Il procuratore Spataro: «Blitz antimafia nigeriana concluso, 6 ancora latitanti»

Pubblicato giovedì, 06 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

«Che ci dobbiamo fare? È quello che ormai ci riserva il Paese, tutto fa spettacolo». Il procuratore capo di Torino, Armando Spataro, in un’intervista al La Stampa, dopo la polemica a distanza col vicepremier Matteo Salvini, per il tweet con cui ha anticipato un’operazione di polizia che, a dire del magistrato, avrebbe rischiato di compromettere il blitz. L’ultimo di una lunga serie di scontri tra il leader leghista e il pm. «Non è tanto lo sfottò nei miei confronti, di quello non mi curo e ci rido sopra - prosegue il pm -. E’ il fatto che avere certi atteggiamenti paga: questa è la cosa che più preoccupa». dice riferendosi all’invito ad anticipare l’andata in pensione; traguardo che, tra l’altro, avverrà naturalmente tra una decina di giorni. «Io non ho alzato i toni. Ho soltanto ricordato le competenze esclusive dell’autorità giudiziaria (l’unica autorizzata a diffondere notizie a pubblico e media, ndr)» ha aggiunto, dicendosi «sorpreso» dal silenzio della giunta dell’Anm (che ora rischia la crisi proprio per non essere riuscita ad approvare un documento sul caso) e dalle parole del presidente Minisci: «Non ci sono toni da abbassare da parte mia».
Raccolta l’indisponibilità di Salvini alle scuse, Spataro torna al suo pane quotidiano, l’indagine sulla mafia nigeriana: «Facendo seguito a notizie imprecise in precedenza diffuse, si ritiene opportuno specificare ai fini di una corretta informazione che le operazioni si sono concluse solo ieri sera (non prima) a Padova - precisa il nuovo comunicato della Procura -, dov’è stata arrestata una indagata, non catturata nei giorni scorsi. Non sono stati effettuati, dunque, fermi o arresti di iniziativa della polizia giudiziaria». La nota sottolinea inoltre come ci siano ancora 6 indagati attualmente latitanti, sfuggiti alle 15 ordinanze di custodia cautelare emesse complessivamente per i reati di associazione mafiosa, favoreggiamento dell’immigrazione illegale e della prostituzione e traffico di cocaina. Le persone on carcere sono attualmente otto.

Tag: #Torino #Cronaca

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato mercoledì, 12 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

Lo scorso febbraio è andato a fare un sopralluogo. Il clima era insolitamente mite, meno 43 gradi. Il prossimo gennaio ne troverà una ventina in meno. In queste condizioni Paolo Venturini, 50 anni, sovrintendente della Polizia, runner e biker dalle...

Pubblicato mercoledì, 12 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

La giustizia canadese concede a Lady Huawei la libertà su cauzione. Il giudice William Ehrcke - riportano i media americani - ha fissato in 10 milioni di dollari canadesi (7,5 milioni di dollari americani) la somma da pagare ordinando a Meng Wanzhou,...

Pubblicato mercoledì, 12 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

In tempi in cui sembra impossibile programmare una legge di bilancio annuale, lascia stupiti la notizia che una sonda spaziale lanciata nel 1977, la Voyager 2, ha raggiunto la distanza di 18 miliardi di chilometri, uscendo dall’eliosfera. Non è ancora ...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

La gente attorno corre, qualcuno urla. E in pochi minuti non c’è più nessuno. «Evénement en cours». Sono le 20,27 quando sui cellulari arriva il primo tweet. È pressoché in tempo reale. «Sta accadendo qualcosa a Strasburgo. Restate calmi e...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

È il governo dei due mondi: quello reale, che in Europa rischia l’infrazione; e quello parallelo, che in Italia rischia l’implosione.Non passa giorno senza una polemica tra i due partiti di maggioranza, che si dividono platealmente su ogni tema:...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

Un nuovo stadio ma sempre a San Siro. L’impianto che Milan e Inter costruirebbero insieme potrebbe nascere a pochi metri di distanza dall’attuale Meazza, che verrebbe così demolito o riconvertito ad altra funzione. A Est, sull’area dell’ex...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

Dai gilets jaunes arriva un aiuto indiretto al governo italiano. Le novità economiche annunciate lunedì dal presidente Emmanuel Macron per placare le violente proteste di piazza comportano infatti lo sforamento del deficit francese, «anche se in...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

Raccontare una Milano che cambia in tutte le sue sfaccettature, creare un sistema integrato fra la carta, il web e i social network, coniugare un’esperienza trentennale con le nuove sfide dell’informazione online. Poco più di due mesi fa ViviMilano...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

Caro Aldo, Sfera Ebbasta ricorderà per sempre il 7 dicembre 2018, giorno del suo compleanno (è nato nel 1992) e alcuni che lo adoravano sono morti proprio il giorno in cui festeggiava anche il nuovo album. Chiedo a Sfera Ebbasta: a che ora avresti...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

Saremo anche troppo grandi per fallire, troppo indispensabili al bilancio della Ue per entrare davvero in crisi per causa della Commissione, ma è anche vero che con gli auspici non si fa un negoziato o si raggiunge un risultato. E Conte oggi andrà...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

San Siro resta muto, finisce il cammino dell’Inter in Champions League. Nella gara decisiva i nerazzurri pareggiano contro il Psv e pareggia anche il Tottenham a Barcellona prendendosi il secondo posto nel girone. Al 13’ Lozano gela San Siro...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

ROMA — La discarica che nella notte tra lunedì e martedì è andata a fuoco a Roma sulla via Salaria trattava 600 tonnellate al giorno, circa 200 mila tonnellate di rifiuti l’anno, indifferenziati. Ovvero circa il 20 per cento dei rifiuti...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

Uno sceneggiato televisivo britannico degli anni Ottanta, intitolato «Auf Wiedersehen, Pet» (Addio, tesoro) metteva in scena la vita di sette uomini i quali, per sfuggire alla disoccupazione rampante in Gran Bretagna, emigravano nella Germania...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

Effetto Foa. In Rai si comincia a percepire la linea politica dettata dal presidente sovranista Marcello Foa? Lunedì scorso, alcuni storici sono sobbalzati sulla sedia nel leggere un tweet di RaiPlay. Testuale: «Vi è piaciuta la Prima di #Attila? Già ...

Pubblicato martedì, 11 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

Dal progetto Distretti culturali agli interventi di Conservazione programmata: dieci anni di attività nel segno (e nelle intenzioni) di una corretta e possibile cultura della conservazione. Una sequenza di «buone pratiche» ora raccolte nel Quaderno 29 ...