«Ho provato a difendere  una rom, sono stata circondata e insultata»

Pubblicato giovedì, 06 dicembre 2018 ‐ Corriere.it

Un tentativo di furto sventato o solo ipotizzato, una donna di etnia rom inseguita e picchiata dall’uomo che l’accusa di essere una ladra, i vigilantes della fermata San Giovanni, linea A della metropolitana, che la bloccano e riportano la calma. Nel mezzo, l’intervento di un’altra donna, italiana, che per istinto prova a sottrarre la giovane rom dai colpi e si ritrova poi isolata, derisa, insultata e minacciata sul vagone che la riporta, come ogni sera, verso casa.
Il mercoledì di Giorgia Rombolà non voleva essere un giorno da leonessa né da paladina dei diritti. Ma neanche poteva immaginare che le lasciasse addosso tanta paura. La stessa che l’ha spinta ieri a cancellare il post-racconto su Facebook: troppe becere accuse e odiose parole le sono piovute addosso.


Succede che Giorgia, giornalista di 39 anni, all’apertura delle porte del vagone dove si trovava due sere fa, viene attratta dalle urla di una bambina e poi da quelle di uomo. Si sporge e vede sulla banchina la giovane rom portata via a forza da due persone in divisa mentre una terza, «un uomo robusto» lo descrive lei, la colpisce al capo. «La donna poteva avere 20 anni, forse meno, la bambina 3 o 4 e piangeva disperata. Da mamma di tre figlie ho pensato subito a lei, alla piccola, che poteva restare da sola sul vagone mentre il treno partiva».
Sono pochi attimi che così descriverà sui social: «Ne nasce un parapiglia, la bambina cade a terra, sbatte sul vagone. Ci sono già i vigilantes a immobilizzare la giovane (e non in modo tenero), ma a quest’uomo alto mezzo metro più di lei non basta. Vuole punirla. La picchia violentemente, anche in testa. Cerca di strapparla ai vigilantes tirandola per i capelli. La strattona fina a sbatterla contro il muro, due, tre, quattro volte». È a questo punto che Giorgia si fa coraggio, scende dal vagone e prova a fermare l’uomo: «Non può picchiarla, è stato il mio pensiero — racconta ora, ancora incredula — ho urlato “Basta! Stai calmo!” e mentre lo dicevo mi sono resa conto che ho rischiato anche io».
Ma questo è niente. L’uomo si allontana (evidentemente il furto non c’era stato), la giovane rom viene portata via, Giorgia rientra sul treno. «Non mio aspettavo solidarietà, ma neanche di essere affrontata dagli altri passeggeri», dice. «Un tizio — questo è il suo post — mi insulta dandomi anche della p..., dice che l’uomo ha fatto bene, che così quella s... impara. Due donne (tra cui una straniera) dicono che così bisogna fare, che evidentemente a me non hanno mai rubato nulla». La giornalista all’inzio risponde, poi viene affrontata a brutto muso dal passeggero più inferocito: «Era a cinque centimetri da me e urlava. Nessuno mi ha difesa, ma soprattutto tanti hanno fatto finta di niente. Questa indifferenza mi ha scioccata».
E c’è di peggio: «Due ragazzi ridono e fanno battute terribili, altri dicono frasi come “bisogna bruciarli tutti”, mi urlano anche dai vagoni vicini, “comunista di m..., radical chic, perché non vai a guadagnarti i soldi buonista del c...”». Quando scende alla sua fermata, l’uomo che aveva minacciato anche di seguirla per fortuna cambia strada. «A quel punto mi sono accorta di avere paura e sono scoppiata a piangere».
Giorgia vive da 20 anni a Roma e dice di averla vista incattivirsi. «Non difendevo la ladra né la rom in quanto tale. Ma erano già arrivati i vigilantes, perché picchiarla? E non è un discorso politico, ma io che abito in un quartiere “per bene” mi chiedo: questi ragazzi che ridevano, di chi sono figli? Dove sentono questi discorsi?».

