadra dei Los Angeles County Lifeguards (da lunedì 21 gennaio alle 15.10 su Spike, canale 49 del...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Gli sciatori che salgono sul Monte Hermon hanno trovato le seggiovie chiuse per un giorno. E’ l’unica misura di sicurezza imposta dai militari, per il resto al confine con la Siria la vita – è ancora un ordine – deve continuare come sempre. O...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Un uomo solo con il suo tamburo e la sua protesta, circondato da un gruppo di studenti, con i cappellini rossi del trumpiano «Make America Great Again». Venerdì 18 gennaio, Washington, inizia il «weekend delle marce»: gli anti-abortisti «pro life» ...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

«Nelle canzoni parlo di me, se poi il mio compagno si chiama Gigi D’Alessio è un problema di altri». Anna Tatangelo mette in chiaro le cose. La cantante si prepara al suo settimo Festival di Sanremo dove porterà «Le nostre anime di notte», brano...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Ecco, ci siamo, oggi 21 gennaio 2019 è il Blue Monday il giorno più triste dell’anno, che cade il terzo lunedì del mese di gennaio. L’origine di questa celebrazione tanto malinconica (che però ha davvero poco di scientifico) e tutta inglese è da ...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

In banca i prezzi salgono ancora. Negli ultimi tre mesi, fra novembre e il 16 gennaio scorso, è aumentato del 3,7% (a 142 euro l’anno) l’Indicatore sintetico di costo annuo (Isc, valore indicativo) dei migliori conti correnti allo sportello per le...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

La basilica si svelerà passo passo, salendo dall’ampia scalinata che porterà i viaggiatori fuori dal fossato della Pusterla fin sul piano stradale. «Sarà un’apparizione spettacolare», assicura la soprintendente Antonella Ranaldi. Cambia infatti...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Il professor Bernardo Rocco, ordinario di urologia all’Università di Modena e Reggio Emilia, ci parla di questa patologia molto diffusa e della prevenzione possibile. Il professore illustra anche i sintomi e le tecniche per la diagnosi....

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Tiene banco da giorni lo scontro via social tra Heather Parisi e Lorella Cuccarini, portato avanti da entrambe con messaggi al vetriolo su Twitter. Ma la rivalità tra le showgirl di «Fantastico» non è una novità dell'ultim'ora: da più di 30 anni...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Un mondo senza Roger Federer, cioè senza lampi di luce, non è necessariamente un mondo di tenebre, però è più buio. Strizzando gli occhi per vedere, ci abitueremo allo strapotere atletico di Novak Djokovic, alle bordate di Sasha Zverev, alla vodka...

Pubblicato lunedì, 21 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

La Cina rallenta ancora: il Pil nell’ultimo trimestre del 2018 è cresciuto solo del 6,4 per cento. Il dato complessivo dell’anno è 6,6% (-0,2 rispetto al 6,8 del 2017). Come al solito la statistica ufficiale si può leggere in due modi: ha superato ...