Sala: «Restituirò i diritti ai migranti, da Milano parte la nuova sinistra»

Pubblicato venerdì, 11 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

MILANO - Beppe Sala lancia la sua sfida al governo. E pungola il centrosinistra a rinnovarsi, e a darsi una mossa, se vuol tornare alla guida del Paese. Lo fa da piazza della Scala, dove in centinaia (tremila, secondo gli organizzatori) raccolgono l’appello all’unità del Pd cittadino e salutano con un’ovazione il sindaco. Sotto il palco sventolano le bandiere di varie anime della sinistra e di tante sigle della società civile: le Acli, l’Anpi, Legambiente, Arci. «#Uniti» è il titolo hashtag della manifestazione in cui Sala promette che «se toglieranno diritti ai migranti, io glieli restituirò in qualche modo». E lancia con orgoglio il modello milanese come alternativa al fronte populista giallo-verde. Perché «è Milano — dice — il luogo da dove può ripartire un pensiero di sinistra e un’idea diversa di società».

In piazza c’è da contestare i tagli imposti dalla manovra economica, le tasse al non profit, gli attacchi alle Ong e gli effetti del decreto Sicurezza. Sul primo fronte, Matteo Salvini ribatte a muso duro all’allarme lanciato nei giorni scorsi proprio da Sala: «Ci sono più soldi per i Comuni — commenta il ministro dell’Interno —. Il 99 per cento dei sindaci è contento, poi c’è qualche sindaco distratto in cerca di visibilità che la pensa diversamente». La risposta di Sala arriva dal palco: «Questa finanziaria aiuta i piccoli Comuni, contro cui non ho niente. Ma la crescita nasce dalle grandi città, non valorizzarle vuol dire farsi male da soli, perché è con il loro traino che potremo tenere di fronte ai segnali di rallentamento».

L’ultimo incontro avuto ieri a Roma però ha confermato la dimensione del colpo di scure: «Cinquanta-sessanta milioni di euro» in meno che impongono alla giunta di correre ai ripari. «Non possiamo e non vogliamo intervenire sulle tasse — mette in chiaro — ma le vie non sono molte»: maggiori dividendi dalle società partecipate, turn over ridotto dei dipendenti comunali in uscita, e mettere mano ai servizi. «Ma se siamo la città più vivibile — aggiunge riferendosi a uno dei recenti riconoscimenti conquistati — è perché i servizi funzionano, quindi sarebbe delittuoso toccarli, ma da buon padre di famiglia devo far quadrare i conti».

È nelle critiche alla stretta impressa dal Viminale sul capitolo immigrazione con il decreto Sicurezza che emerge con nettezza la linea che il centrosinistra in generale dovrebbe seguire per puntare al governo: «Non siamo qua solo per opporci e contestare, siamo qua ad avanzare idee e proposte, il nostro modello di sviluppo e solidarietà insieme». E allora niente disobbedienza. Palazzo Marino non si accoderà ai Comuni «ribelli»: «Non sono per la disobbedienza. Se ci sarà da ricorrere, potremo farlo». Si studierà invece «una via legale» per restituire ai richiedenti asilo quei diritti che verranno loro tolti, anche se «avremo ancora più costi».


Infine c’è la strigliata rivolta al Pd («Siamo vicini alle Europee: voglio sapere oggi i candidati, non dopo le primarie») e al centrosinistra tutto, chiamato a una «rivoluzione». «Dobbiamo cambiare. È giusto non flagellarci, ma serve cambiare perché chi governa ha apparentemente saputo interpretare i bisogni della gente. Io voglio vincere, e servirà tempo, ma troviamo una formula per allargare l’insegnamento concreto di Milano».

