«Quando Roma era un modello» Veltroni: il declino della Capitale

Pubblicato martedì, 18 giugno 2019 ‐ Corriere.it

C’è stato un tempo in cui Roma cresceva economicamente, in Pil e occupazione, tre volte di più del resto del Paese. Una stagione che il New York Times aveva ribattezzato «una specie di Rinascimento» e in cui il sindaco della capitale d’Italia appariva sulla copertina del Time insieme ai «Big city bosses» di Londra, Berlino, Parigi e Stoccolma. «Per 15 anni Roma è stata un modello per il Paese e per il mondo», ha detto Walter Veltroni di fronte al pubblico milanese ieri in Galleria Vittorio Emanuele, Libreria Rizzoli. 1993-2008: parla di questa epoca d’oro e in particolare dei giorni di Walter Veltroni al Campidoglio, succeduto a Francesco Rutelli che aveva determinato la ripresa della capitale, il nuovo libro del primo segretario del Pd. Roma. Storie per ritrovare la mia città (Rizzoli) è stato presentato ieri in un confronto con il sindaco di Milano Beppe Sala, insieme al direttore del Corriere Luciano Fontana e alla responsabile dei programmi giornalistici Sky per l’Europa Sarah Varetto.
Un’occasione per riflettere sul «passaggio di testimone del buon governo» — lo definisce Veltroni — tra le due città, ma anche per sperare in un ipotetico futuro tandem: «Venni da sindaco della Capitale a Milano per parlare del “modello Roma”, anni dopo tornai per sostenere la candidatura di Milano all’Expo. Sono due città talmente diverse che se vanno insieme sono imbattibili. Mi auguro che Roma possa tornare a essere un riferimento e guidare, con Milano, la rinascita del Paese».



Oggi è il capoluogo lombardo a fare da modello. Nell’Italia della crescita a zero o allo 0,1%, «la Lombardia è tornata da anni ai livelli pre-crisi e Milano registra numeri importanti», ricorda Varetto. «Un apparente paradosso — spiega Beppe Sala —: durante una crisi, chiunque vada bene, ne coglie i frutti, e noi stiamo andando bene. Gli stranieri che devono investire oggi in Italia vengono a Milano, che nel 2018 ha visto il 48% degli investimenti nell’immobiliare arrivare da operatori internazionali. I nostri dati dipingono al tempo stesso una situazione molto positiva per noi e molto negativa per l’Italia».
Ma cosa è successo a Roma? Alla «stagione dei sindaci — ricorda il direttore Fontana —, un’epoca straordinaria, di grande investitura, è seguito il degrado della classe dirigente». Per il sindaco di Milano il problema non può solo essere riconducibile a una scarsa efficienza, per non dire inesistenza, dei servizi di base: Roma sconta l’essere «un po’ cinica, non si cura di aprire le porte a chi arriva. Milano lo fa, in primis con il lavoro. E oggi non funzionano le città belle, funzionano quelle vive». Tra gli obiettivi del nuovo libro di Veltroni, c’è quello di smontare l’idea della Capitale ingovernabile: «È un alibi. Allo stesso modo non parlerei di cinismo tipicamente romano. Piuttosto il degrado della Capitale ha a che fare con lo spirito del tempo: qualsiasi comunità è reattiva al messaggio che le si manda. All’epoca integrare era il mio obiettivo. Poi a Roma è successo il contrario: la classe dirigente ha preferito lanciare messaggi che facessero leva su altri sentimenti, come la paura».
Un buon sindaco, spiega Sala, deve saper essere in simbiosi con la sua città, avere visione del futuro «e soprattutto saperla raccontare». Una missione che Veltroni intende come «tre mestieri insieme: l’architetto (perché devi progettare il cambiamento), l’artigiano e il sarto, in particolare per cucire centro e periferie. Perché le periferie rinascono solo se si spostano lì funzioni cittadine». Un sfida aperta, non solo per Roma.

