Roma: il gabbiano mangia il topo e il netturbino filma | Video

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Corriere.it

Dopo l’«incontro ravvicinato» del vicepremier Matteo Salvini con un gabbiano alquanto aggressivo, sul tetto del Viminale, i bianchi volatili tornano a far parlare di sé nella capitale in balia degli animali. La scena è stata girata in piena notte, dagli operatori di una squadra dell’Ama addetta alla raccolta dei rifiuti nel centro storico. Ore 3,10 del 18 giugno 2019, piazza della Moretta, a pochi metri dallo storico liceo Virgilio: «Attento, guarda! Ha preso il sorcio al volo e ora se lo sgranocchia! Che schifo!» Il predatore, un gabbiano piuttosto pienotto, sta trotterellando in mezzo alla strada con qualcosa nel becco: sì, è proprio un topo. Uno dei milioni di ratti che ormai si incontrano quotidianamente nei pressi dei secchioni, sotto le auto, in entrata o in uscita dalle caditoie.
L’operatore ecologico si trasforma, per una manciata di secondi, in operatore video et voilà!, il filmino è pronto. «I gabbiani, come anche i topi - racconta il “regista” con la divisa arancione della municipalizzata rifiuti - ormai non hanno più nessuna paura di noi umani. Ho fermato la spazzatrice e, quando mi sono avvicinato per riprenderlo, l’uccello non ha fatto una piega. Si è voltato, ha saltellato ancora un po’ in tutta tranquillità, fino a che se l’è sistemato per benino nel becco e si è alzato in volo, con il topo ondeggiante in aria...»



Di solito, racconta un altro dipendente Ama presente al momento del pasto, «i gabbiani se la prendono con i piccioni, ne troviamo a decine scuoiati sui sampietrini». Però, ultimamente, «i topi sono talmente aumentati che evidentemente hanno stimolato l’appetito...» Il primo netturbino, l’autore della ripresa video, aggiunge: «Spesso, quando facciamo la raccolta dei sacchi, oppure mentre spazziamo sotto i cassonetti, vediamo i topi che ci guardano, ci fissano a lungo, e allora cominciamo a tirare calci per farli allontanare». Dal cielo e dalle fogne: ormai è una guerra che ha per palcoscenico gli angoli più belli di Roma. «La più infestata è piazza Navona, lì i sorci escono dai tombini a gruppi e hanno dimensioni giganti, non come quello piccoletto di stanotte a piazza della Moretta» Un altro problema di igiene è legato ai cestini dell’antiterrorismo, allestiti con la busta di nylon visibile dall’esterno: «So’ sempre bucati, perché i gabbiani li puntano in cerca di qualcosa da mangiare: gli avanzi di cibo così si spargono ovunque e ci costringono a ripulire la zona attorno, col risultato che non si può far tutto...» Già, girando col naso turato in città, nelle vicinanze dei tanti cassonetti stracolmi, si vede...

Tag: #Roma #Cronaca

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

Queste le pagelle della Juventus dopo la vittoria in rimonta contro il Lokomotiv Mosca, 2-1 nella terza giornata di Champions League:Szczesny: 6 Due tiri, un gol. Non è colpa sua. Il terzo è centrale, roba facile. Cuadrado: 6,5 Spinta...

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

Alle porte e sulle finestre delle case di via Santa Maria ci sono i sacchi di sabbia. I vecchi rimedi funzionano ancora. «Ormai abbiamo esperienza» dice quasi con orgoglio Mario Gualco, pensionato. «A quelli in basso ci devi mettere sotto dei panni,...

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

Sagrestia con luci fioche, scansie di tomi, il profumo dolciastro dell’incenso. C’è una campana che suona lontano. Il giovane frate francescano si volta con un’autentica aria da frate francescano: «Potrei dirle una bugia, e sarebbe comunque un...

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

Soffre ancora, la Juventus, ma vince. Va sotto con il Lokomotiv Mosca alla mezzora, si ritrova e passa in vantaggio con un doppio Dybala tra il 77’ e il 79’. Per quasi 50’ è timorosamente terza in classifica, finisce prima riagganciando...

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

La grande mostra del Louvre rilancia il secolare mistero sul presunto «Salvator Mundi» di Leonardo da Vinci: qui c’è, non c’è e forse arriverà. Nella mostra dedicata ai 500 anni dalla morte dell’artista (domani l’inaugurazione) un «Salvator ...

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

QAMISHLI - I giochi sono fatti. Il regime di Bashar Assad si espande a raggiera nel cuore di Rojava. Il sogno di una regione autonoma curda in una Siria federale viene sconfitto. Fa da padrino la Russia: Vladimir Putin assume il ruolo di mediatore, pur...

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

Dopo un anno riparte il dialogo tra le procure del Cairo e di Roma sull’omicidio Regeni. Il procuratore generale egiziano Hamada al Sawi - ha infatti invitato il procuratore capo di Roma ad un incontro al Cairo «al fine di confermare la volontà di...

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

La corsa contro il tempo per la Brexit affronta un altro passaggio parlamentare. Questa sera la Camera dei Comuni ha detto sì al Withdrawal Agreement Bill, in pratica il testo dettagliato dell’accordo per la separazione consensuale tra Londra e...

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

Nel libro dei Guinness dei primati sono presenti i nomi di coloro che hanno portato a termine i record più disparati. La maggior parte sono illustri sconosciuti, ma non mancano le star di Hollywood. A questi è dedicata l'ultima rassegna di «Business...

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

Dal punto di vista sartoriale un matrimonio invernale è un vero e proprio campo minato, perché bisogna riuscire a rimanere al caldo pur sfoggiando l'outfit scelto e senza sentirsi infagottati, evitando al tempo stesso il total black. Insomma, un...

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

Non è dimostrabile che la questione abbia a che fare con i cambiamenti climatici planetari. Di sicuro c’è che il cambiamento di posizione di un faro ultracentenario in Danimarca ha fatto il giro del mondo dei media. La costa esposta all’erosione...

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

La Cassazione ha confermato la prima sentenza affermando che il «Mondo di mezzo» non è mafia. In primo grado la presidente della decima sezione penale, Rosaria Ianniello, aveva respinto l’ipotesi di un’associazione mafiosa, sostenendo...

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

Il triplice confronto dei club italiani con la «new wave» austro-tedesca (Inter e Roma contro i due Borussia e Napoli - di nuovo - contro il Red Bull Salisburgo) è una buona occasione per risalire a un fiume dalla doppia sorgente (come la Moldava) che ...

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

Dolorosa svolta nel giallo sulla scomparsa di Luciana Fantato, la casalinga 59enne di Gambolò (PV) della quale non si avevano più notizie dal 10 novembre 2017. Gli esami del Dna sul corpo ritrovato lo scorso 23 giugno in un’area golenale del torrente ...

Pubblicato martedì, 22 ottobre 2019 ‐ Corriere.it

A poche ore dalla scadenza del cessate il fuoco (le 22 locali, le 21 in Italia), deciso da Ankara dopo una trattativa con gli Stati Uniti, le forze curdo-siriane hanno annunciato di essersi ritirate dalla zona di sicurezza nel nord-est del paese come...