Cinema schiacciati dalle regole«Così riaperture impossibili»

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Non c’è secondo tempo. Almeno per ora. Il film è interrotto. La riapertura dei cinema nella data che il governo ha fissato, il 15 giugno prossimo, è «impraticabile», e le regole ipotizzate da Roma nel decreto del 17 maggio, giudicate «inaccettabili». Risultato: Mexico, Centrale, Palestrina, Ducale, Colosseo, Eliseo, Arcobaleno e Arlecchino, a quelle condizioni, lasceranno giù la clèr. E in forse sono anche il Beltrade e l’Anteo. Quest’ultimo intanto ragiona sull’idea dei drive-in, si organizza per potenziare le arene estive (secondo fonti, anche nel cortile della Fabbrica del Vapore) e domani lancia la piattaforma virtuale con visione da casa, #iorestoinsala, che si aggiunge a #miocinema e #ilbeltradesulsofa.
È la resa dei cinema? Proprio no. Gli esercenti milanesi, anzi, fanno da capofila, coordinati a livello nazionale, e conducono in queste ore una serrata trattativa. Le speranze sono legate ad una proposta ancora riservata che porta la data del 22 maggio e potrebbe essere approvata nel giro di una decina di giorni dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. «Il cinema andrà gestito in condizioni di massima sicurezza ma ad esempio vietare la vendita di generi di conforto, come è scritto del decreto, sarebbe discriminatorio», spiega Tomaso Quilleri, alla testa di Eliseo, Arlecchino e Colosseo e vicepresidente dell’Anec, l’associazione degli esercenti. «Richiedere un metro di distanza tra uno spettatore e l’altro senza possibilità di deroga per i fidanzati o gli amici vuole dire ammazzare l’idea stessa di socialità collegata al cinema», tuona Domenico Dinoia, patron del Palestrina e presidente della Fice, federazione cinema d’essai. «Sanificare le poltrone dopo le proiezioni è impensabile», aggiunge Alberto Massirone del Centrale. Scuote la testa Franco Di Sarro, titolare del Ducale e dell’Arcobaleno, e si arrabbia Antonio Sancassani dello storico Mexico: «Ingressi contingentati, misurazione della febbre, toilette sotto controllo, obbligo di mascherine durante tutta la proiezione: quale spettatore verrebbe al cinema così? Dopo tre mesi di film sulle piattaforme online abbiamo bisogno di invogliare, non di scoraggiare».



Cautamente ottimista Lionello Cerri, forte del suo Spazio Cinema: «Se riusciamo a superare gli ostacoli sanitari, riapriremo il prima possibile tutte le sale dell’Anteo, magari con rassegne o film già usciti», dice. Quando è scattato il lockdown, il cinema arrivava da un 2019 positivo e due mesi — i primi del 2020 — straordinariamente buoni. Del resto il «battesimo» in sala, per un film, non è nemmeno lontanamente comparabile con il passaggio su una piattaforma virtuale. Sospirano Monica Naldi e Paola Corti, battagliere esercenti del Beltrade e promotrici di una lettera aperta a sostegno del cinema indipendente: «Il 15 giugno è il centenario della nascita di Alberto Sordi. Costi quel che costi, vogliamo riaprire con i Vitelloni». Nella proposta da discutere, le regole risulterebbero ammorbidite. Verrebbe concesso ai conviventi di stare vicini, si parla di «frequente pulizia» e non di sanificazioni. Ancora, sarebbe ammessa la possibilità del bar e a certe condizioni, dell’aria condizionata.

Tag: #Milano #Cronaca

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Dalla setta australiana detta «Chiesa della Salute», finita in un’inchiesta per avere venduto come «Miracolosa soluzione minerale» anti-Covid una bibita a base di candeggina; alla Corea del Sud, dove i seguaci del culto Shincheonji, 300 mila...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

La wagon del Leone sta vivendo (bene) l’ultima parte di carriera: il prossimo anno dovrebbe essere presentata la nuova generazione, molto probabilmente con il debutto dell’ibrido. Intanto continua a riscuotere successo per la linea piacevole e un...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Un bambino di tre anni è caduto, intorno alle 10 di lunedì, dal balcone di casa, al quinto piano. È accaduto in una palazzina di via Cavallotti, a Casalpusterlengo, nel Lodigiano. Lo ha reso noto l’Areu, spiegando che il piccolo è stato soccorso in ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il Coronavirus ha dato una forte spallata a tutti i settori economici, ma l'alimentare è quello che si è maggiormente trovato coinvolto nel cambiamento repentino delle abitudini dei cittadini, anche per via delle restrizioni e delle misure di sicurezza ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

L’11 maggio era un lunedì. «Fine del lockdown per noi professionisti. Sono risalito in sella a Ciconicco, frazione di Fagagna, Udine, dove mi ero chiuso a casa della mia fidanzata Elena (Cecchini, ndr). Qualche pedalata, una sensazione stranissima,...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

«È chiaro che io vorrei evitare chiusure a tutela di chi sta lavorando, però è altrettanto chiaro che questo weekend non è stato “sereno” e che non possiamo immaginarne un altro così». Beppe Sala tra poche ore incontrerà il prefetto di Milano ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Si parla molto di assembramenti e luoghi a rischio contagio e non a torto si citano casi di focolai originatisi in chiese, palestre, ristorantie, in genere, luoghi chiusi e affollati dove si rimane per un certo periodo di tempo. Un gruppo di casi di...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il libro Poter capire, voler spiegare. Walter Tobagi quarant’anni dopo, dedicato al giornalista ucciso dai terroristi il 28 maggio 1980, viene presentato in anteprima lunedì 25 maggio a Milano (ore 17) con un incontro, presso la Sala Buzzati, tramesso ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Potrebbe essere un’incredibile storia di guerra. Oppure un’avvincente spy story, un intrigo internazionale. O forse il racconto di una sopravvivenza in condizioni al limite dell’impossibile. Di certo Saturn, alligatore di 84 anni morto l’altro...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Gli alunni che hanno frequentato quest’anno ormai giunto alle fasi finali sono dunque ammessi alla classe successiva, ha sancito l’ordinanza ministeriale del 16 maggio, anche quelli con insufficienze più o meno numerose o gravi, per i quali i...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il test di Medicina quest’anno si farà sotto casa:«Stiamo mettendo a punto un sistema per cui gli studenti iscritti alla prova di ingresso possano svolgere il test nelle università della propria regione di residenza senza doversi spostare». Lo...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Un pollo è un pollo, qualcuno potrebbe pensarla semplicemente così. Ma per molte persone assume invece grande importanza il modo con cui è stato allevato. E per tanti motivi: etici, compassionevoli, salutistici o per la tutela dell'ambiente. Per...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Nei parchi, nelle spiagge libere e nelle zone della movida: un esercito di sessantamila volontari sta per essere schierato a vigilare «con gentilezza» nelle zone più a rischio assembramenti di città e luoghi di vacanza e sostenere la parte più...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il rombo cupo e ritmato come il battito cardiaco non c’è più. Soppiantato da un ronzio più simile a un sibilo. L’Harley Davidson del futuro è silenziosa come un oggetto tecno a batteria. Si chiama LiveWire, ha un motore a magneti permanenti che...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Attualmente, in italia, abbiamo tre situazioni pensionistiche: con la riforma Dini, chi alla fine del 1995 aveva almeno 18 anni di contributi è rientrato nel sistema retributivo e, per la riforma Fornero, ha il calcolo della pensione contributiva solo a ...