Tag: #Cronache

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

L’unico sorriso di una giornata nera Matteo Salvini lo dispensa affidando le sorti del governo a una metafora meteorologica: «Guardate che bel cielo... La finestra è sempre aperta, se non si lavora ne trarremo le conseguenze». La finestra è quella...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

«È importante essere più obiettivi nei dibattiti». La neoeletta presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha indicato quale sarà il suo modo di affrontare i dossier europei in un’intervista concessa al consorzio Lena, che...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Se le danno di santa ragione per tutta la giornata, come una coppia che sta per andare in frantumi, sempre sull’orlo di una crisi di nervi, o di governo, in questo caso. La parola chiave è crisi, ormai sulla bocca sia Salvini che di Di Maio. Ore...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

«Quando nostra figlia è nata eravamo molto giovani, ma è stato il regalo più grande che potessimo ricevere», racconta tra le lacrime Paolo Codognola, un passato da portiere del Chievo Verona. La sua Swami, 17 anni, è morta martedì all’alba...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Quando ieri tutto sembrava perduto, quando la prima tappa pirenaica aveva già generato il centesimo sbadiglio (fuga inutile e imprendibile, big addormentati, salite facili e troppo lontane dal traguardo per far selezione), il Tour de France ha giocato...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Magari se si arriverà al nuovo stadio semi-interrato, alto solo 30 metri, con 12mila posti vip, e un’area completamente nuova attorno cambierà idea. Oggi però Silvio Berlusconi ha uno sguardo inevitabilmente sentimentale mentre torna nella sua...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

MILANO — Tra un impegno politico e l’altro, in questi giorni Silvio Berlusconi si è dedicato anche alla sua nuova passione calcistica, il Monza, maturata dopo le delusioni patite in un recente passato con il Milan. Lunedì, prima di volare a...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Avremo modo nei prossimi giorni di occuparci dei programmi dedicati al 50° anniversario del primo passo dell’uomo sulla Luna, «un’impresa che cambiò il mondo per sempre». Intanto, ci piace riproporre un brano di Giorgio Manganelli (tratto da...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

L’ appello che lanciammo due anni fa al Governo di allora — Il ritorno alla terra. Opportunità per i giovani, Corriere della Sera, 14.10.2017 — è rimasto inascoltato. Proponevamo alcuni interventi per favorire il ritorno alla terra e al lavoro...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Caro Aldo, sono passati 17 anni dall’assassinio di Pim Fortuyn e, le confesso, continuo a credere che non solo l’Olanda ma la stessa Europa abbiano perso un possibile grande leader. Qualcuno potrà rinfacciarmi che Fortuyn sia stato un precursore ...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Tre mesi dopo l’incendio che ha fatto crollare la guglia di Notre-Dame, la cattedrale più celebre al mondo resta al centro delle attenzioni di politici, cittadini, media, esperti d’arte. Martedì il Parlamento ha adottato in via definitiva il...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

«Sono con Marisa Laurito, siamo abbattuti, ma confortati dal fatto che Luciano se ne sia andato avendo intorno i suoi amici. Sono stati 14 giorni di sofferenza...». Il vostro primo incontro era un classico che lui amava raccontare: vi ritrovaste a una...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Quello squillo che ti perseguita. Quel continuo chattare a testa in giù, con gli occhi incollati allo schermo, magari senza accorgersi che intorno ci sono la bellezza del Canal Grande o l’empireo delle Dolomiti. Schiavi dello smartphone. Sempre in...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Le voci di un suo possibile ritorno in Formula 1 si rincorrevano da settimane, tanto da scomodare Helmut Marko, manager della Red Bull, che aveva dovuto dichiarare che per lui nella scuderia austriaca posto non ce n’era. Ma adesso è lo stesso pilota...

Pubblicato giovedì, 18 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Il Principato di Monaco si prepara a ospitare il secondo matrimonio reale dell'anno, dopo quello di Charlotte Casiraghi con il produttore Dimitri Rassam, che si sono sposati civilmente l'1 giugno scorso alla Rocca di Monaco, mentre la cerimonia religiosa ...