Tag: #Milano #Politica

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Corsa contro il tempo per l’apertura di Matera 2019 Open Future. Turni rinforzati per concludere i lavori e prove in piazza per la serata evento di Raiuno, in diretta a partire dalle 18.55, nella quale il presidente della Repubblica Sergio Mattarella,...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

«Atteggiamento spocchioso», «Parole disarmanti», «Frase stupida», «C’è tutto il fallimento del Pd», «Si calpestano gli italiani», «Non sa che cosa vuol dire povertà e disperazione». Sono alcuni dei 2.270 commenti che su Twitter Maria...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Sarà Roberto Tomasi, già direttore generale, il nuovo amministratore delegato di Autostrade per l’Italia (Aspi), al posto di Giovanni Castellucci, dimissionario, dopo la catastrofe del crollo del Ponte Morando di Genova. Alla nomina procederà il...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

«Siamo europei. Il destino dell’ Europa è il destino dell’Italia». Così si apre il «Manifesto per la costituzione di una lista unica delle forze politiche e civiche europeiste alle elezioni europee» di Carlo Calenda. Con il sottotitolo-slogan:...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Alvaro Lojacono, uno dei due brigatisti rossi condannati per la strage di via Fani e l’omicidio Moro fino a oggi sfuggiti alla giustizia italiana (l’altro è Alessio Casimirri) rompe il suo silenzio: lo fa con un’intervista esclusiva pubblicata dal ...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Il corpo carbonizzato di una donna è stato trovato venerdì pomeriggio nella campagne di Erbusco, paese bresciano della Franciacorta, terra di pregiati vitigni. È stato un uomo che faceva jogging lungo via Lovere a lanciare l’allarme dopo aver...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Kalidou Koulibaly resta squalificato: respinto il ricorso dopo l’espulsione di San Siro. Il difensore del Napoli, che salterà il confronto di domenica sera con la Lazio, aveva perso la testa, a suo dire, per i cori razzisti subiti a San Siro durante...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Prima di tutto occorre sfatare il preconcetto che gli hotel di fascia alta siano immuni dai micro-organismi e che se si paga di più per una stanza, si ha la certezza di averla più pulita. «In realtà i reporter investigativi hanno scoperto che non è...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Il settore degli smartwatch non è mai realmente esploso. Però ci sono delle compagnie, come Fossil, che con la tecnologia al polso sono riuscite a diversificare la produzione. Il lavoro della texana è andato talmente avanti che un big dell’hi-tech...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Un uomo di 55 anni si è dato fuoco a Praga in piazza San Venceslao. Secondo alcuni testimoni, si è cosparso di un liquido infiammabile e poi ha acceso il rogo. Le fiamme sono state spente dai passanti. L’uomo è stato soccorso e portato in ospedale, ...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Sono stati condannati a pene comprese tra i 5 e i 9 anni di carcere i quattro giovani imputati per l’aggressione a coltellate, calci e pugni ai danni di Niccolò Bettarini, dello scorso 1° luglio davanti alla discoteca «Old Fashion» di Milano. Lo ha ...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Un decreto che scontenta tutti, al netto dei tassisti. Si tratta della riforma della disciplina degli «autoservizi pubblici non di linea» immaginata dal governo. Impone una serie di vincoli al noleggio con conducente che penalizza la concorrenza,...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Per i genitori di Mario, che non hanno mai creduto alla tesi del suicidio, è la notizia più attesa. Svolta nel caso della morte di Mario Biondo, il cameraman italiano trovato impiccato a Madrid nel maggio del 2013. Sarà indagato il medico legale che...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

LIVORNO – Sarà giudicata il 1 marzo Fausta Bonino, l’infermiera accusata di aver ucciso con iniezioni di eparina dieci pazienti ricoverati all’ospedale di Piombino. E’ stata l‘avvocato della Bonino, Cesarina Barghini, a chiedere e ottenere al...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Vedendo la foto sui social, in molti hanno pensato che il 71enne Arnold Schwarzenegger avesse deciso di accettare la #10YearsChallenge, postando un'immagine di se stesso in versione bodybuilder. Un errore del tutto comprensibile, visto che la posa e i...