Cina, il super telescopio che dà la caccia agli alieni

Pubblicato sabato, 21 marzo 2020 ‐ Corriere.it

PECHINO - «Astronomi cinesi hanno rilevato raffiche radio veloci e ripetute (Frb, Fast Radio Bursts), segnali misteriosi che si ritiene provengano da una fonte a circa tre miliardi di anni luce dalla Terra». Poche righe dell’agenzia di notizie Xinhua, lanciate a settembre, hanno riaperto una serie di interrogativi nella comunità internazionale degli astronomi (e richiamato l’attenzione dei consiglieri per la sicurezza nazionale di diverse potenze).
Le «raffiche» dall’universo inesplorato sono state raccolte da Fast, il radiotelescopio più grande e sensibile mai costruito sulla terra, fa notare la Xinhua, voce di Pechino. L’orgoglio cinese è giustificato: Fast (che sta per Five-hundred-meter Aperture Spherical Telescope) ha un piatto unico da 500 metri di diametro, una superficie che potrebbe accogliere comodamente una quarantina di campi da calcio. Questo orecchio gigantesco è stato costruito in cinque anni nel Guizhou, provincia sudoccidentale cinese. È stata spianata una montagna. E, per ottenere il massimo silenzio radio intorno all’impianto di ascolto, sono stati chiusi i villaggi della zona montuosa in un raggio di cinque chilometri. Il governo ha fatto trasferire 2.029 famiglie, 9.110 persone, promettendo in cambio case moderne. Questi trasferimenti «per interesse superiore» sono tipici della governance di Pechino e creano tensioni (ma questa è un’altra storia).



Fast ha dunque rilevato le sue prime Frb, le raffiche più brillanti conosciute nell’universo. Sono chiamate «veloci» perché hanno una durata di pochi millisecondi. Ma non c’è una spiegazione certa per la loro origine. E qui viene la parte più avvincente di questa avventura. Le raffiche possono essere emesse da corpi celesti vari, stelle, galassie, nebulose. E magari da entità aliene. Non è un’ipotesi fantascientifica: tra le missioni del radiotelescopio c’è la Seti, sigla che sta per «Search for ExtraTerrestrial Intelligence». Ricerca di Intelligenza extraterrestre. Non è detto che questo sia il modo giusto per entrare in contatto con gli alieni, sempre che esistano. Ma intanto agli astronomi cinesi è stato dato anche questo mandato.
E ora viene la parte fantascientifica, o meglio fantapolitica, della vicenda. Che cosa succederebbe se (un «se» grandissimo) i cinesi ricevessero segnali tali da convincerli di essere entrati in contatto con gli extraterrestri? Come si comporterebbero i governanti di Pechino di fronte a una civiltà non umana? Un bel colloquio tra Xi Jinping e un fantomatico leader alieno in nome della «fratellanza internazionale», ribattezzata «comunione intergalattica»? Come reagirebbe il resto del mondo all’annuncio? (Sempre che i cinesi lo volessero dare).
La pubblicazione americana The Diplomat traccia uno scenario: «La competizione strategica tra Washington e Pechino è già surriscaldata, bisogna chiedersi se la più grande scoperta nella storia — l’esistenza degli extraterrestri — compiuta da scienziati di un regime autoritario come quello cinese, porterebbe a ulteriore tensione o a un riavvicinamento tra Cina e Occidente». Magari i politologi (anzi, gli alienologi) corrono un po’ troppo. The Diplomat ricorda che prima del radiotelescopio di 500 metri nel Guizhou, il primato spettava a quello americano di Arecibo, Porto Rico (300 metri di diametro). Aveva una missione di ricerca extraterrestre anche quello. Ma nel 1993 il Congresso di Washington chiuse i rubinetti dei finanziamenti con questa dichiarazione: «La stagione della caccia al marziano a spese del contribuente è finita».

