Niccolò e il video per Mihajlovic «Battiamo insieme la malattia»

Pubblicato lunedì, 15 luglio 2019 ‐ Corriere.it

«Contro la leucemia la determinazione da sola non basta. La mia partita la sto giocando. Dura più di novanta minuti ma sono in vantaggio. Pensiamo insieme a portare a casa il risultato». È l’incoraggiamento inviato attraverso YouTube da Niccolò B., 14 anni, a Sinisa Mihajlovic, l’allenatore del Bologna che due giorni fa ha annunciato di essere malato e ieri, con un giorno di anticipo sul programma, è entrato nel reparto di Ematologia dell’Istituto Seragnoli del policlinico Sant’Orsola di Bologna per iniziare la terapia.
Il mister di origini serbe è stato sommerso da un «mare d’affetto». Ma quello di Niccolò attraverso YouTube è un messaggio speciale. Il ragazzino, tifosissimo di calcio e del Foggia, lotta contro la leucemia da quasi un anno. «Nicoforza», come si fa chiamare sui social, è nella sua abitazione, un «santuario» del Foggia calcio. La mamma Marilena lo deve costringere ad abbandonare una partita online, una delle sue passioni. «Quando ho sentito la notizia dell’allenatore del Bologna — racconta seduto sulla sua poltrona rossonera, come i colori foggiani — mi è dispiaciuto molto. So come si sta in quei momenti, ci sono passato. Nessuno dovrebbe avere la leucemia. Per affrontarla bisogna avere accanto persone che ci vogliono bene, e anche Sinisa, per fortuna, ne ha tante. Io penso che sia stato meglio che questa cosa sia capitata a me, che sono forte e ho tante persone attorno, e non a chi è solo e deve affrontare tutto senza aiuto».



Niccolò, che ha da poco concluso gli esami di terza media («Sono andati molto bene»), ha saputo di essere malato il 20 luglio 2018. «Da quel giorno è cambiato tutto. Quando mi portarono in ospedale non credevo che la mia vita sarebbe cambiata totalmente. Uno si chiede anche perché sia accaduto proprio a te». Ma per «Nicoforza» la vita non si è trasformata solo in negativo: «Sembra strano dirlo ma da quel giorno qualcosa è cambiata anche in meglio. Perché mi ha fatto valorizzare le cose positive». Sulla sua scrivania ci sono un pallone con le firme dei calciatori del Foggia, la sciarpa rossonera e le foto fatte all’ospedale di San Giovanni Rotondo quando la sua squadra del cuore gli ha fatto visita. «Sono molto tifoso e questo mi aiuta tanto — continua a raccontare mentre abbraccia il pallone che gli hanno regalato i suoi beniamini —. La squadra mi ha dedicato anche molti striscioni in campo». Oggi la società non naviga in buone acque. È fallita e il futuro è incerto ma per i veri tifosi, come Niccolò, anche questo periodo passerà: «Se la squadra ce l’hai nel cuore tifi comunque, in qualsiasi situazione si trovi». Intanto lui si diverte a giocare al pc al calcio anche sfidando alcuni calciatori del Foggia: «Quando sono venuti a trovarmi li ho stracciati. Forse — dice poi con un filo d’ironia — mi hanno lasciato vincere».
Il tifo, la musica — da alcuni anni suona la tromba — e i video su YouTube sono le grandi passioni che aiutano Niccolò ad andare avanti con più forza. Più forza per sé e per gli altri. «Io faccio i video — continua — perché spero che diano carica a quelli che si trovano nella mia stessa situazione. Devono capire che non sono soli». In tanti hanno risposto ai suoi messaggi, pure personaggi come Fedez, J-Ax e Favij. Ora attende anche le parole dell’allenatore del Bologna. «Sinisa non mi ha ancora risposto. L’importante — conclude Niccolò — è che mantenga la sua mentalità, la sua ferocia per combattere la malattia. Lui anche quando giocava non si arrendeva mai. Dobbiamo portare a casa il risultato insieme. Magari possiamo organizzare una partita amichevole di calcio tra il suo Bologna e il mio Foggia. Oppure può venire qui a giocare a Fifa. Ma deve stare attento perché lo posso stracciare...».