Tag: #Roma #Cronaca

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

È stato Jeo Maxey, 68 anni, ex banchiere in pensione di Cedar Hill, nel Tennessee, a vincere l’ultima edizione del concorso dei sosia di Ernest Hemingway a Key West, in Florida, dove lo scrittore visse e lavorò negli anni Trenta del secolo scorso e...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Gli incendi che nel novembre 2018 devastarono la California le provocarono una grave crisi d’asma. Apprendere che la causa dei roghi che polverizzarono il territorio dov’era nata, attorno a Davis, era anche la temperatura innalzata...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

L’esperto del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, Pierluigi Coppola, è stato licenziato dalla Commissione costi-benefici sulla Tav. Con una mail, il ministro m5s Danilo Toninelli lo ha comunicato all’ingegnere, evitando preavvisi o altri ...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Il giubbotto è quello che ha fatto la storia, il sequel è del film cult. Ma ancora prima dell’uscita al cinema, prevista nelo 2020, è già scoppiata la polemica su «Top Gun: Maverick», sequel del fil culto del 1986 con Tom Cruise. La pellicola,...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

È il giorno del saluto di Milano a Francesco Saverio Borrelli. Alle 9.30 è stata aperta la camera ardente allestita a Palazzo di Giustizia, nell’atrio vicino all’Aula Magna, in quella che per 47 anni di toga è stata la casa del magistrato...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

«Sul palco faccio l'amore con migliaia di persone, poi torno a casa sola». Questa storica frase di Janis Joplin sintetizza alla perfezione non soltanto la sua parabola personale ma anche quella di un'altra artista piena di talento, nata esattamente...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Un disegno ritrae un uomo mentre accarezza ambiguamente una bimba. Ma è un falso perché qualcuno — una psicoterapeuta dei servizi della Val d’Enza secondo gli investigatori — ha aggiunto alla figura stilizzata due lunghe braccia. Tra le carte...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

«Diciassette spie addestrate dalla Cia sono state identificate e arrestate in Iran». Lo rende noto Farsnews citando il direttore generale del dipartimento di controspionaggio del ministero dell’Intelligence. Nei confronti degli arrestati sono già...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Il sorriso è un po’ sdentato, addosso la maglia da calcio oppure una polo, sorridente: George d’Inghilterra il 22 luglio compie sei anni. E la casa reale britannica lo festeggia diffondendo tre nuove foto, realizzate da mamma Kate Middleton. Nelle...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Lo dicono gli ultimi dati Istat disponibili, del 2017, in Italia fa sport il 70,3 per cento dei ragazzi tra gli 11 ed i 14 anni, poi inizia l’abbandono. Si scende al 63,4 per cento tra i 15 e i 17 anni e al 54 per cento tra i 18 e i 24 anni....

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Nel male e nel bene, un piccolo mondo a parte. Via Dalmazio Birago, aviatore. Civico 4, due numeri dopo (ma il complesso edilizio è lo stesso) i luoghi nei quali Luchino Visconti girò una parte di «Rocco e i suoi fratelli». Alle 21 di sabato, nella...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

E’ cresciuta, è matura, è pronta. Simona Quadarella centra la finale dei 1500 nella seconda giornata dei Mondiali di nuoto in Corea del Sud. Una prestazione autoritaria e autorevole quella della mezzofondista romana che martedì alle 13.10 ora...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

«Il mio obiettivo è compiere un hackeraggio del cervello per anticipare il senso di sazietà attraverso dispositivi che agiscono sui sensi per aumentarli». Questa l’idea da cui è partita Brenda De Ritis che, secondo lei, potrebbe essere uno degli...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

E così ha spiegato che si era messa a piangere e singhiozzare davanti ai colleghi — quasi tutti maschi — perché, durante una sessione di training sui pregiudizi inconsci, per esempio contro le donne al lavoro, le avevano chiesto se ne era mai stata ...

Pubblicato lunedì, 22 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Dice di essere stata trattata male, di essere stata «dimenticata come Lady Diana». Sharon Stone torna a parlare dell’ictus che la colpì nel 2001. Lo fa in un’intervista a «Variety» in cui racconta come il mondo dello spettacolo l’abbia...