Oggi è San Lorenzo, ma non il giorno migliore per le stelle cadenti

Pubblicato venerdì, 10 agosto 2018 ‐ Il Post

Il 10 agosto – secondo il calendario dei santi – è il giorno di San Lorenzo e questa notte è quella in cui tradizionalmente si guardano le stelle cadenti, chiamate anche “lacrime di San Lorenzo”. In passato, infatti, la notte del 10 agosto era quella in cui si vedeva meglio lo sciame meteorico delle Perseidi. In questo secolo, tuttavia, il momento migliore per guardare le stelle cadenti si è spostato in avanti di qualche giorno: quest’anno sarà la notte tra il 12 e il 13 agosto. Quest’anno, inoltre, le condizioni astronomiche saranno particolarmente favorevoli per vedere le stelle cadenti perché l’11 agosto ci sarà il novilunio: la luna sarà completamente in ombra e quindi anche nella notte tra il 12 e il 13 arriverà pochissima luce a interferire con quella delle stelle.
Cosa sono le stelle cadenti e da dove arrivano

Non sono stelle: sono frammenti meteorici di roccia e metallo che si sono generati dalla disintegrazione di una cometa, e per la maggior parte sono grandi come granelli di sabbia. Quelli che si possono vedere da metà luglio alla fine di agosto appartengono al gruppo di detriti chiamato Perseidi, dal nome della costellazione di Perseo, e sono stati generati dalla cometa Swift-Tuttle. La cometa fu osservata per la prima volta nel 1862, dagli astronomi statunitensi Lewis Swift e Horace Parnell Tuttle distintamente, e il suo legame con le Perseidi fu scoperto nel 1866 dall’astronomo italiano Giovanni Schiaparelli.

Le scie luminose che chiamiamo “stelle cadenti” sono create dai detriti rilasciati dalla cometa nel corso delle sue orbite precedenti: sbattendo contro l’atmosfera terrestre a una velocità di più di 214 chilometri orari, questi detriti si incendiano creando delle “palle di fuoco”. Il fenomeno è stato osservato per millenni e tra le prime notazioni su quanto accadeva nel cielo in questo periodo dell’anno ci sono quelle di astronomi cinesi, risalenti al 36 dopo Cristo.
Nelle ore di maggiore attività è possibile rilevare circa cento scie luminose osservabili ogni ora a occhio nudo dalla Terra. Nonostante quest’anno il calendario lunare sia favorevole all’osservazione delle stelle cadenti, il fenomeno sarà meno intenso rispetto ad altri anni (come il 2004 e il 2016) in cui il pianeta Giove, passando relativamente vicino alle Perseidi (si parla di 257 milioni di chilometri), ne ha influenzato il moto grazie alla sua enorme massa. La cometa Swift-Tuttle è passata vicino alla Terra per l’ultima volta nel 1992 e si è calcolato che ci tornerà nel 2126.
Tradizionalmente, oltre a essere chiamate “lacrime di San Lorenzo”, le stelle cadenti vengono anche associate ai tizzoni ardenti su cui fu martirizzato San Lorenzo, che era un arcidiacono di origine spagnola probabilmente esistito a differenza di altri santi leggendari del terzo secolo.
Come osservare le stelle cadenti

Per osservare al meglio le Perseidi è sufficiente guardare il cielo di notte (meglio se nell’emisfero boreale), possibilmente lontano dai grandi centri urbani dove l’inquinamento luminoso tende a renderle meno visibili. Il posto migliore per osservarle è solitamente in montagna, dove l’aria è meno inquinata ed è più probabile vedere il cielo limpido. Come detto, il momento migliore per guardare le stelle cadenti sarà nella notte tra il 12 e il 13 agosto. Poi ovviamente anche le condizioni meteorologiche della zona in cui vi trovate influiranno sull’osservazione: stanotte ad esempio il cielo sarà parzialmente nuvoloso su gran parte del nord Italia, dove sarà ancora più coperto la notte dell’11 agosto e nelle notti successive, stando alle previsioni. Al centro e soprattutto al sud invece dovrebbe essere più facile vedere le stelle cadenti.

