A spasso attorno alla Luna, Space X annuncia il primo turista spaziale

Pubblicato venerdì, 14 settembre 2018 ‐ Corriere.it

Turisti sulla Luna, perché no? La compagnia spaziale statunitense SpaceX – fondata dal magnate creativo e iper-tecnologico Elon Musk, la mente (geniale) dietro ad altre aziende quali Tesla Motors e Neuralink – ha annunciato su Twitter  di aver reclutato il primo fortunato cliente che farà un viaggio attorno alla Luna a bordo del Big Falcon Rocket (BFR), il primo razzo spaziale attualmente in sviluppo presso la compagnia. L’escursionista lunare, la cui identità verrà rivelata il prossimo 17 settembre, salirà a bordo del nuovo missile per dare un’occhiata più da vicino allo spettacolare satellite ed essere il primo utente privato a poter provare l’ebbrezza di un viaggio nello spazio profondo, un onore fino ad oggi toccato “solo” a 24 astronauti dall’inizio delle missioni lunari, e che a breve potrebbe aprire le porte ad una nuova forma di turismo mai esplorata (e certamente, non alla portata delle tasche di tutti).
Non sono mancate indiscrezioni sulla possibile identità del passeggero, che molti indicherebbero come Daisuke Enomoto, un uomo d'affari giapponese di 47 anni, il quale non ha mai nascosto la sua ambizione a voler diventare il primo uomo asiatico a compiere un viaggio turistico nello spazio. Ad alimentare le voci secondo cui potrebbe essere proprio Enomoto a compiere questa impresa senza precedenti è l’icona di una bandierina del Giappone che lo stesso Musk ha usato come risposta alle domande dei tanti curiosi interessati a scoprire chi sarà a compiere questa missione storica.
I viaggi nello spazio aperti ai clienti privati non sono in realtà una novità per SpaceX. La società, fondata nel 2002, aveva già annunciato lo scorso anno il suo interesse ad inviare due passeggeri sulla Luna entro il 2018 a bordo del razzo Falcon Heavy, un viaggio tuttavia mai concretizzato. All’epoca l’azienda spaziale aveva annunciato che il viaggio sarebbe stato particolarmente dispendioso per i partecipanti e che i due viaggiatori sarebbero stati sottoposti ad un duro training per prepararsi adeguatamente a questa missione. Tuttavia, prima che tale sogno possa diventare reale occorre attendere che la costruzione del Big Falcon Rocket venga ultimata, impresa che richiederà ancora diversi anni. Il nuovo vettore dovrebbe essere alto 106 metri e ha un costo di 10,8 milioni di sterline, molto più del razzo più potente mai costruito, il Saturn V (7,9 milioni di sterline), che ha portato sul suolo lunare diversi missioni Apollo. 
SpaceX non è la sola azienda interessata al turismo spaziale. Anche Virgin Galactic – fondata dall’imprenditore britannico Richard Branson – sta compiendo numerosi test sul suo veicolo spaziale SpaceShipTwo VSS Unity, dove per aggiudicarsi un posto occorre spendere 250mila dollari. Anche la Blue Origin, fondata dal boss di Amazon Jeff Bezos, ha annunciato questa estate che avrebbe messo in vendita biglietti nel 2019 per aggiudicarsi un posto a bordo del razzo New Shepard, che porterà sei persone nello spazio. A differenza del Big Falcon Rocket, però, questi ultimi due razzi non andranno in orbita, ma permetteranno i passeggeri di galleggiare in assenza di gravità per diversi minuti e provare le medesime sensazioni vissute dagli astronauti durante la loro permanenza a bordo del vettore. Viaggiare nello spazio, dunque, non sarà più un’esperienza riservata agli addetti ai lavori e chissà se questa rappresenterà la nuova (bizzarra) frontiera del turismo del futuro, visti i passi da gigante che queste ambiziose compagnie stanno compiendo in così pochi anni.

