Mourinho, provocatore o vittima?Scholes lo boccia: «Ma lui è così»

Pubblicato giovedì, 08 novembre 2018 ‐ Corriere.it

Il giorno prima, a precisa domanda («Rifarebbe il gesto con le tre dita dell’andata o si è pentito?»), José Mourinho non aveva risposto, spostando l’attenzione sull’ossessione e «i cattivi ricordi» che hanno gli juventini nei suoi confronti, a differenza della società con la quale «c’è rispetto reciproco». Il giorno dopo l’ennesima sceneggiata, stavolta con la mano all’orecchio dopo la rimonta negli ultimi minuti allo Stadium, l’allenatore del Manchester United si conferma l’autentico «Special One» nel dividere gli animi e i giudizi: provocatore seriale all’ennesima puntata (i cori sono durati pochi minuti, non certo 90’ come ha detto lui) oppure rivoluzionario dissacrante e nemico dell’ipocrisia?
Quasi tutto si riduce a tifo, pro o contro Mourinho: da una parte il popolo in fibrillazione degli antijuventini, che al bar ha portato la mano all’orecchio per prendere in giro l’amico di turno. Dall’altra quello dei tifosi bianconeri che — al di là degli ultrà che hanno insultato Mou — forse avrebbero preferito non risvegliare l’istinto da teatrante del portoghese, che con il rumore dei nemici è tornato a divertirsi come non faceva da un po’. Al punto da oscurare l’imboscata del suo United in casa della Juve (che non perdeva allo Stadium nella fase a gironi dal 2009) e soprattutto il gol strepitoso segnato da Cristiano Ronaldo, alla sua prima rete in Champions con la maglia bianconera.
«No class». Così il tabloid Sun, che delle buone maniere non sembra aver mai fatto una sua bandiera, ha accolto Mourinho al ritorno in Inghilterra, bacchettandolo «per aver macchiato una notte di gloria per lo United». I dirimpettai del Mirror hanno puntato sul «Turin pride» e sull’orgoglio ritrovato dai Diavoli Rossi maltrattati a Old Trafford dalla Juve. Paul Scholes, leggenda United, sottolinea che «non era necessario fare quello che ha fatto José, ma lui è fatto così».
Lui, in conferenza, dopo aver ribadito di essere stato insultato per 94’, cosa non vera, ha contrattaccato alla domanda di una giornalista spagnola che si era permessa di chiedergli se la sua non fosse stata «una mancanza di rispetto verso gli avversari». «Ho solo fatto quel gesto perché volevo sentire i cori più forte. Hanno insultato la mia famiglia e la famiglia interista. Io sono un professionista e durante la partita non penso al mio passato e al fatto che ho allenato Inter, Chelsea o Madrid».
Resterebbe da capire perché lui è l’unico professionista che reagisce sempre agli insulti — all’andata lo fece addirittura durante la partita, con la sua squadra che cercava il pareggio — mentre non è certo l’unico che viene pesantemente attaccato dal tifo idiota. Carlo Ancelotti dopo Juve-Napoli ha replicato solo ai microfoni, con sarcasmo: «Mi consolo con la Champions vinta nel 2003...». Perché alla fine si torna sempre lì. Ma ognuno col suo stile.

Tag: #Sport

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

Per oltre vent’anni ha scoperto i talenti nerazzurri. È morto a 83 anni Mino Favini, dirigente sportivo ed ex calciatore dell’Atalanta (dal 1960 al 1962), di cui è stato poi Responsabile del Settore Giovanile. Era soprannominato il «Mago di...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

Bkool Smart Air è un sistema innovativo per bike indoor che promette una simulazione altamente realistica della pedalata su strada. Ha un telaio flessibile, chiamato Rocking System, che riproduce una fedele oscillazione e tutte quelle vibrazioni che si...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

La Calabria è nel suo cuore. Quando può ci torna volentieri, anche perché a Platania, paesino dell’altopiano silano, in provincia di Catanzaro, vive ancora la mamma adottiva, il papà è morto alcuni anni fa. Paola Lucia Caruso, 34 anni, una laurea...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

Le strade di Rimini sono pronte per la sfida della Virgin Active Urban Obstacle Race 2019. Il prossimo 1 giugno la città romagnola trasformerà alcuni dei suoi scorci più suggestivi in ostacoli da superare nella corsa organizzata da RCS Sports &...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

Tra le piccole-grandi eccellenze culturali italiane ecco la missione archeologica dell’università di Udine- Dipartimento di Studi umanistici e del Patrimonio culturale, guidata da Daniele Morandi Bonacossi, che dal 2012 coordina il progetto «Land of...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

Scovare una «Voce» tra mille che non solo riesca a superare audition al buio, battaglie e scontri all'ultima interpretazione ma che duri nel tempo: è la missione di «The Voice Of Italy» edizione 2019 che prenderà il via - dopo qualche tentennamento ...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

Il lavoro di Cadwalladr è nato da un reportage fatto dopo il voto sulla Brexit nella sua cittadina natale, Ebbw Vale, in Galles, «una delle circoscrizioni elettorali con la più alta percentuale di voti per il “Leave”» e dalla «strana sensazione...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

Il gruppo terrorista New Ira ha ammesso la responsabilità dell’uccisione della giornalista Lyra McKee giovedì notte a Derry, in Irlanda del Nord, offrendo le sue «scuse sincere» al partner, alla famiglia e agli amici della 29enne: lo riporta il...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

A 37 settimane di gravidanza, e con la piccola Emma (4 anni) che le saltella intorno, ancora continua ad aggiornare dati e controllare elementi al computer. «La verità è che non si smette mai», ride Francesca Sacco, 34 anni, romana, biologa e...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

Durante la festività pasquale è consuetudine mandare in onda film di argomento cristologico: «La tunica» (Tv2000), «Risorto»(Rai1), «Paolo, apostolo di Cristo» (Sky Cinema), ecc. È possibile conciliare il sacro con il linguaggio del cinema o...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

Eliana è una delle fortunate. A fine mese riesce a portare a casa quasi 900 euro per sei ore lavorative spalmate su cinque giorni alla settimana. La fortuna, però, non le deriva dal tipo di contratto che è riuscita a strappare all’azienda (un part...

Angela, la regina dei capelli afro con altre (buone) idee per la testa Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

«Mi piace pensarmi come appartenente a una generazione definibile in due modi tra loro complementari: seconda, perché faccio parte dei figli e figlie di chi è migrato nel Bel Paese e qui ha fatto crescere la propria famiglia, ma anche prima, perché...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

Ragazza immagine del Billionaire, corteggiatrice a Uomini e donne, la popolarità grazie a Bonolis. La svalvolata e svampita Paola Caruso è protagonista a Non è la D’Urso di una storia che sembra più finta di una stagione di Beautiful, più...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

San Siro è «agibile» e «sicuro». Milan e Inter cancellano ogni allarme. Le vibrazioni rilevate al terzo anello il 7 aprile, durante la sfida tra i nerazzurri e l’Atalanta, non preoccupano. «Il fenomeno registrato — assicurano le due società in ...

Pubblicato martedì, 23 aprile 2019 ‐ Corriere.it

Il leader della Corea del Nord, Kim Jong-un, visiterà «presto» la Russia per colloqui con il presidente di quel paese, Vladimir Putin. Lo hanno annunciato i media ufficiali nordcoreani, confermando così le indiscrezioni delle scorse settimane di un...