Come fotografare le stelle cadenti

Tag: #Scienza #NotteDiSanLorenzo #Perseidi #SanLorenzo #StelleCadenti

Altri articoli pubblicati da Il Post

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Il Post

La raccolta delle persone che valeva la pena fotografare in settimana è composta da Ivanka Trump che balla, Jair Bolsonaro che manda cuori, Michelle Obama che continua a presentare il suo libro in giro per il mondo, Katy Perry al Coachella, Greta...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Il Post

Da cinque giorni consecutivi sono in corso grandi proteste in diverse città di tutto il mondo organizzate dal gruppo ambientalista Extinction Rebellion per sensibilizzare i governi sul tema del cambiamento climatico. Le manifestazioni maggiori sono...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Il Post

Un gruppo di ricercatori dell’All India Institute of Medical Sciences ha pubblicato di recente sul Journal of Family Medicine and Primary Care uno studio sui cosiddetti “selficides”, gli incidenti mortali avvenuti mentre ci si faceva un selfie,...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Il Post

Amazon, la grande società di Jeff Bezos, prende il suo nome dall’Amazon River, il nome inglese del Rio delle Amazzoni: il più grande fiume del mondo, che attraversa la foresta amazzonica. Per questo motivo, dal 2012 Amazon e otto paesi nel cui...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Il Post

Dopo aver mancato i primi due match point per vincere lo Scudetto in anticipo, la Juventus questo fine settimana ne avrà un altro, probabilmente decisivo. Per le festività di questi giorni la 33ª giornata di Serie A si giocherà quasi...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Il Post

La battaglia per Tripoli, la capitale della Libia, è iniziata due settimane fa e non sembra poter finire nel breve periodo. Le milizie armate legate al maresciallo Khalifa Haftar, che controlla quasi tutta la Libia orientale e meridionale, hanno...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Il Post

Ieri è stato diffuso, in una versione in parte censurata, il “rapporto Mueller”, cioè il documento conclusivo dell’indagine guidata dal procuratore speciale Robert Mueller sulle interferenze della Russia nella campagna elettorale statunitense del ...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Il Post

Armando Siri, senatore, sottosegretario ai Trasporti della Lega e considerato uno strettissimo collaboratore di Matteo Salvini, è indagato dalla procura di Roma per corruzione: è accusato di aver ricevuto 30.000 euro – o la promessa di quel denaro...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Il Post

La trentatreesima giornata del campionato di Serie A si gioca tra sabato e lunedì per via delle festività pasquali. Nove delle dieci partite in programma si giocheranno sabato, da Parma-Milan delle 12.30 al posticipo serale Inter-Roma. Il Napoli invece ...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Il Post

La giornata di sabato inizierà finalmente con tanti piccoli soli nella mappa meteo dell’Italia, e tale rimarrà anche nel pomeriggio, quando dovrebbe annuvolarsi solo sulle isole e sulla costa tirrenica. Progressivamente, con l’arrivo della sera e...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Il Post

Il documento conclusivo dell’indagine statunitense sul caso Russia – il cosiddetto “rapporto Mueller“, dal nome del procuratore speciale Robert Mueller – contiene tantissime informazioni, e non scagiona il presidente Trump come era sembrato...

Pubblicato venerdì, 19 aprile 2019 ‐ Il Post

Il rischio di crisi di governo dopo lo scambio di accuse fra Lega e Movimento 5 Stelle è in apertura su tutti i giornali di oggi: i temi di discussione fra i due partiti sono l’accusa di corruzione nei confronti del sottosegretario leghista Siri, al...

Pubblicato giovedì, 18 aprile 2019 ‐ Il Post

Sono stati annunciati i vincitori dei Sony World Photography Awards, uno dei più importanti concorsi annuali di fotografia al mondo. L’italiano Federico Borella è stato premiato come miglior fotografo dell’anno tra i professionisti – il premio...

Pubblicato giovedì, 18 aprile 2019 ‐ Il Post

La Casa Bianca ha diffuso il “rapporto Mueller”, cioè il documento conclusivo dell’indagine del procuratore speciale Robert Mueller sulle interferenze della Russia nella campagna elettorale statunitense del 2016, le presunte complicità del...

Pubblicato giovedì, 18 aprile 2019 ‐ Il Post

«Ma quando penso alle somiglianze tra i miei genitori nei pomeriggi malinconici e rabbiosi della loro adolescenza, entrambi isolati, valuto la possibilità che l’incontro tra due persone non abbia a che fare con la predestinazione quanto...