Oltre le barriere, Cheick: sarto-atleta con il mito di Michael Jordan

Pubblicato sabato, 12 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

«Da mia nonna Absa ho preso il sorriso e la forza di non arrendermi, anche quando ho capito che avrei dovuto smettere di studiare, perché con le mie gambe deboli non potevo camminare fino a scuola». Nonna Absa diceva: «Dio ti ha dato tutto, anche in carrozzella potrai fare quello che vorrai».
Erano gli anni 90 e Cheick Diattara, tredicenne, viveva a Guédiawaye, sobborgo di Dakar, in Senegal. Oggi che vive a Milano, e di anni ne ha 42, è grato a quegli incoraggiamenti: è riuscito a fare quello che non avrebbe mai creduto. Ovvero, diventare un giocatore di basket professionista: milita nel Basket Seregno Gelsia, squadra di pallacanestro in carrozzella che gioca il campionato italiano di serie B. E, allo stesso tempo, lavora come sarto. «Quando smetterò di giocare vorrei allenare, ma se non succederà avrò sempre il mio lavoro». La serie B è già un bel traguardo, ma non è il primo: anche in Senegal giocava nel campionato e ha fatto anche alcune presenze nella nazionale disabili. A Milano è arrivato quattro anni fa. Sa suonare le percussioni e, seguendo una compagnia di danza per disabili in tournée, è arrivato a Salerno. Lì ha incontrato un altro atleta paraplegico che lo ha presentato ad alcune squadre di pallacanestro. Dopo un’esperienza a Cantù, ha cominciato a giocare nel Seregno, nel ruolo di pivot, sotto la guida di mister Tony Pecoraro. «Ho scoperto di avere la poliomielite a otto anni. All’epoca non c’erano i vaccini. I miei genitori dovevano badare ai miei cinque fratelli, così mi affidarono ai nonni — racconta Cheick —. A Dakar è impossibile muoversi in sedia a rotelle, quindi lasciai la scuola, ma la nonna trovò il centro per disabili dove ho imparato a giocare a basket e a confezionare vestiti, lavoro che faccio ormai da quindici anni».


Al suo arrivo a Milano, ha vissuto per due anni alla Comunità San Marco, poi ha trovato lavoro in una sartoria di via Procaccini e ha preso in affitto un appartamento con un amico. «Per spendere meno ci siamo trasferiti in provincia, ma non è stata una buona idea. A Milano ci sono tante barriere architettoniche, ma fuori i mezzi pubblici sono poco frequenti. Per questo, ho cercato una nuova casa a Affori». Arrivare agli allenamenti è un’impresa, fra montascale e ascensori che non esistono o non funzionano e treni cancellati. Ma il vero problema è tornare a casa dopo l’allenamento che finisce alle 23. Spesso lo accompagnano gli amici. Il Basket Seregno è la sua seconda famiglia. «Siamo un vero team», dice. «Da parte mia, non vivo il mio handicap come problema. Adesso è un momento difficile, perché la sartoria dove lavoravo ha chiuso e mi arrangio preparando abiti che vengono poi venduti da alcune associazioni. Però non mi arrendo. So giocare a basket, cucire, suonare e cucinare bene. Prenderò qualsiasi lavoro mi offriranno». Mentre palleggia o tenta di stoppare un attacco, pensa al futuro. «Ora sono single — scherza —, mi piacerebbe sposarmi, avere un figlio e mandarlo negli Usa a vedere una partita all’Nba». I suoi idoli? «Michael Jordan, ovviamente, e poi Danilo Gallinari».