Tag: #Tecnologia

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

I principali gas responsabili dell’effetto serra, e dunque del surriscaldamento del pianeta e del cambiamento climatico, hanno raggiunto un nuovo record: è questo il nuovo allarme lanciato dall’Onu che torna a chiedere alla comunità internazionale...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

«Siamo responsabili non c’è nessuna presunta ribellione» all’Ue. Così il premier Giuseppe Conte, parlando con i giornalisti. «Non vedo l’ora di confrontarmi con il presidente Juncker e gli altri commissari che sono stati invitati alla cena di...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

Specialisti in scienze informatiche, fisiche e chimiche: si tratta di neolaureati nelle materie Stem, acronimo che sta per «Science, Technology, Engineering and Mathematics». L’attuale offerta formativa, tuttavia, non è in grado di soddisfare la...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

Negli ultimi dodici mesi sono calate il numero di ore di cassa integrazione, praticamente dimezzate, ma a guardare i dati dell’ultimo mese c’è stato un picco anomalo, quasi il 70 per cento in più. E questo quando non è ancora entrata in vigore la...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

Dal 2024 il calcio europeo cambierà. Lo hanno fatto trapelare il presidente dell’Uefa Aleksander Ceferin e il presidente dell’Eca (l’associazione dei principali club europei) Andrea Agnelli, al termine dell’incontro avuto martedì scorso a...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

È’la libertà di giocare a creare il mondo. La dimensione del gioco rende il rischio più accettabile e può incanalare il talento. È accaduto a Cristiano Ronaldo, il più forte e pagato giocatore del mondo assieme a Messi, il portoghese che ha...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

La Cia avrebbe un’intercettazione telefonica in cui il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman dice al fratello Khaled, ambasciatore di Riad negli Usa, di «mettere a tacere Jamal Khashoggi il più presto possibile». Lo scrive il quotidiano...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

Nikki Pennington è una giovane donna americana. Una mamma. Che cinque anni fa, ha perso la sua, di madre, uccisa da un tumore al cervello. Quella perdita, quel dolore, Nikki ha voluto raccontarla e trasformarla in un blog e in una pagina Facebook,...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

Contento di essere a Milano, eh? «A me Milano fa invidia in un modo terribile, perché io ho lavorato sette anni a Roma, al Comune, nell’ultima parte degli anni Novanta e, in quel periodo, c’era un sentimento opposto. Molti amici milanesi...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

Alessandro Baricco, recentemente, lo ha chiamato The game (Einaudi). È il grande planisfero della vita digitale che descrive come molte delle caratteristiche distintive della nostra specie, attraverso le sue geografie complesse, siano cambiate a tal...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

La forza della volontà e dei sacrifici, la convinzione nel provarci contro tutto e tutti. Robert Kubica torna tempo pieno in Formula 1, correrà con la Williams nella prossima stagione. L’atteso annuncio è arrivato, dopo un anno da riserva il polacco ...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

La vita secondo Eros. Amore anzitutto, e cosa vuoi che sia con quel nome di battesimo profetico, ma non solo. Ramazzotti la racconta così nelle canzoni di «Vita ce n’è», il suo quindicesimo album, in uscita giovedì 22 novembre. E per presentarlo...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

Fa impressione vedere esposti i lavori di Banksy in un museo, trattati come quadri di un artista accademico, incorniciati, illuminati con fari che non li danneggino, allestiti da un architetto che ne cura la resa estetica. Tutto il contrario di ciò che...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

Se il 1968 fu per moltissimi l’alba, speranzosa, di un mondo migliore, per loro fu invece l’inizio della fine. Sì, è un ‘68 rovesciato quello dei Beatles, di cui oggi festeggiamo i 50 anni del White Album, capolavoro doppio, senza titolo, con...

Pubblicato giovedì, 22 novembre 2018 ‐ Corriere.it

La pasta al forno fa parte di quelle ricette passepartout infallibili: quando la si prepara l'intera casa si riempie di un profumo avvolgente ed è capace di far venire l'acquolina in bocca ancor prima di mettersi a tavola. Si comincia dalla ricetta base ...