Tag: #Esteri

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Dalla setta australiana detta «Chiesa della Salute», finita in un’inchiesta per avere venduto come «Miracolosa soluzione minerale» anti-Covid una bibita a base di candeggina; alla Corea del Sud, dove i seguaci del culto Shincheonji, 300 mila...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

La wagon del Leone sta vivendo (bene) l’ultima parte di carriera: il prossimo anno dovrebbe essere presentata la nuova generazione, molto probabilmente con il debutto dell’ibrido. Intanto continua a riscuotere successo per la linea piacevole e un...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Un bambino di tre anni è caduto, intorno alle 10 di lunedì, dal balcone di casa, al quinto piano. È accaduto in una palazzina di via Cavallotti, a Casalpusterlengo, nel Lodigiano. Lo ha reso noto l’Areu, spiegando che il piccolo è stato soccorso in ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il Coronavirus ha dato una forte spallata a tutti i settori economici, ma l'alimentare è quello che si è maggiormente trovato coinvolto nel cambiamento repentino delle abitudini dei cittadini, anche per via delle restrizioni e delle misure di sicurezza ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

L’11 maggio era un lunedì. «Fine del lockdown per noi professionisti. Sono risalito in sella a Ciconicco, frazione di Fagagna, Udine, dove mi ero chiuso a casa della mia fidanzata Elena (Cecchini, ndr). Qualche pedalata, una sensazione stranissima,...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

«È chiaro che io vorrei evitare chiusure a tutela di chi sta lavorando, però è altrettanto chiaro che questo weekend non è stato “sereno” e che non possiamo immaginarne un altro così». Beppe Sala tra poche ore incontrerà il prefetto di Milano ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Si parla molto di assembramenti e luoghi a rischio contagio e non a torto si citano casi di focolai originatisi in chiese, palestre, ristorantie, in genere, luoghi chiusi e affollati dove si rimane per un certo periodo di tempo. Un gruppo di casi di...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il libro Poter capire, voler spiegare. Walter Tobagi quarant’anni dopo, dedicato al giornalista ucciso dai terroristi il 28 maggio 1980, viene presentato in anteprima lunedì 25 maggio a Milano (ore 17) con un incontro, presso la Sala Buzzati, tramesso ...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Potrebbe essere un’incredibile storia di guerra. Oppure un’avvincente spy story, un intrigo internazionale. O forse il racconto di una sopravvivenza in condizioni al limite dell’impossibile. Di certo Saturn, alligatore di 84 anni morto l’altro...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Gli alunni che hanno frequentato quest’anno ormai giunto alle fasi finali sono dunque ammessi alla classe successiva, ha sancito l’ordinanza ministeriale del 16 maggio, anche quelli con insufficienze più o meno numerose o gravi, per i quali i...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il test di Medicina quest’anno si farà sotto casa:«Stiamo mettendo a punto un sistema per cui gli studenti iscritti alla prova di ingresso possano svolgere il test nelle università della propria regione di residenza senza doversi spostare». Lo...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Un pollo è un pollo, qualcuno potrebbe pensarla semplicemente così. Ma per molte persone assume invece grande importanza il modo con cui è stato allevato. E per tanti motivi: etici, compassionevoli, salutistici o per la tutela dell'ambiente. Per...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Nei parchi, nelle spiagge libere e nelle zone della movida: un esercito di sessantamila volontari sta per essere schierato a vigilare «con gentilezza» nelle zone più a rischio assembramenti di città e luoghi di vacanza e sostenere la parte più...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Il rombo cupo e ritmato come il battito cardiaco non c’è più. Soppiantato da un ronzio più simile a un sibilo. L’Harley Davidson del futuro è silenziosa come un oggetto tecno a batteria. Si chiama LiveWire, ha un motore a magneti permanenti che...

Pubblicato lunedì, 25 maggio 2020 ‐ Corriere.it

Attualmente, in italia, abbiamo tre situazioni pensionistiche: con la riforma Dini, chi alla fine del 1995 aveva almeno 18 anni di contributi è rientrato nel sistema retributivo e, per la riforma Fornero, ha il calcolo della pensione contributiva solo a ...