Tag: #Milano #Cronaca

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Corsa contro il tempo per l’apertura di Matera 2019 Open Future. Turni rinforzati per concludere i lavori e prove in piazza per la serata evento di Raiuno, in diretta a partire dalle 18.55, nella quale il presidente della Repubblica Sergio Mattarella,...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

«Atteggiamento spocchioso», «Parole disarmanti», «Frase stupida», «C’è tutto il fallimento del Pd», «Si calpestano gli italiani», «Non sa che cosa vuol dire povertà e disperazione». Sono alcuni dei 2.270 commenti che su Twitter Maria...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Sarà Roberto Tomasi, già direttore generale, il nuovo amministratore delegato di Autostrade per l’Italia (Aspi), al posto di Giovanni Castellucci, dimissionario, dopo la catastrofe del crollo del Ponte Morando di Genova. Alla nomina procederà il...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

«Siamo europei. Il destino dell’ Europa è il destino dell’Italia». Così si apre il «Manifesto per la costituzione di una lista unica delle forze politiche e civiche europeiste alle elezioni europee» di Carlo Calenda. Con il sottotitolo-slogan:...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Alvaro Lojacono, uno dei due brigatisti rossi condannati per la strage di via Fani e l’omicidio Moro fino a oggi sfuggiti alla giustizia italiana (l’altro è Alessio Casimirri) rompe il suo silenzio: lo fa con un’intervista esclusiva pubblicata dal ...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Il corpo carbonizzato di una donna è stato trovato venerdì pomeriggio nella campagne di Erbusco, paese bresciano della Franciacorta, terra di pregiati vitigni. È stato un uomo che faceva jogging lungo via Lovere a lanciare l’allarme dopo aver...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Kalidou Koulibaly resta squalificato: respinto il ricorso dopo l’espulsione di San Siro. Il difensore del Napoli, che salterà il confronto di domenica sera con la Lazio, aveva perso la testa, a suo dire, per i cori razzisti subiti a San Siro durante...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Prima di tutto occorre sfatare il preconcetto che gli hotel di fascia alta siano immuni dai micro-organismi e che se si paga di più per una stanza, si ha la certezza di averla più pulita. «In realtà i reporter investigativi hanno scoperto che non è...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Il settore degli smartwatch non è mai realmente esploso. Però ci sono delle compagnie, come Fossil, che con la tecnologia al polso sono riuscite a diversificare la produzione. Il lavoro della texana è andato talmente avanti che un big dell’hi-tech...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Un uomo di 55 anni si è dato fuoco a Praga in piazza San Venceslao. Secondo alcuni testimoni, si è cosparso di un liquido infiammabile e poi ha acceso il rogo. Le fiamme sono state spente dai passanti. L’uomo è stato soccorso e portato in ospedale, ...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Sono stati condannati a pene comprese tra i 5 e i 9 anni di carcere i quattro giovani imputati per l’aggressione a coltellate, calci e pugni ai danni di Niccolò Bettarini, dello scorso 1° luglio davanti alla discoteca «Old Fashion» di Milano. Lo ha ...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Un decreto che scontenta tutti, al netto dei tassisti. Si tratta della riforma della disciplina degli «autoservizi pubblici non di linea» immaginata dal governo. Impone una serie di vincoli al noleggio con conducente che penalizza la concorrenza,...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Per i genitori di Mario, che non hanno mai creduto alla tesi del suicidio, è la notizia più attesa. Svolta nel caso della morte di Mario Biondo, il cameraman italiano trovato impiccato a Madrid nel maggio del 2013. Sarà indagato il medico legale che...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

LIVORNO – Sarà giudicata il 1 marzo Fausta Bonino, l’infermiera accusata di aver ucciso con iniezioni di eparina dieci pazienti ricoverati all’ospedale di Piombino. E’ stata l‘avvocato della Bonino, Cesarina Barghini, a chiedere e ottenere al...

Pubblicato venerdì, 18 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

Vedendo la foto sui social, in molti hanno pensato che il 71enne Arnold Schwarzenegger avesse deciso di accettare la #10YearsChallenge, postando un'immagine di se stesso in versione bodybuilder. Un errore del tutto comprensibile, visto che la posa e i...