Pochi i tamponi destinati ai privatiBloccati gli esami nelle aziende

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

«Sono in grande difficoltà, non so che cosa farà il laboratorio. E che cosa dico ai lavoratori in attesa dell’esito del test sierologico?». A parlare è Luciano Lozar, 69 anni, medico del lavoro che segue circa un migliaio di dipendenti di grosse aziende in Lombardia. Ne sta accompagnando professionalmente alcune che hanno deciso di affidarsi a centri privati per sottoporre i lavoratori agli esami del sangue. Obiettivo: rintracciare chi ha gli anticorpi al coronavirus e quindi ha «incontrato» il Covid-19. È una delle possibilità regolamentate dalla delibera regionale del 12 maggio. «Ho rispettato tutte le indicazioni, poi siamo partiti» racconta il medico. La settimana scorsa sono stati organizzati i primi turni di prelievi del sangue. Poi giovedì l’Ats di Milano ha inviato ai laboratori una circolare con alcune precisazioni e tutto si è dovuto fermare. Perché? Il nodo sta nella disponibilità dei tamponi, utili a dire chi in questo momento ha l’infezione e può trasmettere il virus. Chi offre i test del sangue deve poi garantire anche questo secondo esame.
Sono una cinquantina i laboratori, pubblici e privati, che fanno parte della rete regionale e analizzano tamponi e non è facile aumentare il volume di lavoro, anche per la mancanza diffusa dei «reagenti» necessari. Come si legge nella nota dell’Agenzia di tutela della salute, i privati che già lavorano per la sanità pubblica possono avviare l’offerta di esami a pagamento solo dopo aver sottoscritto con l’Ats un contratto di scopo, in cui specificano che l’ottanta per cento dei tamponi «in più» analizzati deve comunque essere destinato al pubblico e il rimanente venti può essere venduto a cittadini o aziende. La richiesta del contratto preventivo, sottolineano da Ats, garantisce che non vengano tolte risorse al sistema sanitario regionale, come previsto nella delibera del Pirellone. «Si invitano le strutture — prosegue la circolare — a non dare avvio all’erogazione di tali prestazioni in regime extra Sistema sanitario regionale prima della conclusione delle istruttorie con Ats». Molti laboratori però non hanno ancora firmato il contratto e così hanno dovuto sospendere i test.



È il caso del centro a cui si è rivolta l’azienda seguita da Lozar. «Ho in ballo una settantina di prelievi, cosa devo fare? La circolare dell’Ats arriva in ritardo rispetto alla delibera, che non conteneva queste specifiche». Sono diversi i laboratori che hanno dovuto sospendere i test sierologici per le aziende e i cittadini. Tra questi c’è Humanitas, come segnalato ieri da Il Giorno. Hanno bloccato le nuove prenotazioni anche il Centro diagnostico italiano e l’Auxologico, che specifica: «Abbiamo già preso contatto con Ats e confermata la nostra disponibilità sia per sottoscrivere il contratto integrativo nei termini previsti dalla delibera regionale, sia per proseguire ed ampliare la collaborazione in corso». Nessuno stop invece per Multimedica, che spiega di aver «adempiuto a tutte le indicazioni». Al momento però solo due privati, Synlab e Cerba, avrebbero già siglato l’accordo. Il sistema adottato dal Pirellone non piace agli esponenti del Partito democratico. «La sorveglianza sui luoghi di lavoro dovrebbe essere in capo alla Regione tramite le Ats — dice la consigliera Carmela Rozza—. Responsabilmente, una marea di datori di lavoro sta cercando di testare i dipendenti a sue spese e ora tutto viene bloccato in maniera ingiustificabile».

Tag: #Milano #Cronaca

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Dalla setta australiana detta «Chiesa della Salute», finita in un’inchiesta per avere venduto come «Miracolosa soluzione minerale» anti-Covid una bibita a base di candeggina; alla Corea del Sud, dove i seguaci del culto Shincheonji, 300 mila...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

La wagon del Leone sta vivendo (bene) l’ultima parte di carriera: il prossimo anno dovrebbe essere presentata la nuova generazione, molto probabilmente con il debutto dell’ibrido. Intanto continua a riscuotere successo per la linea piacevole e un...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Un bambino di tre anni è caduto, intorno alle 10 di lunedì, dal balcone di casa, al quinto piano. È accaduto in una palazzina di via Cavallotti, a Casalpusterlengo, nel Lodigiano. Lo ha reso noto l’Areu, spiegando che il piccolo è stato soccorso in ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il Coronavirus ha dato una forte spallata a tutti i settori economici, ma l'alimentare è quello che si è maggiormente trovato coinvolto nel cambiamento repentino delle abitudini dei cittadini, anche per via delle restrizioni e delle misure di sicurezza ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

L’11 maggio era un lunedì. «Fine del lockdown per noi professionisti. Sono risalito in sella a Ciconicco, frazione di Fagagna, Udine, dove mi ero chiuso a casa della mia fidanzata Elena (Cecchini, ndr). Qualche pedalata, una sensazione stranissima,...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

«È chiaro che io vorrei evitare chiusure a tutela di chi sta lavorando, però è altrettanto chiaro che questo weekend non è stato “sereno” e che non possiamo immaginarne un altro così». Beppe Sala tra poche ore incontrerà il prefetto di Milano ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Si parla molto di assembramenti e luoghi a rischio contagio e non a torto si citano casi di focolai originatisi in chiese, palestre, ristorantie, in genere, luoghi chiusi e affollati dove si rimane per un certo periodo di tempo. Un gruppo di casi di...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il libro Poter capire, voler spiegare. Walter Tobagi quarant’anni dopo, dedicato al giornalista ucciso dai terroristi il 28 maggio 1980, viene presentato in anteprima lunedì 25 maggio a Milano (ore 17) con un incontro, presso la Sala Buzzati, tramesso ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Potrebbe essere un’incredibile storia di guerra. Oppure un’avvincente spy story, un intrigo internazionale. O forse il racconto di una sopravvivenza in condizioni al limite dell’impossibile. Di certo Saturn, alligatore di 84 anni morto l’altro...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Gli alunni che hanno frequentato quest’anno ormai giunto alle fasi finali sono dunque ammessi alla classe successiva, ha sancito l’ordinanza ministeriale del 16 maggio, anche quelli con insufficienze più o meno numerose o gravi, per i quali i...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il test di Medicina quest’anno si farà sotto casa:«Stiamo mettendo a punto un sistema per cui gli studenti iscritti alla prova di ingresso possano svolgere il test nelle università della propria regione di residenza senza doversi spostare». Lo...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Un pollo è un pollo, qualcuno potrebbe pensarla semplicemente così. Ma per molte persone assume invece grande importanza il modo con cui è stato allevato. E per tanti motivi: etici, compassionevoli, salutistici o per la tutela dell'ambiente. Per...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Nei parchi, nelle spiagge libere e nelle zone della movida: un esercito di sessantamila volontari sta per essere schierato a vigilare «con gentilezza» nelle zone più a rischio assembramenti di città e luoghi di vacanza e sostenere la parte più...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il rombo cupo e ritmato come il battito cardiaco non c’è più. Soppiantato da un ronzio più simile a un sibilo. L’Harley Davidson del futuro è silenziosa come un oggetto tecno a batteria. Si chiama LiveWire, ha un motore a magneti permanenti che...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Attualmente, in italia, abbiamo tre situazioni pensionistiche: con la riforma Dini, chi alla fine del 1995 aveva almeno 18 anni di contributi è rientrato nel sistema retributivo e, per la riforma Fornero, ha il calcolo della pensione contributiva solo a ...