Tag: #Cronache

Altri articoli pubblicati da Corriere.it

Pubblicato domenica, 23 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

Bernie Sanders vince anche in Nevada. Il senatore del Vermont si aggiudica i caucus e, staccando i lontani inseguitori Pete Buttigieg e Joe Biden, lancia la sua volata alla conquista della nomination democratica. La nuova vittoria consente a Sanders di...

Pubblicato domenica, 23 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

Nella mappa dei contagi in Lombardia, con i numeri in aggiornamento di ora in ora, c’è un prima e un dopo. Sono le 18.30 di ieri sera quando crolla ogni certezza. E dalla Lombardia al Veneto il mistero si infittisce perché in entrambe le regioni si...

Pubblicato domenica, 23 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

Posti di blocco intorno ai paesi del contagio per impedire ai residenti di uscire. Corridoi «sterili» per far entrare derrate alimentari e farmaci garantendo così ai cittadini l’approvvigionamento delle merci indispensabili. È il piano di...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

L’uomo che vedete nella foto, scattata il 30 maggio 1973, è stato decisivo per la conquista della Coppa dei Campioni quell’anno vinta dalla Juventus. L’altro, a sinistra, è Johan Cruyff. Non vi sembri indelicato riciclare una vecchia battuta per...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

Se il paziente zero fosse stato lui si sarebbero spiegate tante cose. Suo cognato risultato positivo al test, per esempio. L’amico con il quale è andato a cena, infettato e ora ricoverato in condizioni molto gravi. Il legame evidente con la Cina,...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

Dopo una notte insonne, quella mattina di quindici anni fa Matt Hahn ha fatto la cosa giusta, contro il suo interesse immediato (e senza sapere che in realtà si stava assicurando il futuro). Ha preso la memory card rubata, l’ha messa in un borsellino...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

Caro Aldo, rispondendo a un lettore lei lascia intendere che Francesco Cossiga fosse un presidente un po’ particolare, dove per particolare intendo bizzarro. Ne può descrivere la figura? Abituati ad avere presidenti posati, non mi dispiacerebbe...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

DAL NOSTRO INVIATOVO’ EUGANEO (Padova) «Ma è proprio sicuro? Guardi che è meglio se fa il giro largo». A mezzogiorno gli agenti della polizia locale e i volontari della protezione civile esercitano gli unici poteri dei quali dispongono, fino a...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

Milan e Fiorentina pareggiano 1-1 nell’ultimo anticipo della 25ª giornata. In gol Rebic al 56’ e Pulgar su rigore (conquistato dall’ex Cutrone) all’84’. Viola in 10 dal 62’ per l’espulsione di Dalbert, fallo da ultimo uomo su Ibrahimovic. ...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

Non chiamiamola più «quarantena», come si faceva nel Medioevo, ma «isolamento domiciliare». L’idea di fondo è la stessa: confinare le persone, che sono venute a contatto con un germe contagioso e potrebbero trasmetterlo ad altre, in strutture...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

Per capire cosa sia stata Torino e cosa sia stata — e non sia più — la borghesia italiana, bisogna venire alla Crocetta nella casa al pianterreno di Marida Recchi: donna di impresa e di filantropia, testimone di un secolo di storia del nostro...

«La Lettura» premia Sandro Veronesi E (in edicola) celebra il romanzo Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

Il protagonista, lunedì 24 febbraio al Piccolo Teatro Grassi di Milano (via Rovello 2), sarà il romanzo italiano. Lo sarà perché alle 18.30 a salire sul palco per ricevere il premio de «la Lettura» come miglior libro del 2019 sarà Sandro Veronesi...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

In Italia continuano a manifestarsi nuovi casi di coronavirus, con i focolai principali in Lombardia e in Veneto; e proprio in Veneto si è registrata la prima vittima del contagio. In dieci comuni del Lodigiano è stata istituita una sorta di «zona...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

La Juventus ha battuto per 2-1 la Spal nell’anticipo della 25/a giornata di Serie A. I gol di Cristiano Ronaldo al 39’ e Ramsey al 60’. Per la Spal a segno su rigore Petagna al 70’. Con il 21esimo gol in campionato, Ronaldo eguaglia il record di ...

Pubblicato sabato, 22 febbraio 2020 ‐ Corriere.it

Alla lista di contagi di Coronavirus (Covid-19) in Italia si aggiunge un primo caso positivo a Milano. Si tratta di un residente di Sesto San Giovanni ricoverato all’ospedale San Raffaele da una settimana. Allo studio le misure di emergenza da fare...