Cosa succede se c'è la crisi: un esecutivo elettorale per arrivare fino a settembre

Pubblicato domenica, 16 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

«Wait and see», traducibile (meno elegantemente) con il «calma e gesso» che pronunciano i giocatori di biliardo quando devono fare un tiro difficile e prendono tempo strofinando con il gesso la punta della stecca. Ecco la sintesi che esce dal Quirinale per descrivere l’approccio di Sergio Mattarella alle fasi di altissima tensione politica come quella attuale, con il governo in bilico. Una laconicità che spiega perché da lassù sia calato il silenzio, mentre appunto «si aspetta di vedere» quale sarà il punto di caduta nella sfida aperta da Matteo Renzi contro il premier Giuseppe Conte.
Sabato pareva che dovesse scattare una tregua di medio termine, per permettere anche ai contendenti di concentrarsi sulle nomine pubbliche, partita cruciale. Ma sul Colle, in attesa di una controprova, non ci stanno credendo troppo. Lo scenario di un armistizio e di una ripartenza dell’esecutivo con questa stessa maggioranza è infatti subordinato all’ipotesi che il leader di Italia viva intenda davvero interrompere la sua asfissiante tattica di logoramento: da alleato/avversario. Il che ancora non sembra alle viste. Del resto, lo stesso Mattarella non saprebbe forse come interpretare le mosse di Renzi, dato che non ha più avuto un faccia a faccia con lui dai tempi del governo Gentiloni.
Scontato comunque che, nell’incertezza generale, tanti abbiano almanaccato ieri sui contenuti dell’ultimo colloquio tra premier e capo dello Stato. Azzardando persino dei botta e risposta che hanno destato «stupore» (cioè irritazione) al Quirinale, costretto a una delle sue rare smentite. Ora, è ovvio che Conte abbia illustrato il quadro di destabilizzazione progressiva di cui è vittima da parte di Iv e che si sia anche detto convinto di avere qualcuno pronto a sostenerlo, in quel partito. Per nulla ovvio, invece, che Mattarella si sia esercitato con l’interlocutore in una contabilità parlamentare, vagheggiando magari futuribili cambi di maggioranza. O che si sia spinto a condividere l’idea di mettere insieme un gruppo di «responsabili» su modello di quello creato nel 2013 da Alfano, quando si staccò da Berlusconi per salvare la legislatura, dando vita a Ncd.
Certo, con quel che sta accadendo, ogni scenario è possibile e valutabile. Anche per il presidente. Purché trovi sbocchi costituzionalmente accettabili in Parlamento e lasci il Quirinale fuori da negoziati e contese. Questo presidente della Repubblica non è uomo da manovre coperte. E ha lasciato intendere già in agosto, quando questo esecutivo è nato, che la formula di governo giallorossa è l’ultima praticabile, e che se fallisse (magari per un incidente in Aula) resterebbe solo il voto. Non prima di settembre, però, considerando l’ingorgo di adempimenti prodotto dal referendum di fine marzo. Alle urne ci si andrebbe, quindi, con un nuovo governo. Elettorale.

Tag: #Politica

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

Le previsioni del tempo sono un argomento classico di discussione. In giorni normali vogliamo sapere se a Pasqua si potrà andare al mare. Oggi ci chiediamo se il caldo primaverile ucciderà il coronavirus? Non è un argomento da bar (d’altra parte i...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

Un’applicazione per verificare le code davanti ai supermercati che utilizza lo stesso principio di Waze, l’app più conosciuta per monitorare le file in autostrada grazie alla collaborazione degli automobilisti che le segnalano. Quella che può...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

A Liverpool, Bill Shankly è entrato direttamente nella leggenda. Qui da noi, l’allenatore che tra il 1959 e il 1974 portò i Reds dalla Seconda Divisione alla grandezza mai più tramontata, è entrato solo nella storia per una frase: «Alcuni credono...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

Cosa si può fare ma soprattutto cosa non si può fare nell’intimità durante l’emergenza che stiamo vivendo? Se lo chiedono in molti: abbiamo girato le domande più comuni a due esperti, la sessuologa Roberta Rossi, presidente della Federazione...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

Bari. Pausa pranzo. Una vocina mi dice di non essere sarcastico sull’essenzialità del mio lavoro, quindi scriverò semplicemente che sono in ufficio. Stamattina sveglia presto, ho infornato il pane che avevo preparato ieri e l’ho portato caldo e...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

Quando esplodono drammi impensati e dirompenti, capaci di stravolgere le nostre attività quotidiane, lo spavento, l’ansia e la visione catastrofica del domani spazzano via tutto, circondando di ombre letali anche le cose che fino al giorno prima...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

La Lega perde 2 punti in 2 mesi, cioè da quando è scattata l’emergenza Coronavirus, e ora si attesta al 26,5%. Italia viva, il partito dell’altro Matteo (Renzi), crolla al 2,2%. Il Pd, nello stesso arco di tempo, rosicchia quasi altri 3 punti ed...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

Il 25 marzo del 1300 iniziava il viaggio ultraterreno dell’Alighieri nell’aldilà (data concordata dagli studiosi) attraverso il capolavoro senza tempo della Commedia. E in quella stessa data inizia il viaggio del Dantedì, la prima giornata...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

Il Papa tutti i giorni su Rai1. Nei momenti duri, si sa, in tanti riscoprono la preghiera e le chiese tornano a riempirsi. Ma in questo caso per legge le chiese devono restare vuote e dunque, grazie alla tecnologia, chiese e preghiere entrano nelle case, ...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

«Il coronavirus? Come essere travolti da un camion», dice adesso Pepe Reina, ancora sconvolto dall’esperienza. Tra i calciatori che in Europa sono stati contagiati c’è anche l’ex portiere spagnolo di Napoli e Milan, oggi in Premier League...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

Il co-design coordinator del team Luna Rossa Prada Pirelli Horacio Carabelli che spiega come è nato (e come è stato sviluppato) il progetto del battello che, Coronavirus permettendo, parteciperà alla Coppa America nel 2021. Poi dei documentari che...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

E’ presto per fare un bilancio sulla pandemia scatenata dal virus Sars-Cov-2 a partire dalla fine di dicembre. Ma alcune cose le abbiamo già imparate. Fra queste sicuramente l’importanza dei dati e delle tecnologie di «contact tracing»,...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

Il blocco dei rifornimenti finirebbe per paralizzare quei trasporti necessari per tenere in piedi il Paese. Un problema serissimo. Il Garante per gli scioperi chiede di revocare la protesta, ma i sindacati rispondono che non si tratta di uno sciopero,...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

L’immagine di una bimba di quattro anni che bacia il suo papà attraverso il vetro di una finestra è diventata l’emblema dell’importanza dell’isolamento nella lotta al coronavirus. Lei si chiama Mila Sneddon, abita con la famiglia a Falkirk, in...

Pubblicato mercoledì, 25 marzo 2020 ‐ Corriere.it

Si chiama Aurora e pesa 3 chili e mezzo la bambina più piccola di Moncenisio, il comune meno popoloso d’Italia, trentanove abitanti più una neonata, la figlia di Jonida ed Enrico Perottino, l’escavatorista della zona. Il primo fiocco rosa dopo...