L’avventura di Angela, da Trapani in Francia per lavoro Il padre: «Ora sta meglio»

Pubblicato sabato, 12 gennaio 2019 ‐ Corriere.it

«I medici mi dicono che Angela sta meglio ma è ancora in sala operatoria». Lo racconta Vincenzo Grignano, padre di Angela, la ragazza ferita nell’esplosione avvenuta a Parigi. Originaria di Trapani, ha 24 anni ed è nata nel quartiere trapanese di Xitta. Dopo l'esplosione è ricoverata all'ospedale Lariboisiere del capoluogo francese.
Angela era in Francia da un mese e mezzo e lavorava all’Hotel Ibis di Parigi. Dopo gli studi universitari aveva scelto di trasferirsi nella capitale francese per due ragioni: non pesare economicamente sulla famiglia (il padre è un idraulico - elettricista, la madre una casalinga) e cercare di sfondare nel campo dell’arte. Per ben dieci anni, fino al compimento della maggiore età, Angela ha frequentato a Xitta una scuola di danza, la «Crisalide». «Parigi, un’avventura sulla quale mi sono buttata a capofitto senza pensare, mia dimora ormai da un mese e mezzo nella quale ripongo grande fiducia e speranza. Alla quale sto donando tutta me stessa per mettermi in gioco e vedere cosa è disposta regalarmi dopo tanti sacrifici», scriveva in un post su Facebook per salutare il nuovo anno. Il fratello, Giuseppe Grignano, è un sacerdote e attorno a lui si stringono il vescovo Pietro Maria Fragnelli e la tutta comunità diocesana. Monsignor Fragnelli invita «tutte le comunità a pregare, oggi e nei prossimi giorni, perché questa giovane ragazza possa tornare presto alla sua vita e ai suoi sogni, manifestando all’intera famiglia Grignano una prossimità intensa ma discreta».


Sui social, gli amici di Angela si stringono intorno alla ragazza. « Dai amica mia, tu sei forte rialzati! Chi ti ama sta pregando per te, dio è con te». «Forza Guerriera.... TVB». «Forza Angela sei forte! Ce la puoi fare»!. Sono alcuni dei messaggi inviati nel profilo Facebook della 24 enne. «Mi sento mancare... Leggevo di quanto eri felice di questa tua nuova esperienza a Parigi, la laurea, il lavoro... e per me sei sempre la bimba che faceva le linguacce allo specchio della scuola di danza... Viviamo in un mondo di merda dove poche sono le persone come te che lo rendono migliore... forza Angela mia! Andrà tutto bene», scrive Francesca Marino. Una sfilza di auguri, per una giovane donna apprezzata da amici e conoscenti.
La definisce invece «una combattente» Eleonora Gualano, che per dieci anni è stata l’insegnante di danza di Angela Grignano. «Dopo essere stata mia allieva - spiega - è stata al mio fianco come assistente. Una ragazza dinamica, che mette impegno nelle cose. Il suo mondo è quello dell’arte, dello spettacolo, e questa è anche una delle ragioni che l’ha spinta, alla fine dello scorso anno, a trasferirsi in Francia. Ha avuto contatti con Cinecittà Word, con coreografi ed animatori. Il suo obiettivo è sfondare in questo settore». Xitta, frazione a 5 chilometri da Trapani, offre ben poco: la scuola di danza, «Crisalide», gestita da Eleonora Gualano, ha chiuso i battenti da quasi quattro anni.

Tag: #Cronache

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato lunedì, 17 giugno 2019 ‐ Corriere.it

Parliamo di una rete in grado di trasmettere in tempo reale immense quantità di dati, e che si sta sviluppando in tutte le aree economicamente avanzate del mondo grazie agli enormi investimenti delle compagnie telefoniche. Nella pratica funzionerà...

Pubblicato lunedì, 17 giugno 2019 ‐ Corriere.it

Se non è un’epurazione, poco ci manca. Se un segnale voleva essere dato, quello che manda l’Anm dal Comitato direttivo centrale di ieri va nella strada di una decisa pulizia della propria immagine, dopo le settimane più difficili che la...

Pubblicato lunedì, 17 giugno 2019 ‐ Corriere.it

Iran, Cina, immigrazione, tasse, Venezuela: Matteo Salvini dice di essere d’accordo con Donald Trump praticamente su tutta la linea. Il ministro dell’Interno, nonché vice premier, è arrivato domenica sera a Washington. Oggi, lunedì 17 giugno,...

