Cairo li tiene tutti«Ho detto nove noÈ come acquistareun top player»

Pubblicato lunedì, 15 luglio 2019 ‐ Corriere.it

Aveva salutato la squadra il giorno della partenza per Bormio, dove ieri è salito a far sentire il suo appoggio. Il presidente del Torino, Urbano Cairo, non annuncia mai il suo blitz nel ritiro. Ma arriva sempre quando è il momento di fare il punto della situazione, che lui vede positiva: «La squadra ha superato due test, magari non molto attendibili, arrivando bene alla conclusione. Avere più giocatori nell’area avversaria ti dà l’occasione di fare più gol». Un voto alto, quindi, sia al lavoro sia alle scelte che il presidente e il tecnico, Walter Mazzarri, hanno condiviso in questi mesi: un sistema 3-4-3 e la conferma dei pezzi pregiati del Toro.
«Abbiamo tenuto tutti i giocatori importanti. E abbiamo resistito agli attacchi di chi li voleva: ho detto nove no. Tenere un giocatore importante è come acquistare un top player». Il presidente non fa nomi. Neppure quando si parla di mercato in entrata: «Abbiamo il tempo per fare quel che serve» ribadisce. Il tempo che è mancato per risolvere la grana della prima europea, il prossimo 25 luglio (con Debrecen o Kukesi, ma gli ungheresi sono favoriti dopo il 3-0 dell’andata). «Giocheremo ad Alessandria, ma non è che ci vado volentieri perché è casa mia: sarei andato più volentieri a San Siro o Reggio Emilia, perché avrei potuto ospitare i 25 mila tifosi che sarebbero arrivati anche nel nostro stadio. Le abbiamo provate tutte, ma c’era solo Udine ed è davvero troppo distante. Ora metteremo 2 mila seggiolini in più al Moccagatta per avere quanti più tifosi possibile (fino a 6 mila) speriamo di avere il via libera dell’Uefa». Aspettando notizie da Nyon, è quasi deciso che sarà Sky a trasmettere il match che celebra il ritorno dei granata nelle coppe.

Tag: #Sport

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

Da Mondovì fu costretta ad andarsene e a Mondovì, cittadina medievale adagiata fra le Langhe e le Alpi, nei mesi bui della prigionia promise a se stessa di tornare: «Voglio vivere per ricordare, per mangiare, per vestirmi, per darmi il rossetto e per...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

A vent’anni dalla scomparsa di Bettino Craxi si è tornati a parlare di uno dei principali protagonisti della politica italiana del Dopoguerra: la sua figura ha da sempre polarizzato le opinioni per la sua azione politica e la forte personalità. Cosa...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

Nuova impresa in Bundesliga del diciannovenne attaccante norvegese Haaland: entrato al 65’ con la sua squadra, il Borussia Dortmund, già in vantaggio per 3-1 nel confronto interno con il Colonia, segna due gol in venti minuti, fissando il risultato...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

Il Milan vince 1-0 a Brescia grazie a un gol di Rebic al 26’ della ripresa. Ad avviare l’azione era stato Ibrahimovic che nel primo tempo aveva fallito un gol semplice. Il Brescia può rammaricarsi per le tante occasioni sciupate, mentre i rossoneri...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

È stata uccisa Ambra Pregnolato, la 41enne trovata senza vita, riversa a terra, in una pozza di sangue, nella sala del suo appartamento in via Carlo Alberto Dalla Chiesa 5, a Valenza, in provincia di Alessandria. A trovare la donna sarebbe stato il...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

Quando il vicepresidente degli Stati Uniti mette piede a Palazzo Chigi è ancora a telefono con Donald Trump. Chiude la telefonata, scende dalla macchina, stringe la mano a Conte e gli dice che il capo della Casa Bianca lo saluta calorosamente. Dazi,...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

Quella di C’è posta per te è la storia di un successo nato quasi per caso. Se vent’anni fa Maria De Filippi non avesse avuto in agenda un incontro al ministero dell’Istruzione, forse ora non sarebbe in palinsesto una delle poche trasmissioni...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

Una forte scossa di terremoto con una magnitudo intorno a 6.7 della scala Richter è stata registrata alle 18,55 (ora italiana) in Turchia a una profondità di 5 chilometri. L’epicentro è stato posizionato presso Doganyol, una località a circa 80...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

Violazione del diritto d’autore: è l’accusa contestata a Massimo Scambelluri, il presidente del Consiglio di amministrazione di “Data Stampa”, società che vende la rassegna stampa quotidiana per clienti privati e istituzionali. La procura di...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

La trattativa è in corso all’Aran e la prossima settimana, mercoledì 29, è previsto un nuovo incontro con i sindacati. Dunque, i quasi 2.000 statali della Presidenza del Consiglio hanno dovuto attendere un po’ più di altri colleghi, che lavorano...

Claudio Scajola, condanna  a 2 anni per l’ex ministro dell’Interno Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

Reggio Calabria - L’ex ministro dell’Interno Claudio Scajola è stato condannato alla pena di due anni per procurata inosservanza della pena. L’ex ministro era imputato perché avrebbe cercato di aiutare l’ex parlamentare di Forza Italia Amedeo...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

Oltre ad aver provocato uno sconquasso nel Regno (Unito), la Megxit ha portato delle novità anche nell’armadio di Meghan Markle. A giudicare infatti dalle ultime foto arrivate dal Canada, dove la duchessa di Sussex è stata immortalata a passeggio per ...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

Articolo in aggiornamento... Una donna di 41 anni è stata trovata morta nella sua abitazione di Valenza. È stato il marito, rientrando in casa dal lavoro, a dare l’allarme. Sul posto i sanitari del 118, che ne hanno constatato il decesso, e i...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

Una mezza crisi diplomatica oscura l’odierna visita di Angela Merkel in Turchia, dove la cancelliera tedesca incontra il presidente Recep Tayyip Erdogan. Domenica scorsa, mentre la colonna di auto del leader anatolico stava arrivando in ritardo alla...

Pubblicato venerdì, 24 gennaio 2020 ‐ Corriere.it

Quando era in vita Mia Martini fu vittima di voci infamanti, che puntavano ad affossare la sua carriera (oltre che la sua persona). Per questo il premio della Critica di Sanremo, a lei ancora intitolato - lo vinse nel 1989 con il brano «Almeno tu...