Pubblicato lunedì, 17 giugno 2019 ‐ Corriere.it

Dopo essere stato colpito con una profonda coltellata al fianco, Hans s’è trascinato verso gli spogliatoi del campo sportivo. I soccorritori del 118 lo hanno trovato lì, steso a terra e ormai in arresto cardiaco. Hans Junior Krupe aveva 25 anni,...

Pubblicato domenica, 16 giugno 2019 ‐ Corriere.it

La sera del 13 novembre 2015 Guillaume Valette è al Bataclan, tra gli spettatori degli Eagles of Death Metal. Quando i tre terroristi dello Stato islamico Foued Mohamed-Aggad, Ismaël Omar Mostefaï e Samy Amimour cominciano a sparare, alle 21 e 40, lui ...

Pubblicato domenica, 16 giugno 2019 ‐ Corriere.it

La vera novità di questo Mondiale è l’attenzione che il calcio femminile sta ottenendo in tutto il mondo. Attenzione significa anche — ricorda Pilita Clark sul Financial Times — un’«esplosione di interesse commerciale per il calcio femminile,...

Pubblicato domenica, 16 giugno 2019 ‐ Corriere.it

Caro direttore, scuola: tempo di scrutini ma anche specchio dei tempi. Da una indagine pubblicata qualche giorno fa da alcuni quotidiani risulta che negli ultimi cinque anni la percentuale dei promossi è aumentata mentre però se si vanno a vedere i ...

Pubblicato domenica, 16 giugno 2019 ‐ Corriere.it

La sua vita era finita in un tunnel, che non era soltanto quello metaforico e fin troppo abusato della droga che ti strappa via l’anima e la dignità, rendendoti schiava di un bisogno quotidiano e rassegnata a subire qualsiasi umiliazione, 30 euro per...

Pubblicato domenica, 16 giugno 2019 ‐ Corriere.it

«Sono arrivati più attacchi a Lotti dall’interno del Pd che dagli avversari politici». Tra quelli che la conoscono bene, e codificano alla perfezione stilemi e liturgie della vecchia corazzata renziana, più d’uno è disposto a scommettere che...

Pubblicato domenica, 16 giugno 2019 ‐ Corriere.it

Come ti senti adesso, David?«Bene, dai, come può stare un ragazzo che ora si deve operare per una frattura scomposta al setto nasale. Uno che è stato aggredito mentre passeggiava, e pestato senza un perché». Risponde dall’ospedale...

Pubblicato domenica, 16 giugno 2019 ‐ Corriere.it

«Per Mariam non c’è giustizia». Neanche dopo la sentenza pronunciata dalla Corte di Nottingham, che ha condannato per omicidio colposo due delle sei bulle che il 20 febbraio del 2018 hanno aggredito la diciottenne di Ostia, arrivata in Inghilterra...

Pubblicato domenica, 16 giugno 2019 ‐ Corriere.it

Il marchio del campione. Federico Chiesa, che nella Nazionale di Mancini non ha ancora segnato un gol, ne regala due a Di Biagio. Una notte magica. Lorenzo Pellegrini chiude il conto dal dischetto a 9 minuti dal 90’. Gli azzurrini schiantano la Spagna...

Pubblicato domenica, 16 giugno 2019 ‐ Corriere.it

Ora che il professore del «Gian Battista Vico», accusato di aver avuto rapporti sessuali con due ex allieve non ancora quindicenni, si è ucciso non ci sarà mai più una verità giudiziaria su questa vicenda che ha sconvolto la vita di almeno tre...

Pubblicato domenica, 16 giugno 2019 ‐ Corriere.it

Se esiste un universo parallelo non può che trovarsi tra via Marie Curie e via Democrito. È più o meno qui infatti che, in un piovoso pomeriggio ginevrino, i cancelli del Cern si aprono eccezionalmente di domenica e la cittadella europea della ricerca ...

Pubblicato domenica, 16 giugno 2019 ‐ Corriere.it

Per la sposa la mattina del matrimonio è una vera e propria corsa contro il tempo per riuscire ad avere trucco e parrucco pronti per la cerimonia. Ma come viene spiegato su «Harper's Bazaar», ci sono fortunatamente tutta una serie di interventi beauty ...